Pubblicato il: 17 marzo 2018 alle 8:05 am

Controllo a distanza di un impianto fotovoltaico in Romania: la sfida di Graded per i talenti di Digita Il progetto finale dovrà mirare a monitorare e possibilmente prevenire anomalie, geolocalizzando eventuali malfunzionamenti per effettuare manutenzioni preventive sull’impianto

di Ennio Tomasini.

Roma, 17 Marzo 2018 – Individuare una soluzione tecnologicamente efficiente ed economicamente sostenibile per la gestione e il controllo in remoto di un impianto fotovoltaico a Ianova, nella regione di Timis in Romania, costruito su un terreno di 27mila metri quadri. E’ la “sfida” che Graded, Spa napoletana guidata da Vito Grassi e attiva da 60 anni nel mercato della progettazione, realizzazione e gestione di impianti di energia da fonti rinnovabili, sottoporrà agli studenti di Digita, la nuova “Digital Transformation & Industry Innovation Academy” dell’Università degli Studi di Napoli Federico II nata in partnership con Deloitte Digital con l’obiettivo di fornire a giovani talenti le competenze necessarie a colmare il gap tra le imprese e l’ecosistema Industry 4.0

Il progetto finale dovrà mirare a monitorare e possibilmente prevenire anomalie, geolocalizzando eventuali malfunzionamenti per poter effettuare manutenzioni preventive sull’impianto rumeno. Si tratta solo dell’ultimo step di un percorso avviato mercoledì scorso 14 marzo nella sede del polo universitario di San Giovanni a Teduccio, con una testimonianza aziendale cui seguirà un project work della durata di due mesi e mezzo.

Nell’arco di questo periodo saranno organizzati incontri settimanali per approfondimenti, analisi dei dati e la presentazione del “caso aziendale” con cui i giovani talenti di Digita dovranno misurarsi.

Al termine del project work saranno selezionati 1-2 studenti per uno stage in azienda e il progetto, dopo una verifica di fattibilità, potrebbe essere avviato alla fase di implementazione.

“La nostra azienda condivide molti dei principi ispiratori della Digita Academy – spiega Grassi –  consapevole che la digitalizzazione, l’innovazione e la costante attenzione allo ricerca e alla formazione siano oggi le uniche leve possibili per essere competitivi sul mercato.  L’Industria 4.0 richiede un dialogo permanente tra impresa e mondo accademico: non basta più la tecnologia per innovare, servono creatività e formazione qualificata. Serve il sapere scientifico che, coniugandosi con le nuove forme espressive concesse all’impresa, può accelerare la crescita, sviluppare prodotti del tutto originali, azzerare il gap tra conoscenza e applicabilità pratica”.

Graded Spa è impegnata in numerosi progetti in partnership con importanti realtà di ricerca e con università sia pubbliche che private. Tra queste la “Federico II”, la “Parthenope”, l’Università del Sannio, l’Università di Fisciano a Salerno e il Suor Orsola Benincasa di Napoli.

neifatti.it ©