Pubblicato il: 17 marzo 2018 alle 9:00 am

Quando la realtà va oltre la fantasia: una pillola che sostituisce gli effetti dello sport Il sogno di tutti i non atleti è quasi a portata di mano. Ricercatori americani stanno lavorando a una pillola “alternativa” allo sport. Come a dire: divento muscoloso rimanendo comodamente sprofondato in poltrona

di Giulio Caccini.

San Diego, 17 Marzo 2018 – Sappiamo tutti che l’esercizio fisico fa bene alla salute ed è più che raccomandato dai medici. Ma sappiamo anche che non possiamo sempre farlo regolarmente, alcuni per mancanza di tempo o altri per ragioni mediche e altri per pigrizia.

Consapevoli di questo problema, molti laboratori di ricerca stanno lavorando per sviluppare pillole che possono apportare gli stessi benefici dello sport, pur rimanendo tranquillamente sdraiati in poltrona.

Secondo GQ Magazine, che cita il lavoro dei ricercatori del Salk Institute for Biological Studies – con sede in California (USA) – si lavora a un farmaco in grado di rispondere a questo problema. Chiamato “pill 516”, quest’ultimo potrebbe riprodurre – secondo i ricercatori – le prestazioni dei migliori atleti consentendo al corpo di liberarsi del grasso indesiderato e dei carboidrati.

«Il nostro obiettivo è comprendere questi circuiti. Prendiamo questo concetto e proviamo a sviluppare un farmaco che possa aiutarci a sconfiggere il sistema che viene attivato naturalmente durante l’esercizio», ha dichiarato il portavoce del progetto Ronald Evans al Washington Post. In poche parole, l’obiettivo del farmaco su cui stanno lavorando è «battere il sistema che viene attivato naturalmente durante l’esercizio», afferma Ronald Evans. L’esercizio innesca un processo chimico a livello molecolare nel nostro corpo aiutandoci a guadagnare muscoli e / o perdere peso. Cosa succederebbe se la pill 516 scatenasse – senza che noi dovessimo muovere un dito del piede – lo stesso processo? E’ lo scopo di questo studio.

Troppo bello per essere vero? Certamente. Ma non privo di conseguenze ancora sconosciute, soprattutto perché questo tipo di pillola altera le risposte genetiche e molecolari.

Secondo il New Yorker, i test ad alto dosaggio con questo farmaco nei topi hanno dimostrato che esso causa rischi di cancro.

Infine, le versioni sperimentali della pillola “miracolosa” sono stati immessi sul mercato prima di essere chiaramente approvati dall’Agenzia mondiale anti-doping (WADA) e dalla severissimaa Food and Drug Administration (FDA), che pensano che questo farmaco non può sostituire una pratica fisica e che “l’incapacità di fare movimento” non sia una malattia che richiede uso di droghe.

Quindi, mettiamo le scarpe da ginnastica e andiamo a fare esercizio, è meglio per la salute.

neifatti.it ©