Pubblicato il: 22 dicembre 2018 alle 8:00 am

Hai un progetto scientifico che vuoi far conoscere? Proponilo Il Festival della Scienza raccoglie call proposte di eventi per la prossima edizione. Parola chiave: Elementi

di Francesco Nardone.

Genova, 22 Dicembre 2018 – Il Festival della Scienza è dal 2003 un punto di riferimento per la divulgazione della scienza.

È un’occasione di incontro per ricercatori, appassionati, scuole e famiglie: uno dei più grandi eventi di diffusione della cultura scientifica a livello internazionale. Si svolge ogni anno a Genova, la prossima edizione dal 24 ottobre al 4 novembre 2019.

In 11 giorni si contano oltre 300 eventi: incontri, laboratori, spettacoli e conferenze per raccontare la scienza in modo innovativo e coinvolgente, con eventi interattivi e trasversali; ad aprire le porte del Festival sono gli animatori; più di 500 giovani accolgono altri giovani, provenienti da tutto il mondo. In 15 edizioni il festival ha accolto quasi 3 milioni di visitatori.

E, come ogni anno, il Festival della Scienza raccoglie tramite call proposte di eventi (mostre, laboratori, conferenze, eventi speciali, spettacoli) che potranno andare a comporre il programma definitivo della manifestazione.

La parola chiave della prossima edizione sarà “Elementi”; paese ospite i Paesi Bassi. Perché Elementi? Ce lo spiegano gli organizzatori dell’evento.

“Elementi è una parola che rimanda a concetti che sono alla base di teorie e esperienze in ogni campo della conoscenza scientifica. A 150 anni dalla formulazione del sistema di classificazione proposto da Mendeleev, il 2019 è stato dichiarato Anno Internazionale della Tavola Periodica degli Elementi. Un lungo cammino quello fatto dalla chimica, dai quattro elementi aristotelici al sistema periodico moderno, i cui elementi si sono poi scomposti attraverso le scoperte della fisica in particelle sempre più elementari e ricomposti grazie alla biologia in elementi base della struttura del DNA, molecole, cellule, organi e organismi”.

Ma non solo. Perché il termine elemento in matematica corrisponde a concetti astratti che stanno alla base di teorie fondamentali come l’insiemistica, la geometria e il calcolo infinitesimale.  Elementi sono gli individui di una comunità, i principi fondamentali di una scienza, di un’arte o di una tecnica, i componenti con i quali descriviamo l’ambiente popolato da esseri viventi che crescono, si sviluppano e si evolvono.

“Il premio Nobel Richard Feynman, uno dei più grandi fisici teorici del ‘900, alla domanda quale fosse la più importante idea scientifica da conservare, qualora se ne potesse conservare una sola, rispose “l’idea di atomo”, nel senso etimologico del termine, ovvero l’idea che la materia sia fatta da componenti “elementari” che interagiscono fra loro”, viene ancora spiegato sulle pagine web del Festival aggiungendo che il paradigma riduzionista, proprio del metodo scientifico galileiano, esprime l’idea che gli oggetti via via più complessi obbediscano a leggi fondamentali che governano gli elementi che li compongono. Di contro, molte tesi anti-scientifiche hanno spesso, un fondamento anti-riduzionista basato su idee olistiche obsolete, che la scienza moderna ha dimostrato essere sbagliate. E, tuttavia, è proprio la consapevolezza dell’enorme distanza tra il sapere attuale e la conoscenza necessaria per comprendere i sistemi complessi che popolano il nostro universo e il nostro mondo quotidiano a spingere ogni giorno gli scienziati a cercare leggi elementari, in grado di formalizzare e decifrare la natura.

Per partecipare al bando è necessario registrarsi all’indirizzo: http://call.festivalscienza.it

Il termine per l’invio delle proposte è l’8 febbraio 2019.

neifatti.it ©