Giuseppe Antoci, l’uomo che non si piegò a Cosa nostra: «Rimanere umani avendo la schiena dritta» L’ex presidente del Parco dei Nebrodi non si è mai fermato, né dopo l’attentato, subito nel 2016, né dopo la revoca del suo incarico. Porta in giro la sua storia, raccontata nel libro “La mafia dei pascoli”. E prosegue il suo impegno di testimonianza

di Anna Giuffrida.

Roma, 26 Marzo 2019 – Quando lo raggiungiamo telefonicamente, Giuseppe Antoci ci dice che è in macchina con la sua scorta. In questi giorni di presentazione del libro ‘La mafia dei pascoli’, scritto con il giornalista Nuccio Anselmo, Antoci sta portando in tutta Italia un pezzo di storia della mafia che ha fatto affari milionari sulle terre del Parco dei Nebrodi in Sicilia. Continua a leggere

“La mafia dei pascoli”, storie e cronaca di una criminalità spietata e affarista Nel libro di Nuccio Anselmo e Giuseppe Antoci si ripercorrono le vicende di una Cosa nostra arcaica della quale sono emersi solo adesso decenni di affari sporchi e l’impegno di chi l’ha combattuta in prima persona

di Anna Giuffrida.

Roma, 26 Marzo 2019 – Ottantaseimila ettari di area naturale protetta, con una biodiversità che la rende unica al mondo: è anche questo il Parco naturale dei Nebrodi in Sicilia. E qui, per decenni, migliaia di ettari di terreno hanno foraggiato una mafia antica e spietata che ha monopolizzato, nel silenzio generale, i bandi comunali per l’affitto dei terreni Continua a leggere