Pubblicato il: 6 gennaio 2019 alle 7:00 am

“Fondamentalmente”, quando un avverbio maschera le carenze lessicali Ecco un altro intercalare dei nostri tempi: sono tanti quelli che lo usano in modo improprio solo per dare una certa “bellezza” al modo di esprimersi, un colorito che vuole mettere in luce un’espressione che sia al passo coi tempi

di Giosuè Battaglia.

Roma, 6 Gennaio 2019 – La lingua italiana nel corso degli anni ha risentito molte volte l’uso di vocaboli, assonanze e modi di dire, che hanno mantenuto la scena per lunghi periodi, rappresentando dei tormentoni anche se solo usati quali elementi di lessico. Questi elementi nascono da un momento storico, da un determinato stato d’animo il più delle volte riflettente un sentire interno che rappresenta, poi in generale, un modo di agire o percipiente di taluni intendimenti. Oggi l’elemento lessicale che costituisce il tormentone temporale, è l’avverbio “fondamentalmente”, quell’avverbio che deriva dall’aggettivo “fondamentale”, cioè alla base di quanto si sta sviluppando nel discorso. Così anche l’uso di questo vocabolo, racchiude in sé un momento di vita sociale nel quale è bene esprimere una precisa affermazione che possa dare il massimo della sua fondatezza, una base solida per la continuazione di un discorso serio e sul quale non ci sia ombra di dubbio.

Nel nostro tempo la società è piena di falsi profeti e di personaggi che basano la vita su espedienti alla giornata, poco importandosi di vendere chiacchiere per i loro fini. Quindi l’uso di questo avverbio è prerogativa della certezza di ciò che si sta affermando; la base sulla quale si estrinseca una certa tesi. E’ un’asserzione che spesso viene pronunciata dai più senza nemmeno farci caso, un intercalare che serve a modificare l’andamento degli elementi di un discorso, in modo che possa essere più convincente e basilare per quanto affermato. Sicuramente vi sono quelli che lo usano in modo improprio e solo per dare una certa “bellezza” al modo di esprimersi, un colorito che vuole mettere in luce un’espressione che sia al passo coi tempi e che mostri una certa “cultura” di linguaggio che non gli appartiene.

Così “fondamentalmente” ha sinonimia con “sostanzialmente”, “alla base”, e che potrebbero essere usati in maniera più scorrevole in unione con altri elementi. Infatti, usato impropriamente da un locutore che non ha un certa proprietà di linguaggio, non dà la dovuta assonanza alle parole. Tale excursus sull’argomento rappresenta solo una trattazione sul modo di essere e di atteggiarsi da parte dell’individuo in un certo tempo, che cambia in usi, costumi e aspetti, portando ad atteggiamenti che riflettono un modo di apparire del momento.

neifatti.it ©