Pubblicato il: 28 novembre 2019 alle 8:00 am

Il ‘Rap God’ ricelebrerà uno dei suoi primi successi Annunciata la data del ritorno di Slim Shady, è già un evento. Impazienti fan e cultori

di Domenico Izzo.

Roma, 28 Novembre 2019 – Presto, nel mercato musicale, farà il suo ritorno un disco che ha fatto la storia della musica, rap e non: The Slim Shady LP, nella versione expanded edition.

Pubblicato nel 1999, l’album ha l’onore di aver dato il La alla carriera del rapper bianco di Detroit, senza dubbio il più riconoscibile rapper mai nato.

Eminem, alter ego di Slim Shady, al secolo Marshall Bruce Mathers III, all’epoca della pubblicazione del disco, era poco più che una giovane promessa nella scena americana, sotto l’egida di Dr. Dre, ma, pur giovanissimo, già promotore di uno stile personale inimitabile.

“The Slim Shady LP”, registrò, sin da subito, buoni successi, anche grazie al singolo “My name is”, cult da subito, che negli anni ha venduto, da solo, oltre 20 milioni di copie, record che si inserisce bene nel contesto di un album che scosse il rap.

La critica accolse positivamente il disco, definendo Eminem un innovatore, che poteva rinnovare finalmente un genere che stava diventando fin troppo prevedibile, pur tenendo le distanze dalla cornice violenta dell’album.

Sin dal primo ascolto (e ciò diverrà più evidente nei successivi dischi), si nota la natura intermedia di Eminem, che sta in mezzo tra l’indole violenta e misogina di Marshall e, quella scanzonata e giullaresca di Shady, che dà vita a quello stile e a quella incomprensibilità tra tono scherzoso e serio, che caratterizzerà anche i suoi dischi successivi.

In questo album, la violenza, la misoginia e l’odio che Marshall porta dentro, si insinuano tra le parole di Shady, che ironizza, alleggerisce e parafrasa tematiche e racconti, rendendo quasi comico un album dai toni horror, quasi come trasformare Shining in un cinepanettone, come la felice gita al mare con la figlia, che racconta nella canzone “’97 Bonnie & Clyde”, con la madre chiusa nel bagagliaio: bisogna essere davvero bravi o davvero fuori di testa per riuscire a farci comicità.

Il ritorno dell’album, in versione expanded edition, celebrerà il 20° anniversario dalla sua pubblicazione, e aggiungerà alle 20 tracce originali, 10 nuove tracce, tra cui strumentali e versioni A Cappella.

Mentre il 13 dicembre (data in cui sarà ri-rilasciato il disco) si avvicina, la critica e i cultori sono impazienti di celebrare il disco che ha fatto la storia dell’autodefinitosi “Rap God”.

neifatti.it ©