Pubblicato il: 13 febbraio 2018 alle 9:00 am

Fisco, Napoli sforna i professionisti del futuro Esperti in risanamento aziendale e riforma del bilancio. La consegna dei primi attestati della Scuola di Alta formazione

di Ennio Tomasini.

Napoli, 13 Febbraio 2018 – Esperti in risanamento e assistenza delle imprese in difficoltà, in valutazione d’azienda e riforma del bilancio, in conti degli enti pubblici. Lasciata alle spalle l’era del professionista tuttologo, Napoli “sforna” i commercialisti del futuro, offrendo concrete opportunità per nuove figure sempre più ricercate dal mercato del lavoro. Un risultato reso possibile grazie alla Saf, la Scuola di Alta Formazione di Napoli – Città metropolitana, nata su iniziativa degli Odcec – Ordini dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili – di Napoli, Napoli Nord, Nola, Avellino e Torre Annunziata, con l’obiettivo di realizzare percorsi formativi altamente qualificati e riconosciuti volti a valorizzare e tutelare la figura professionale del commercialista. In questi giorni, presso la sede dell’Ordine di Napoli, la consegna degli Attestati di specializzazione per una quarantina di commercialisti che hanno ultimato il ciclo di due corsi avviati a inizio anno: quello in “Procedure concorsuali e risanamento d’impresa” e il corso in “Valutazione d’azienda e riforma del Bilancio secondo i nuovi principi contabili”.

La Scuola, presieduta da Antonio Tuccillo e formalmente riconosciuta dal Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti ed esperti contabili, si è posta una nuova sfida per il futuro: fare in modo che le attestazioni rilasciate dai corsi delle Saf rappresentino titoli di specializzazione riconosciuti come accade già oggi per altre professioni. Ma chi può partecipare al percorso di specializzazione? I corsi sono rivolti agli iscritti agli Odcec della Saf, ma sono aperti anche agli iscritti di altri Odcec.

Hanno una durata complessiva di 200 ore e i crediti formativi professionali (Cfp) acquisiti mediante la partecipazione potranno essere riportati nel computo di quelli necessari per assolvere l’obbligo formativo triennale (a ciascun partecipante sarà attribuito un numero di Cfp in relazione alle effettive ore di presenza in aula).

All’appuntamento, dopo i saluti di Vincenzo Moretta, presidente Odcec Napoli, di Giuseppe Crescitelli, presidente Odcec Torre Annunziata, Domenico Ranieri, presidente Odcec Nola e di Francesco Tedesco, presidente Odcec Avellino, interverranno Antonio Tuccillo, presidente Saf Napoli Città Metropolitana e Odcec Napoli Nord e Antonio Ricciardi, direttore Saf Napoli Città Metropolitana.

 

neifatti.it ©