Il culto dei defunti dà ragione a Ugo Foscolo Pur convinto che dopo la morte non ci fosse più niente, il poeta sostenne l’idea che la tomba servisse a custodire il ricordo dell’estinto, ma la cremazione, sempre più diffusa, rischia di bruciare anche quello

di Giosuè Battaglia.

Roma, 16 Giugno 2019 – Dopo circa due secoli si attua la prima posizione dl pensiero del poeta Ugo Foscolo, il quale durante i diversi incontri intrattenuti col Pindemonte, asseriva che dopo la morte dell’uomo, non esistesse più niente perché con la morte si mette fine a Continua a leggere