Pubblicato il: 25 luglio 2019 alle 7:00 am

Non una tribute band! Al via in nuovo tour dei Queen: riconfermato Adam Lambert come frontman

di Domenico Izzo.

Roma, 25 Luglio 2019 – 34 anni sono passati, e qualche giorno, da uno dei più grandi spettacoli live che il mondo abbia mai visto, durante il quale, 2 miliardi di persone hanno assistito alla consacrazione di uno dei gruppi più emblematici, della musica Rock, di tutti i tempi: i Queen al Live Aid.

Si potrebbero riempire pagine su ogni singolo minuto di quella esibizione, sull’importanza di quel momento storico per il gruppo e, per mr. Mercury in particolar modo, sulle controversie riguardanti il gruppo, sulla “questione Sun City”, sui problemi che ci furono con la partecipazione all’evento e, tanti altri dettagli che ne aumentano il valore storico.

Nel Novembre dello scorso anno era ai botteghini mondiali la biografia di Freddy Mercury e dei Queen, versione romanzata e hollywoodiana della vera storia del gruppo, ma i numeri parlano chiaro: quasi un miliardo di incasso e svariati premi, tra i quali 4 Oscar.

Freddy Mercury, morto nel 1991 di Aids, ha lasciato il trono di frontman vacante e, il gruppo distrutto.

John Deacon, bassista dei Queen dal ’71, infatti, dopo qualche spettacolo (tra cui, nel 1992, il “Freddy Mercury Tribute Concert”, al quale parteciparono volti noti del Rock, e non solo), nel 1997, lascia il gruppo, ritirandosi a vita privata.

I superstiti del gruppo, Brian May (chitarrista) e Roger Taylor (batterista) negli anni, hanno portato, comunque, la loro musica in giro per il mondo con vari artisti, prima con i “Queen+Paul Rodgers”, poi, dal 2011, con i “Queen+Adam Lambert”, che ancora oggi collaborano. Adam Lambert è, infatti, il frontman designato dalle “vecchie queens” per il “The Rhapsody Tour 2019”, partito il 10 Luglio 2019 in Canada, e che toccherà, pressappoco, tutti i continenti, fino al 2020.

Nonostante l’indubbia capacità artistica, espressiva e la capacità di intrattenere della star di American Idol, non è possibile considerarlo un sostituto della “Queen del Rock”, poiché non terrebbe il confronto e, la critica non ha risparmiato di notarlo, e farlo notare, tanto da costringere Brian May a chiarire la situazione.

Il chitarrista ha, infatti, affermato che, nonostante “Freddy approverebbe”, non si può considerare Adam come suo sostituto, e ha aggiunto che la volontà di non sostituire Freddy, tantomeno con uno dei tanti sosia che ci sono, è forte, dato che per lui e mr. Taylor, “sarebbe stato difficile andare in tour con un suo sosia”.

Adam è, infatti, un artista a tutto tondo, che reinterpreta, secondo criteri suoi, la scaletta dei Queen, senza scadere in fievoli imitazioni di un’artista che era e resta ancora unico.

neifatti.it ©