Pubblicato il: 20 gennaio 2019 alle 7:00 am

Il peggior tradimento? E’ quello che avviene in amore La clamorosa vicenda di un magnate americano, sposato, tre figli, che ha scoperto di non poter procreare. La moglie lo ha sempre ingannato. Come si può nascondere per così tanti anni uno stato d’animo basato sulla menzogna?

di Giosuè Battaglia.

Roma, 20 Gennaio 2019 – E’ di questi giorni la notizia di un magnate americano che a sessant’anni scopre di aver, fin dalla nascita, una cisti all’apparato genitale che non gli avrebbe mai permesso di procreare. Egli aveva avuto dall’ex moglie tre figli e con la separazione avvenuta tre anni fa, aveva dovuto risarcire la famiglia con ben due milioni di dollari per motivi legati a vario titolo. Quindi, venuto a conoscenza della verità, ha rifatto causa alla ex moglie che ha ammesso di aver concepito i figli avuti fuori del matrimonio dal suo amante. Tale episodio effettivamente rappresenta un fatto increscioso che mette a dura prova un uomo che ha creduto di aver avuto un rapporto matrimoniale con una persona che, nonostante tutto, ha condiviso un amore paterno ignaro di ciò che covava a sua insaputa. Ovviamente entrano in gioco tanti stati d’animo che fanno riflettere sul vero amore che si può condividere con un persona che sta barando e che continua a fingere su un sentimento ritenuto da sempre un sentimento serio e che si realizza innanzitutto attraverso uno stato di condivisione coinvolgente una serie di rapporti non solo affettivi. Allora come si può nascondere per anni uno stato d’animo basato sulla menzogna e come si fa a vivere per anni accanto a una persona che si sta abbindolando in ogni momento di quella vita quotidiana, fatta di tante vicissitudini condivise. Forse tutto ciò è stato ben mascherato dal tenore di vita condotto a un certo livello e che si svolge su un piano d’indipendenza fra i coniugi e che va avanti con un rapporto familiare alla lontana e senza il diretto vivere in stretta unione, il legame matrimoniale quotidiano, fondato proprio sul contatto giornaliero dei componenti la famiglia.

Sulla vicenda si sono avute diverse interpretazioni dall’una all’altra parte. Comunque rimane un certo tradimento che la moglie avrebbe fatto al proprio consorte, nascondendogli la verità che purtroppo è venuta a galla dopo tempo grazie alla scienza medica e a tal proposito si pensa a quante volte sono accaduti fatti simili in passato e mai potuto rivelarsi e quante persone hanno portato di questi segreti nelle tombe. Il sentimento d’amore non può essere tradito da un comportamento ingannevole come quello messo in atto con grande astuzia. Diverso è il sentimento d’amore rispetto a quello dell’odio, in quanto quest’ultimo è basato su una reazione a un torto, invece quello dell’amore è una spinta che viene dall’interno e si basa su uno stato di piena armonia e che coinvolge un sentire interiore basato sull’attrazione spontanea verso l’altro individuo. Quindi con comportamenti del genere si tradisce il senso più elevato del sentimento, un senso più volte richiamato in tanti scritti osannanti proprio l’estrinsecazione e la trasmissione di tanti stati del proprio “Io”. Dei tanti richiami al sentimento amoroso, è quello evidenziato dal sommo poeta Dante Alighieri nel V canto dell’inferno: «Amor, ch’a nullo amato amar perdona», cioè:«L’amore, che non permette a nessuna persona amata di non ricambiare».

neifatti.it ©