Pubblicato il: 22 gennaio 2018 alle 7:00 am

Una settimana da ridere Renzi, Berlusconi, Orietta Berti e il Viagra... Per fortuna sta arrivando la mentina per la disfunzione erettile

di Antonio Riscetti.

Lunedì

Dopo il padre della Boschi e il padre di Renzi indagato anche il padre di Alfano. Così imparano a non usare i contraccettivi.

Raffaele Sollecito: «Non riesco a trovare una ragazza». Hai controllato nel bagagliaio dell’auto?

Soluzione al problema delle baby gang? Dobbiamo aspettare che crescano. Poi saranno solo gang.

Martedì

Antitrust: multa da 20 milioni alle Poste. Ma tanto chissà quanto ci mette ad arrivare

Berlusconi: «In Italia 500mila migranti delinquono per mangiare». Tu invece, che scusa hai?

Il Papa sposa una coppia di assistenti di volo durante il viaggio in aereo. In realtà gli avevano solo chiesto di allacciare la cintura.

Mercoledì

Renzi mostra il saldo del conto corrente per dimostrare che non ha fatto i soldi. Ok, vogliamo guardare sotto il materasso.

Orietta Berti voterà per il Movimento 5 Stelle. Dovrebbe essere questo lo slogan del Pd.

La Ferrero compra le barrette della Nestlè. Ha avuto un calo di zuccheri.

Giovedì

«Sempre più giovani lasciano l’Italia». Ha detto il ministro Padoan prendendosi il merito per l’export che tira

Emma Bonino: «L’accordo con il Pd è vicino, ma le intese si fanno in due». Insomma sono fidanzati ma lui non lo sa.

Berlusconi: «A Villa Certosa cresce l’erba del viagra». La patata è la morte sua.

Venerdì

Candidato centrodestra in Lombardia: «la razza bianca è a rischio».  Ma pensando ai leghisti diventa una notizia buona.

Ladre in casa di un poliziotto, lui le insegue in mutande. «Ridatemi i pantaloni».

Ragazza di 18 anni mette all’asta la sua verginità. Ciclicamente.

Sabato

Napoli: in aumento il numero di baby gang. Ecco tornata l’emergenza rifiuti.

Berlusconi: «Io non sarò al Governo, farò il suggeritore». E Renzi farà Ambra.

Arriva la “mentina” per la disfunzione erettile. Eccheccazzo! Era ora.

(Per gentile concessione del Roma)

neifatti.it ©