Pubblicato il: 1 dicembre 2018 alle 7:00 am

Il Taekwondo parla campano Importante affermazione per gli atleti della Rocky Bulls. Antonio Di Maggio nuovo coordinatore nazionale sport da combattimento Endas

di Alex Cotronei.

Roma, 1 Dicembre 2018 – Si è tenuto a Latina il primo Jidokwan National Open di Taekwondo Wt di combattimento. Un evento di portata nazionale, sotto l’egida dell’Endas, con quasi 200 atleti a rappresentare diverse regioni italiane.

Tra i protagonisti assoluti la Rocky Bulls, centro sportivo specializzato in Fitness dal 1993, con figure professionali, come Vincenzo e Giuseppe Iadicicco, tecnici laureati in Scienze Motorie.

La Rocky Bulls ha rappresentato la selezione campana Endas con atleti napoletani ed avellinesi, che hanno preso parte alle gare, coinvolgendo tutte le classi di età, dai novizi ai Master. Straordinari i numeri per la rappresentativa della Campania, che ha portato a casa 11 ori, 13 argenti ed un bronzo.

Le buone notizie per Endas però non finiscono qui, un raggiante Gianluca Esposito, vice presidente nazionale, nonché responsabile del Dipartimento Sport, annuncia l’ingresso, come Coordinatore nazionale Sport da combattimento ENDAS, di Antonio Di Maggio, un autentico pezzo da novanta nel mondo marziale, avendo ricoperto in passato il ruolo di segretario generale della FITKA (Federazione Italiana Taekwondo e Karate), e di Segretario Generale FITA (Federazione Italiana Taekwondo).

«Antonio Di Maggio è una garanzia assoluta di qualità, competenza e serietà – ha detto Esposito -. Averlo in Endas è una ulteriore testimonianza della crescita e della bontà del nostro progetto. Ringrazio Antonio per aver accettato la proposta, sono certo che faremo tanta strada assieme». Le ultime parole sono per i ragazzi che hanno conseguito risultati strepitosi agli Assoluti di Latina: «Un successo strepitoso. I miei ringraziamenti vanno a tutti i ragazzi e a tutte le ragazze che hanno partecipato, nonché a Giuseppe e Vincenzo Iadicicco per il grande lavoro che stanno svolgendo per il territorio napoletano».

Il Taekwondo è lo sport di combattimento più diffuso al mondo: con 204 nazioni affiliate, la World Taekwondo Federation (WTF) è al 6° posto tra le federazioni olimpiche estive per numero di paesi membri. La stima sui praticanti parla di circa 70 milioni di persone, presenti in tutti i 5 continenti; in Italia, dove è arrivato nel 1966 grazie a Sun Jae Park, si accinge a raggiungere i 30000 tesserati.

E’ diventato Sport Olimpico ufficiale a partire dai Giochi di Sydney 2000 ed è stato confermato nei 25 ‘core sport’ per Rio 2016 e Tokyo 2020.

neifatti.it ©