Pubblicato il: 30 dicembre 2018 alle 7:00 am

L’Airbnb dei funerali, ma chi la scrive la recensione? Arriva anche in Campania l’app per comparare onoranze funebri, della regione o di tutta Italia. L’estremo saluto con un click

di Armando Pannone.

Napoli, 30 Dicembre 2018 – Silenzio e lacrime in Italia, musica e cibo negli Usa. Il funerale è tra quegli appuntamenti che non si possono saltare. Prima o poi, tocca a tutti. Lasciate stare i gesti scaramantici, però, e leggete questa curiosa novità. Arriva un’app per gestire le esequie.

L’ha lanciata Lastello, presente sul web dal 2016, primo comparatore in Italia di funerali e onoranze funebri per funerali tradizionali e cremazioni.

Sul sito si possono indicare le varie opzioni, dalla scelta della cassa, ai valletti che dovranno sorreggerla, dai fiori al carro, potendo optare ancora per una cerimonia tradizionale o per la cremazione. I numeri riportati sono significativi: 817 persone che si sono rivolte al portale, 10mila preventivi realizzati, 524 agenzie iscritte in tutto il Paese in circa 2300 comuni.

Gianluca Tursi, CEO, Service & User Experience Designer, che ha sviluppato l’idea con Francesco Gnarra CTO, web e app developer, la spiega così: “L’idea di Lastello (il cui nome deriva da last hello, l’ultimo saluto in inglese) nasce quando, insieme con gli altri due co-founder, ci siamo resi conto che non c’erano startup o aziende innovative nel settore delle onoranze funebri, un settore particolarmente delicato eppure pieno di storie di poca trasparenza e speculazione. Per questo, abbiamo sviluppato un servizio semplice, trasparente e geolocalizzato, per permettere di visualizzare prima le offerte delle agenzie più vicine”.

Dalla homepage si accede al form per il preventivo, dove si indica la tipologia di funerale e il Cap.

Dopo i risultati incoraggianti ottenuti attraverso il portale (www.lastello.it), Lastello ha deciso di lanciare la sua app, per iOs e Android, che, allo stesso modo, permette di confrontare, in soli 3 passaggi, sia le agenzie più vicine sia i prezzi.

“Un modo ancora più semplice e veloce per trovare la migliore soluzione tra quelle proposte – viene spiegato -, grazie anche a un algoritmo in grado di valutare la qualità delle imprese funebri e offrire ai clienti la possibilità di fare la scelta giusta. Allo stesso modo il team di Lastello ha sviluppato e implementato nell’app un sistema di ‘recensioni’ che verifica la bontà dei preventivi e l’effettiva esecuzione del servizio acquistato, con un servizio di valutazione da parte degli utenti. I preventivi che vengono richiesti sono sempre gratuiti e senza impegno, ma soprattutto senza costi nascosti e consentono di risparmiare in media fino al 30% rispetto al preventivo in agenzia”.

Lastello è attivo nella maggior parte delle province italiane, con la città di Roma in testa per numero di agenzie iscritte (oltre 50). Sono previste, poi, funzioni esclusive per le agenzie e l’aggiunta di un sistema di necrologi per dare modo agli utenti di condividere informazioni sul funerale con parenti e amici, tramite un sistema di messaggistica integrata tra la App e WhatsApp.

Roma è la città in cui si registra la più alta percentuale di ricerca di preventivi online – il 19,4% delle ricerche, equivalente a quasi 9400 preventivi -, seguita da Milano con il 17,7%- equivalente a oltre 8400 preventivi – e al terzo posto, molto indietro, Napoli con il 4,4%, con poco più di 2100 preventivi.

In Campania sono 12, di cui 4 nella città di Napoli, le agenzie di pompe funebri che hanno aderito all’iniziativa.

Le regioni più costose per quanto riguarda l’organizzazione di un funerale sono, in ordine, la Sardegna, con una spesa media di 3148 euro, l’Umbria con 3113 euro e il Friuli Venezia Giulia con 2770 euro. Tra le più economiche, invece, la Toscana, la Liguria e la Campania con 2351 euro.

Tra le curiosità: il dato relativo al rapporto tra funerali tradizionali, scelti nel 75% dei casi (divisi tra tumulazione e sepoltura) e cremazione, preferita dal restante 25%.

neifatti.it ©