Pubblicato il: 8 novembre 2018 alle 7:00 am

Cosa devo sapere sui disturbi alimentari? Negli Stati Uniti vengono diffuse periodicamente informazioni utili per aiutare persone affette da disturbi alimentari. Riproponiamo un articolo a cura del Dipartimento di Medicina dell’Università del Michigan

di Giulio Caccini.

Lansing, 8 Novembre 2018 –  Negli Stati Uniti, 20 milioni di donne e 10 milioni di uomini soffrono di un disturbo alimentare clinicamente significativo in qualche momento della loro vita, tra cui anoressia nervosa, bulimia nervosa, disturbo da alimentazione incontrollata. Ogni 62 minuti almeno una persona muore come conseguenza diretta di un disturbo alimentare, ecco perché negli Usa i disturbi alimentari hanno il più alto tasso di mortalità di qualsiasi malattia mentale.

I due tipi più noti di disturbi alimentari sono l’anoressia nervosa e la bulimia nervosa. Possono verificarsi separatamente o insieme nella stessa persona. Una persona che ha un disturbo alimentare non è sempre magra. Alcune persone con disturbi alimentari sono addirittura sovrappeso. Il disturbo da alimentazione incontrollata è un altro tipo di disturbo alimentare.

Uomini e ragazzi possono avere disturbi alimentari?

I disturbi alimentari colpiscono molto spesso le ragazze e le donne. Il 13% delle donne over 50 sono affette da disturbo alimentare. Ma anche i ragazzi e gli uomini possono avere un disturbo alimentare. Il disturbo alimentare incontrollato colpisce donne e uomini allo stesso modo.

Cos’è l’anoressia nervosa?

Per essere diagnosticati con anoressia, una persona:

Deve essere inferiore del 15% rispetto al peso ideale.

Ha una paura intensa di essere grassa, anche se sono sottopeso.

Ha una visione distorta del proprio corpo o nega che il suo peso ridotto sia un problema.

Ha amenorrea.

Può mangiare e vomitare.

L’anoressia colpisce di solito gli adolescenti e soprattutto le ragazze. Si stima che l’1% delle femmine abbia anoressia nervosa. È più comune tra le persone nei gruppi a più alto reddito e nei gruppi che apprezzano la magrezza (come atleti, ballerini e modelli). Di solito inizia intorno ai 13-14 anni o ai 17-18 anni.

Cos’è la bulimia?

Per ricevere una diagnosi di bulimia nervosa, una persona:

Binge eat (mangia più cibo tutto in una volta rispetto a quello che la maggior parte delle persone normalmente mangia nello stesso ambiente).

Sente una mancanza di controllo durante il binge eating.

Purifica il corpo vomitando, digiunando (non mangiando per 24 ore), allenandosi eccessivamente o abusando di pillole per la dieta, lassativi, clisteri o diuretici.

Binge e vomita regolarmente per un periodo di tempo.

Ha un’immagine di sé basata principalmente sulla forma del corpo e sul peso anziché su altri tratti.

Le persone con bulimia possono essere ovunque dal sottopeso, al peso normale, al sovrappeso. Si stima che fino al 3% delle donne in età universitaria abbia bulimia.

Che cos’è il disturbo da alimentazione incontrollata?

Il disturbo da alimentazione incontrollata viene diagnosticato quando una persona:

Continua a mangiare nel tempo più cibo tutto in una volta rispetto a quello che la maggior parte delle persone mangerebbe nello stesso ambiente.

Percepisce una mancanza di controllo durante il binge eating.

Mangia velocemente durante le abbuffate.

Overeats al punto di disagio.

Mangia molto quando non ha fame.

Mangia solo per vergogna.

Si sente disgustata di sé, depressa o molto colpevole dopo aver mangiato troppo.

È preoccupata per il suo binge eating.

Potrebbe essere il disturbo alimentare più comune. Circa il 40% delle persone obese potrebbe avere questo problema.

Cosa causa i disturbi alimentari?

Non lo sappiamo per certo. Molti fattori che lavorano insieme possono portare a disturbi alimentari. La dieta non controllata può essere un fattore di rischio. Circa due terzi dei nuovi casi di disturbi alimentari sono nelle ragazze e nelle donne che hanno seguito una dieta.

Un disturbo alimentare può essere pericoloso per la salute di un ragazzo?

I disturbi alimentari possono causare molte pericolose malattie mediche e mentali.

È pericoloso usare i farmaci per perdere peso?

L’uso regolare di diuretici, lassativi e pillole dimagranti può causare problemi potenzialmente letali. E non funzionano nemmeno così bene per la perdita di peso. L’uso di sciroppo di ipecac per provocare il vomito può anche portare a gravi malattie o alla morte.

Fonte: http://www.med.umich.edu/yourchild/topics/eatdis.htm

neifatti.it ©