Pubblicato il: 22 dicembre 2018 alle 7:00 am

L’arte italiana acclamata dalla critica mondiale Opere di giovani talenti del nostro Paese tra i 4mila artisti provenienti da tutto il mondo nel contesto di Art Basel a Miami

di Danilo Gervaso.

Miami Beach, 22 Dicembre 2018 – L’arte italiana ha sempre avuto un posto speciale nel cuore degli estimatori a stelle e strisce. Ma nelle ultime settimane si è fatta notare negli Usa, nel cuore pulsante di Miami Beach, durante la settimana dell’art week più eclettica e tropicale dell’arte contemporanea, che va in scena a Miami beach nella prima decade di dicembre.

“È un onore esser stato invitato all’evento artistico mondiale più prestigioso dell’arte contemporanea – afferma il Presidente di Re d’Italia Art, Marco Giordano – al fianco delle gallerie più importanti e degli artisti più quotati”.

Art Basel a Miami Beach presenta ogni anno opere d’arte provenienti da tutto il mondo. Oltre 250 delle principali gallerie internazionali partecipano, attirando oltre 70.000 visitatori e offrendo una settimana entusiasmante e stimolante per artisti, collezionisti, curatori, critici e appassionati d’arte.

“Ho partecipato ad una serie di appuntamenti prestigiosi – dichiara Marco Giordano – Hotel Victor, Milano meets Miami, su Ocean Drive, in uno stupendo panorama, con una mozzafiato veduta sull’Oceano Atlantico, nel quale sono stati esposti i quadri di artisti che ho avuto l’onore di rappresentare; la presentazione della scultura Insieme di Lucio Oliveri a Miami e in alcune zone della Florida e l’incontro con i buyers ad Art Basel. Ci siamo confrontati con queste realtà portando i nostri artisti al fianco di importanti personalità dello scenario artistico e culturale”.

Quest’anno, oltre 200 tra le più importanti gallerie internazionali di arte moderna e contemporanea del mondo hanno esposto opere di oltre 4.000 artisti, tra cui dipinti, sculture, installazioni, fotografia, film, video e arte digitale. I visitatori hanno trovato sia opere di giovani artisti che capolavori di livello museale.

“Il connubio di due energie – dichiara il critico d’arte, Alberto d’Atanasio, descrivendo la scultura Insieme, alla presentazione ufficiale- quella che viene dall’alto dal padre, che offre la destra, la mano del diritto e quella del bimbo, che si aggrappa dalla mano sinistra, all’indice, che da sempre indica la forza. Il bimbo permette al padre, di vivere in eterno attraverso l’arte”.

In esposizione gli italiani talentuosi: l’artista lucano Antonello Capozzi, con i suoi colori sfavillanti; il salernitano Carlito T., con i suoi volti di donne comuni, coglie l’essenza dell’estro femminile; Alessandra Greco, con le sue forme astratte; Giovanna Orilia, con le imponenti forme architettoniche; Paola Ruggiero con i suoi fondi con un action painting impulsivo. Infine Domenico Villano, con i suoi quadri con la tecnica del decollage. Opere raffiguranti musicisti, che hanno fatto la storia della musica jazz americana come Louis Armstrong e Jimi Hendrix.

Sotto un magnetico cielo rosato Miami beach ha concluso la diciassettesima edizione di Art Basel. L’appuntamento pseudo-estivo (la temperatura ha superato i 30°) ha esposto l’arte moderna e contemporanea più glam assumendo un tono dissacratorio.

Fondata nel 1970 da galleristi di Basilea, Art Basel oggi ospita le più importanti mostre d’arte al mondo per l’arte moderna e contemporanea. L’impegno di Art Basel si è esteso oltre le fiere d’arte attraverso una serie di nuove iniziative come Art Basel Cities, con programmi culturali su misura.

Viene considerata dagli addetti ai lavori la più importante fiera d’arte contemporanea negli Stati Uniti. Di sicuro è un luogo per affari all’insegna dell’arte. Ancora oggi si parla, per esempio, dei 9,5 milioni di dollari che nel 2017 giravano intorno all’installazione dell’artista Bruce Nauman, “Untitled” (“Due lupi”, “Due cervi”), che all’occhio inesperto era praticamente una scultura sospesa di cervi e lupi decostruiti. Chiaramente, era molto di più, ma per i non esperti era solo un acquisto strano e bizzarro. Appuntamento consolidato nel tempo all’interno del Miami Beach Convention Center, Art Basel è uno dei migliori eventi per i cacciatori di occasioni in cerca di opere d’arte a prezzi accessibili, ma anche per amanti di feste esclusive – e gratuite – riservate a un pubblico esclusivo.

neifatti.it ©