Pubblicato il: 28 settembre 2017 alle 6:45 am

Europa poliglotta tra i banchi di scuola L’84% dei bambini delle elementari studia lingue straniere, lo dice Eurostat

di Danilo Gervaso.

Bruxelles, 28 Settembre 2017 – Nel 2015, quasi 19 milioni di alunni delle scuole dell’Unione Europea, pari all’84%, hanno studiato almeno una lingua straniera; almeno 1 milione (circa il 5%) gli studenti che hanno studiato due lingue straniere o più. L’inglese risulta di gran lunga la lingua più popolare, studiata da 17,5 milioni di alunni (83,5% della popolazione scolastica primaria). La seconda lingua è il francese (0,8 milioni o il 4,8%); seguono il tedesco (quasi 0,7 milioni o 3,9%), lo spagnolo (0,1 milioni o 0,6%), il russo (54mila o 0,3%) e infine l’italiano (33mila o 0,2%).

La tendenza a studiare una lingua straniera fin dalle elementari è cresciuta negli ultimi anni in Paesi come l’Italia; mentre rientrava già da tempo nei programmi dell’istruzione in altri posti come i Paesi scandinavi ad esempio.

Meno della metà degli alunni della scuola primaria studia una lingua straniera in Portogallo, Belgio, Paesi Bassi e Slovenia.



Sempre secondo i dati Eurostat, tutti o quasi tutti gli alunni a livello primario nel 2015 hanno frequentato corsi di lingua straniera a Cipro, Lussemburgo, Malta e Austria (tutti 100%), leggermente inferiore il dato in Croazia (99,9%) e in Spagna (99,4%); seguono Francia (99,2%), Italia (98,6%), Romania (98,3%) e Polonia (97,6%). A livello UE, questa quota nel 2015 era pari all’84,3%.

In alcuni Stati membri, i giovani studiano due o più lingue straniere, in particolare in Lussemburgo (83,7%), seguito a distanza da Estonia (30,7%) e dalla Grecia (28,9%).

Al contrario, meno di metà degli allievi della scuola primaria studiava una lingua straniera nel 2015 in Portogallo (35,4%), Belgio (36,7%), Paesi Bassi (42,9%) e Slovenia (49,8%).

Non è una novità che l’inglese sia chiaramente la lingua dominante. E’ la lingua straniera più studiata a livello primario in tutti gli Stati membri dell’UE, ad eccezione del Belgio e del Lussemburgo, entrambi Paesi multilingue.



La seconda lingua straniera più comune dà un’immagine più variegata del continente. Il tedesco, che è la lingua straniera più letta a Lussemburgo, è la seconda lingua straniera principale studiata dagli alunni delle scuole primarie in otto altri Stati membri, con le maggiori percentuali di studenti registrati in Croazia (20,9%) e Ungheria (20,2%). La lingua francese è la principale in sette Stati membri, con le maggiori proporzioni registrate in Lussemburgo (83,5%), Grecia (15,8%) e Romania (15,2%).

L’indagine Eurostat, poi, mostra alcuni Paesi nel dettaglio, trattandosi di casi particolari.

Come il Belgio, dove le lingue ufficiali dello Stato sono olandese, francese e tedesco; in particolare il francese è considerato come una lingua straniera nella Comunità fiamminga belga e la lingua fiamminga (olandese) è considerata una lingua straniera nella comunità francese belga. A livello primario la lingua straniera più diffusa nella comunità francese belga è l’olandese (36,0% degli allievi) e nella comunità fiamminga belga è il francese (27,4%).

Al fine di completare il quadro con eccezioni e casi particolari sull’uso e l’insegnamento della lingua straniera, diamo infine uno sguardo, nel dettaglio, a 6 Paesi.

Estonia: nelle scuole dove l’estone non è il linguaggio dell’istruzione, l’estone è considerato come una lingua straniera a fini statistici.

Irlanda: oltre all’inglese, tutti gli allievi a livello primario studiano irlandese. Tuttavia, l’irlandese non è considerata una lingua straniera. Lussemburgo: sebbene le lingue ufficiali siano francese, tedesco e lussemburghese, per la statistica dell’educazione, il francese e il tedesco sono conteggiati come lingue straniere.

Malta: l’inglese è una lingua ufficiale accanto al maltese, ma ai fini delle statistiche sull’istruzione è considerata una lingua straniera.

Slovacchia: nelle scuole dove lo slovacco non è la lingua dell’insegnamento, lo slovacco è considerato come una lingua straniera a fini statistici.

Finlandia: lo svedese è una lingua ufficiale accanto alla lingua finlandese, ma ai fini delle statistiche sull’istruzione è considerata una lingua straniera.

neifatti.it ©