Pubblicato il: 11 maggio 2019 alle 8:10 am

Eruzioni sì, ma del Gusto Torna l'evento sul rapporto tra vulcanesimo e cibo. Dal 12 al 14 ottobre al Museo di Pietrarsa

di Vittoria Maddaloni.

Napoli, 11 Maggio 2019 – Sarà la sostenibilità declinata nelle sue componenti strettamente collegate tra loro economica, sociale e ambientale, il tema della seconda edizione di Eruzioni del Gusto in programma dal 12 al 14 ottobre 2019 al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa a Napoli, promossa da ORONERO dalle scritture del fuoco, associazione che favorisce lo scambio culturale tra i popoli per lo sviluppo economico pacifico, ponendo centralità a quelli che vivono nelle aree vulcaniche del pianeta.

Un evento culturale sull’enogastronomia e le “eccellenze” delle terre vulcaniche del nostro Paese, luogo d’incontro, di scambio, di condivisione. Un punto di riferimento dove discutere del cibo come espressione di culture, di modi di vivere, di identità.

Vulcanesimo e cibo come fattore di sviluppo economico sostenibile. Un viaggio che parte dalla Campania (Vesuvio, Campi Flegrei, Isole del Golfo, Roccamonfina) attraversa la Sicilia (Etna, Isole Eolie, Pantelleria) e raggiunge le principali aree geografiche di origine vulcanica del pianeta.

Eruzioni del gusto è stato presentato lo scorso 9 aprile al Salone del Vinitaly a Verona insieme alla Regione Campania che affianca l’iniziativa e, rispetto allo scorso anno, si arricchisce di nuovi contenuti in campo enogastronomico e turistico.

“E’ un risultato importante aver presentato la seconda edizione di Eruzioni del Gusto al Vinitaly insieme alla Regione Campania nello spazio istituzionale allestito con Unioncamere – dice Carmine Maione, presidente di Oronero -. Un riconoscimento per Oronero che a meno di un anno dalla nascita si è ritrovato a promuovere in un contesto internazionale la rete dei popoli, la cultura e la ricchezza dei territori vulcanici”.

L’enoturismo sarà uno dei grandi temi che caratterizzeranno l’evento di Pietrarsa e al Vinitaly è stato presentato in anteprima nazionale assoluta anche il logo di White Italy (Wine Hospitality International Tourism Experience), un nuovo progetto sull’enoturismo e l’ospitalità che partirà proprio dalla Campania.

Tra chef, sommelier, critici gastronomici, giornalisti e prodotti d’eccellenza, nei workshop e nelle tavole rotonde a Eruzioni del Gusto si confronteranno docenti, economisti, agronomi, urbanisti, architetti e designer sui temi dell’innovazione in agricoltura e nelle colture, sulla sostenibilità ai tempi dei cambiamenti climatici, sulla risorsa mare e la pesca nel Mar Mediterraneo.

Al convegno presenzieranno, tra gli altri, il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, il Laboratorio di Urbanistica e Pianificazione Territoriale sempre della Federico II, la Camera di Commercio di Napoli, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, l’Istisuto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, la Fondazione Dohrn, l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, Slow Food Vesuvio e numerosi Enti di ricerca e Ordini professionali, Certiquality, i Consorzi di tutela dop, l’AIS Campania e naturalmente le Aziende del settore.

neifatti.it ©