Pubblicato il: 13 agosto 2018 alle 8:00 am

Dove andare a Ferragosto? Si preannuncia una giornata record per il turismo in Italia. Tutto esaurito in molte località. Mete preferite, come sempre, mare, montagna e luoghi d’arte. Il volontariato non va in ferie

di Fabrizio Morlacchi.

Roma, 13 Agosto 2018 – Ferragosto in Trentino? Tutto esaurito. E’ Trentino Marketing, in contatto con le Apt di zona, a farlo sapere, mentre l’Ispat certifica un dato positivo per il periodo maggio-luglio: +1,8%. Comunque si registrano nell’arco degli ultimi tre mesi oltre 5.100.000 presenze per la componente alberghiera ed extralberghiera, con il mese di luglio che arriva quasi a 3.100.000.

Torniamo al Ferragosto. C’è chi parla di sold-out, con prenotazioni vicine all’88% delle camere con punte del 93% nelle località balneari, e visitatori stranieri in aumento. Bene anche le destinazioni montane, con tassi d’occupazione media intorno al 90%. Le città d’arte sono all’84%, mentre le località termali si fermano al 65%. Tra le regioni, le più prenotate sono la Sardegna (93% della disponibilità già riservata) e il Trentino Alto Adige e la Liguria (92%).

Secondo le rilevazioni e le analisi condotte da Cst per Assoturismo Confesercenti, per il trimestre estivo giugno-agosto si prevedono 218,9 milioni di presenze, 4,5 milioni in più dell’estate record dello scorso anno.

Mare, montagna o percorsi d’arte, purché si parta

Secondo Coldiretti quasi sei italiani su dieci (57%) non restano a casa per Ferragosto e hanno deciso di mettersi in viaggio per raggiungere parenti e amici, andare in vacanza al mare, in campagna e in montagna o per fare una semplice gita. E’ quanto emerge da una indagine Coldiretti/Ixe’. “La stragrande maggioranza degli italiani – sottolinea la Coldiretti – si mette dunque in moto e solo per poco meno di un italiano su quattro (19%) il Ferragosto è un giorno come gli altri e non intende fare nulla di particolare o deve lavorare; mentre il 24% coglie l’occasione per stare in casa a riposare. Quello di Ferragosto – continua la Coldiretti – resta dunque il momento clou delle vacanze degli italiani. Con le ultime partenze salgono infatti a 21 milioni gli italiani che hanno deciso di concedersi almeno un giorno di vacanza fuori casa ad agosto nell’estate 2018. Se è il mare con il 62% è la meta dei viaggi più gettonata dagli italiani in vacanza, al secondo posto – precisa la Coldiretti – si classificano le città d’arte a pari merito con parchi, oasi, riserve e la campagna, seguiti dalla montagna. Il 60% degli italiani in viaggio – conclude la nota – ha scelto di alloggiare in case di proprietà, di parenti e amici o in affitto ma tra le preferenze si segnalano nell’ordine anche alberghi, bed and breakfast, villaggi turistici e gli agriturismi”

Tra siti archeologici e città d’arte si segnala in Campania l’apertura regolare dei siti vesuviani anche mercoledì 15, giorno di Ferragosto: il Parco archeologico di Ercolano, Oplontis, Boscoreale e Stabia accoglieranno turisti e visitatori come già avviene in questo periodo dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo ingresso 18.00); a Pompei dalle 9.00 alle 19.30. Per chi vuole tuffarsi nelle meraviglie della natura, c’è il sentiero del Gran Cono al Vesuvio che sarà visitabile dalle 9.00 alle 18.00. Il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa che custodisce la riproduzione della Bayard, il treno che inaugurò la prima tratta ferroviaria Napoli – Portici del 1839 sarà aperto, mercoledì 15 agosto, in via straordinaria dalle 9.30 alle 19.30.

Tra i siti naturalistici più visitati di questa estate, “Le Mole di Narni”, a ridosso delle gole del fiume Nera, non distante dal ponte di Augusto che è raggiungibile con una pedalata di cinque chilometri. Tanti i turisti che hanno inserito la “laguna blu umbra” nel proprio itinerario.

A Milano, un invito speciale

Ma ferragosto è anche solidarietà. Come per la “Casa della carità” di Milano: “L’invito a partecipare alla festa è rivolto a tutti coloro che sono soli a Milano. E se qualcuno volesse unirsi a noi per dare una mano come volontario è il benvenuto!”, dice don Virginio Colmegna. “Come ogni anno, l’invito, insieme a ospiti e operatori, agli anziani del quartiere che frequentano la Casa e ad alcuni residenti delle case popolari seguiti dai nostri custodi sociali, è aperto a tutti coloro che sono soli a Milano”, afferma il presidente della Casa della carità don Colmegna. “Saranno presenti i nostri volontari, che si occuperanno di allestire i tavoli, servire il pranzo e animare la festa. Ma se qualcuno volesse trascorrere in modo diverso il Ferragosto e unirsi a noi per dare una mano, è il benvenuto”, aggiunge. L’appuntamento è per il 15 agosto alle 12, in via Francesco Brambilla 10. Si comincerà con la Santa Messa, cui seguirà un grande pranzo. La festa continuerà poi con un pomeriggio di musica, canti e balli.

neifatti.it ©