Pubblicato il: 25 novembre 2017 alle 1:31 am

E Dio creo’ la donna… La responsabilita’ di essere donne, insegniamolo alle bambine

di Sabrina Castaldo.

25 Novembre 2017 – E fu da quel momento che la donna ha incarnato la tentazione. Un po’ come dire che la mentalità prevenuta nei confronti della donna, quale tentatrice, risale ai tempi biblici, seppur rispetto a questa concezione così radicata non si è mai contrapposta una vera cultura del valore della donna. In questa giornata in cui si celebra la lotta alla violenza sulle donne, ritengo sia necessario anche un approfondimento sulla responsabilità, della donna nella sua accezione più ampia, come madre, compagna, sorella, e amica. Va da sé che una vera cultura contro la violenza debba passare dal riconoscimento dei valori di cui sono portatrici le donne. E allora, insegniamo alle bambine che la gentilezza, la dolcezza, sono pietre su cui devono costruire il loro essere donne, senza mai consentire a nessuno di travisare quei valori; anzi, istruendo gli uomini, insegnando loro che tali espressioni di personalità non sono e non possono essere elementi di debolezza, ma espressioni di un amore cosmico, che solo le donne possono contenere nella loro natura di genitrici. Insegniamo alle nostre bambine a riconoscere l’inganno, le falsità, le trappole dei deboli –  che pur di irretire dei “fiori” bellissimi si mostrano indifesi e bisognosi di cure – affinché questi non si approfittino di loro. Insegniamo alle nostre bambine a essere responsabili della loro bellezza, a saperla porgere con garbo, ma anche sottrarla con decisione quando essa non è rispettata, insegniamo alle nostre bambine a non scegliere le strade facili, a non essere abbagliate dai fuochi d’artificio, a non preferire le scorciatoie, perché il prezzo che pagheranno le toglierà per sempre un pezzo della loro forza, e inevitabilmente macchierà la loro coscienza. Insegniamo alle nostre bambine a costruire un proprio codice etico su cui costruire la loro vita. Insegniamo alle nostre bambine che gli uomini non si conoscono, non comprendono i segnali che produciamo, e spesso li confondono. Insegniamole quindi a essere sempre chiare. Insegniamo alle nostre bambine che la vita di una donna è lo specchio della sua anima. Ma ricordiamole che gli uomini sono figli delle donne, e bisogna avere rispetto delle loro fragilità, della loro natura, e della loro diversa e delicata interiorità.

neifatti.it ©