Pubblicato il: 3 settembre 2019 alle 7:00 am

New York, con un ritardo di dieci anni apre la biblioteca di Hunters Point L'edificio progettato da Steven Holl, una scatola di cemento con vista su Manhattan, aprirà il 24 settembre

da New York, Stanley Ruggiero Tucci.

3 Settembre 2019 – È ufficiale: oltre un decennio dopo il primo annuncio, la filiale Hunters Point della Queens Public Library sta finalmente aprendo. QPL ha annunciato su Twitter che il nuovo edificio, una bizzarra scatola di cemento progettata da Steven Holl Architects, farà il suo debutto pubblico ufficiale il 24 settembre.

“Ci sono volute molte mani e un sacco di lavoro di squadra per dare vita a questo spettacolare edificio, uno sforzo tremendo che continuerà nel prossimo mese mentre ci prepariamo a una grande cerimonia di apertura”, ha dichiarato il presidente e CEO di QPL Dennis M. Walcott in una nota. “Non vediamo l’ora di lavorare con la comunità per servire Hunters Point e oltre, soddisfacendo una varietà di esigenze in un ambiente stimolante”.

La società di Holl ha rivelato per la prima volta il suo design per la biblioteca nel 2011, quando il progetto faceva parte di quello che allora era conosciuto come Queens West (poi ribattezzato Hunters Point South); tuttavia, negli anni successivi si arenò a causa di questioni burocratiche, questioni di bilancio e altro ancora. Lo sblocco c’è stato nel 2015 e da allora la costruzione è progredita lentamente ma senza sosta.

L’edificio stesso porta un nuovo interesse architettonico al lungomare di Long Island City; la facciata in cemento (che è punteggiata di alluminio per farlo brillare) ha una serie di ritagli di forma irregolare, che consentono una sbirciatina ai libri e agli spazi della comunità all’interno. Questi ritagli danno anche accesso ai settori delle biblioteche a una vista drammatica sullo skyline di Midtown proprio di fronte all’East River. Altri elementi eleganti includono un giardino di lettura sul tetto e uno spazio verde che circonda l’edificio.

La biblioteca è uno dei numerosi progetti civici guidati da starchitect per uscire dall’iniziativa Design and Construction Excellence dell’era Bloomberg, che ha scelto architetti di grandi nomi (Studio Gang, Rafail Viñoly) per progettare piccoli progetti di quartiere (una caserma dei pompieri a Brooklyn e una stazione di polizia a Staten Island, rispettivamente). Progetti, però, spesso ostacolati da “una tempesta perfetta di lentezza”, come ha scritto Justin Davidson a New York lo scorso anno, che può includere qualsiasi cosa, dalle modifiche del design agli accordi non sempre lineari tra appaltatori.

Il debutto della filiale progettata da Holl è “un motivo di festa”, come afferma Jimmy Van Bramer, membro del Consiglio comunale della Queens, che ha messo in palio 10 milioni di dollari per il suo completamento. “Ho lavorato a questo progetto da quando ero nello staff della Biblioteca pubblica del Queens”, ha dichiarato Van Bramer. “E, anche se ci sono stati momenti di grande frustrazione per i ritardi, so che generazioni di bambini e famiglie trarranno finalmente beneficio dal completamento di questo progetto”.

neifatti.it ©