I promessi gol (e il golasso di Mertens) Entrano nel vivo i mondiali di calcio. Le eliminatorie fanno pulizia. Tra poco gli scontri diretti. Le sette sorelle con risultati da 1-X-2

di Antonio Mango.

Mosca, 20 Giugno 2018 – C’era una volta l’Urss, Ėjzenštejn e la Corazzata Potemkin. A ricordarci della mitologia del passato, durante i mondiali di calcio di quest’anno, è rimasto solo l’inno nazionale. Commissionato da Stalin  durante la guerra, abbandonato e riammesso da Putin, l’inno  russo (e non più sovietico) fu possibile in fotocopia grazie a un Continua a leggere

Do you speak italian? Il mondo parla inglese? Sorpresa, nel continente africano troviamo scuole e canali tv italiani

di Danilo Gervaso.

Tripoli, 20 Giugno 2018 – Le lingue, in sé, non sono né belle né brutte. Sul piano storico, però, il collegamento fra l’italiano e la bellezza è alla base di un’opinione comune che ricorre da molto tempo fra le persone colte di tutto il mondo. Dal Rinascimento in poi, i grandi scrittori e artisti stranieri hanno qualificato l’italiano con decine di aggettivi di elogio: Continua a leggere

Uranio impoverito, la strage dimenticata dei militari italiani Il calvario di Lorenzo Motta per il riconoscimento della malattia. Nonostante il linfoma di Hodgkin, gli rispondono: «La sua patologia non è dipendente da cause di servizio»

di Arcangela Saverino.

Palermo, 20 Giugno 2018 – Ciò che è accaduto nelle missioni militari più recenti che hanno impegnato i militari italiani, dai Balcani al Golfo, si è trasformato in uno degli scenari più luttuosi nella storia delle forze armate di guerra: da vent’anni i reduci da tali missioni si ammalano per le conseguenze dell’uso di di armi contenenti uranio impoverito, Continua a leggere

Ciò che ha salvato la calotta di ghiaccio dell’Antartico 10.000 anni fa non lo salverà oggi La scala temporale è la chiave: la rapidità del surriscaldamento causato dalle emissioni di gas si scontra con i tempi degli eventi naturali

di Teresa Terracciano.

Potsdam, 19 Giugno 2018 – La ritirata delle masse di ghiaccio dell’Antartide occidentale dopo l’ultima era glaciale è stata invertita sorprendentemente circa 10.000 anni fa, hanno scoperto gli scienziati. Sollevata dal peso del ghiaccio, la crosta terrestre ha innescato il ri-avanzamento della calotta di ghiaccio. Continua a leggere

Il tuo bambino fa i capricci? Sarà un adulto ricco e di successo Il successo a scuola e, poi, nel lavoro, dipende anche dal fatto di essere stati ragazzini sempre pronti a sfidare i genitori e a contestare le regole

di Giulio Caccini.

Roma, 19 Giugno 2018 – Con vostro figlio è una sfida continua? Ha solo 10 anni ma è sempre pronto a contestare le regole, che si tratti del tempo stabilito per guardare la tv, dell’ora fissata per andare a letto, o del modo di stare a tavola? Certo, tutto ciò può essere molto stressante, ma d’ora in poi potete consolarvi pensando al futuro, Continua a leggere

Povertà, oltre 2 milioni di italiani beneficiano degli aiuti alimentari La punta dell’iceberg del disagio nel Paese dove quasi 500mila bambini non hanno cibo. E 3 persone su 4 hanno diminuito o annullato gli sprechi alimentari

di Fabrizio Morlacchi.

Roma, 18 Giugno 2018 – Quante facce può avere la povertà? Quelle più “note”, le troviamo agli angoli delle strade, hanno i corpi avvolti in cartoni e stracci per combattere i rigori delle notti da passare allo scoperto. Ma ce ne sono tante che non vediamo. Conducono una vita apparentemente normale anche se difficilmente le incontreremo in un ristorante o in un centro commerciale. Continua a leggere

Cosa c’entra il latte di riso con l’aterosclerosi? Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Milano-Bicocca ha scoperto che una particolare proteina è più efficace se somministrata con questa bevanda

di Pierluca Mandelli.

Milano, 18 Giugno 2018 – La ricerca è stata appena pubblicata sull’International Journal of Cardiology: la proteina APOA-1Milano, conosciuta per la sua azione protettiva contro l’aterosclerosi, è più efficace se somministrata tramite via orale in un “latte di riso terapeutico”, in quanto consente di ottenere un effetto terapeutico anche a concentrazioni molto basse. Continua a leggere

Ottanta anni fa spariva nel nulla il fisico Ettore Majorana: era lui l’“omu-cani” vissuto a Mazara? Indagini chiuse troppo in fretta. Rimane ancora qualche dubbio: se è stato prodotto un esame Dna perché è stato nascosto?

di Giusi Benigno.

Mazara del Vallo (Tp), 17 Giugno 2018 – Un mistero lungo 80 anni… Il barbone, di nome Tommaso Lipari, vissuto Mazara del Vallo dal 1940 al 1973, chiamato “l’Omu Cani”  fosse in realtà Ettore Majorana, il famoso scienziato misteriosamente scomparso nel 1938. Una mattina d’estate del 1973 le prime persone che passarono per la piazza principale, Continua a leggere

Leggiamo ‘Il bambino senza tempo’ di Michele Iacono Una riflessione sullo spazio ontologico e sul rapporto dell’uomo con Dio in un libro che tiene con il fiato sospeso fino all'ultima pagina

di Arcangela Saverino.

Palermo, 17 Giugno 2018 – Nel film “32 dicembre” Luciano De Crescenzo spiega che il Tempo, senza emozioni, è solo un orologio: «Il tempo è un’emozione, ed è una grandezza bidimensionale, nel senso che lo puoi vivere in due dimensioni diverse: in lunghezza e in larghezza. Se lo vivete in lunghezza, in modo monotono, sempre uguale, dopo sessant’anni, voi avete sessant’anni. Se invece lo vivi in larghezza, con alti e bassi, innamorandoti, magari facendo pure qualche sciocchezza, allora dopo sessant’anni avrai solo trent’anni. Il guaio è che gli uomini studiano come allungare la vita, quando invece bisognerebbe allargarla». Continua a leggere

Fake news sempre meno social Cala il consumo di notizie su Facebook. Ora ci si informa con WhatsApp. Meglio o peggio?

di Giuseppe Delle Cave.

Roma, 16 Giugno 2018 – Cala il consumo di news sui social, mentre cresce l’abitudine a reperire notizie attraverso le app di messaggistica istantanea. Ce lo dice il rapporto Digital News Report 2018 di Reuters. Dunque, sempre meno persone leggono (e prendono per buone) le notizie Facebook e, di contro, crescono sensibilmente coloro che s’informano attraverso WhatsApp. Ma questo è meglio o peggio? Continua a leggere

1 2 3 4 5 7