Pubblicato il: 2 gennaio 2018 alle 10:00 am

Prende il via #RomaAiutaRoma, la formazione gratuita di volontari per le persone fragili Entro il 12 gennaio le iscrizioni al corso aperto a tutti nato dalla sinergia con il Forum del Volontariato per la Strada

di Aurelio Quattrociocchi.

Roma, 2 Gennaio 2018 – Inizia sotto il segno del volontariato, a Roma, il nuovo anno. Il volontariato, che rappresenta una risorsa unica e insostituibile per una comunità che sia davvero solidale e inclusiva. L’assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale della capitale ha promosso e lanciato #RomaAiutaRoma, il percorso di formazione per i volontari per le persone fragili, concepito grazie alla forte sinergia con il Forum del Volontariato per la Strada. L’idea è quella di dar vita a una vera e propria cabina di regia del Volontariato.

La formazione partirà il 19 gennaio presso la Sala Rosi del Dipartimento Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute (Viale Manzoni 16). I corsi saranno organizzati in 6 moduli da 2 ore ciascuno, una volta a settimana. Le iscrizioni sono aperte a tutti! Per aderire scrivere, entro il 12 gennaio, a: assessoratoallapersona@comune.roma.it

Sono invitati a partecipare tutti i cittadini interessati a svolgere attività di volontariato a favore dei senza dimora e delle persone in condizioni di fragilità e di vulnerabilità sociale a Roma. E’ suggerita l’adesione anche ai volontari già attivi ma che vogliono scambiare esperienze, aggiornarsi con i contributi di esperti, nonché conoscere le attività di Roma Capitale tramite un confronto con la Sala Operativa Sociale (SOS).

Nel corso delle lezioni verranno affrontati alcuni temi chiave: la rete dell’accoglienza a Roma e il ruolo della Sala Operativa Sociale; la relazione con le persone in grave marginalità sociale; nozioni di primo soccorso; approccio transculturale; aspetti antropologici e giuridici; nozioni di norme igieniche per la somministrazione dei pasti; segretariato sociale: come orientare le persone tra i servizi pubblici e del segretariato sociale; la gestione delle persone con dipendenze e disagio psichico; profili di sicurezza.

«Stiamo impostando – ha spiegato l’assessore alla Persona, Scuola e Comunità Solidale del Comune di Roma, Laura Baldassarre – un lavoro del tutto innovativo, che parte dalla formazione, considerata elemento imprescindibile affinché il volontariato si configuri come un’azione credibile ed efficace. Vogliamo innescare un circolo virtuoso che comporti benefici e crescita per tutte le parti in causa. In particolare ai nuovi volontari verrà spiegato come garantire protezione e supporto ai senza fissa dimora». Aggiungendo che l’accoglienza è un tema che richiede il contributo di tutti, nessuno escluso.

I corsi saranno tenuti da professionisti del settore, ha precisato ancora l’assessore comunale, con i quali verranno trattati aspetti sociali, antropologici, sanitari e giuridici. «Il tutto sarà organizzato con un approccio integrato, puntando sulle interconnessioni tra temi. Bisogna superare definitivamente la stagione dell’assistenzialismo – ha concluso Baldassarre – è questo è uno degli strumenti più adeguati: il volontario è una figura fondamentale per stimolare nuovi meccanismi di inclusione. Ascoltare, condividere ed elaborare per la collettività: #RomaAiutaRoma è un primo passo, vi chiediamo di iniziare questo cammino con noi».

neifatti.it ©