Pubblicato il: 13 luglio 2019 alle 8:00 am

Tacete Mixtape 4 Fuori il nuovo mixtape firmato Salmo e Machete

di Domenico Izzo.

Roma, 13 Luglio 2019 – Pochi giorni sono passati dalla pubblicazione del ‘Machete Mixtape 4’, a soli 8 mesi dall’ultimo album di mr. Lebonwski, ‘Playlist’, ancora uno degli album più venduti e ascoltati, e nel mezzo di un tour che lo sta portando in giro per l’Italia.

Artista tra i più influenti nella scena rap italiana odierna, Salmo, al secolo made in Italy, fondata nel 2012), ha riunito i generali stellati della scena, tra gli altri Fabri Fibra, Gemitaiz, Madman, Marracash, Nitro, e i nuovi meteoriti che stanno impattando, o che già hanno impattato, lo scenario italiano, tra gli altri nomi troviamo Lazza e Massimo Pericolo, considerati senza alcun dubbio il futuro e il presente del nuovo rap.

La lista artisti comprende anche nomi dello scenario trap, quali Ghali, Izi, Tedua, produttori trap come Sick Luke, e nomi provenienti dai ranghi della Machete Crew, quali Dj Slait, El Raton, Dani Faiv, Jack the smoker, oltre al collettivo dell’etichetta satellite della Machete, la 333Mob, di cui fanno parte Lazza, Beba, madrina di una scena femminile fino ad oggi alquanto sterile, se non per alcuni sporadici momenti di luce, e tha Supreme, nato produttore, ma con un animo spiccatamente da rapper.

La chiave del mixtape è senza dubbio ‘hardcore’, per musicalità e per lessico, e non lascia spazio a canzoni d’amore.

Per chi non conoscesse, il mixtape è un album non ufficiale, di materiale inedito, prodotto, solitamente, per dare al pubblico musica che, nella logica di un’etichetta discografica, specie se si tratta di una major, sarebbe impossibile da proporre. Tra i più importanti produttori di mixtape, si annovera il nome di Gemitaiz, che con la sua “collana” di mixtape, QCVC (quello che vi consiglio), ha raggiunto l’ottava “stagione”, e resta uno degli ultimi a battere l’originale strada dell’utilizzare basi già esistenti per il mixtape, “un pazzo e un eroe” come lo ha definito il collega Madman ai microfoni di Radio105.

In questi ultimi giorni è scoppiata una ilare polemica riguardante un possibile “furto” della skin della copertina del ‘Machete Mixtape 4’, che ha visto protagonista il rapper americano del New Jersey, Mike Zombie, nel ruolo del ladro, e gli improbabili Salmo e Lazza, nel ruolo dei derubati, una scenetta divertente, se non altro per il tono scanzonato delle accuse: Salmo infatti scrive “You stole my cover! Give me the watch.”, facendo riferimento ad un viralissimo video, e Lazza la tocca piano definendo il mixtape dell’americano il “mixtape parallelo, il Tacete Mixtape”.

neifatti.it ©