Pubblicato il: 3 marzo 2020 alle 7:00 am

Social a prova di haters con il Chatbot Minerva Un innovativo strumento per far fronte alle fake news, contrastare gli odiatori ed evitare call center in tilt

di Teresa Gargiulo.

Roma, 3 Marzo 2020 – A lanciare l’appello ai Ministeri, in particolare a quello della Salute e dell’Innovazione,  è Alfonso Pecoraro Scanio che insieme al Prof. Domenico De Masi  attraverso la Fondazione Univerde, promuove il progetto realizzato da un team informale di giovani informatici e sviluppatori dell’Università della Sapienza che favorisce l’uso della rete per attivismo civico e buone pratiche contro fake news e haters.

Si tratta di un software progettato per simulare una conversazione con un essere umano, in grado di fornire informazioni corrette e dettagliate alla cittadinanza, ricavate unicamente da siti istituzionali certificati. Un sistema utile, veloce e innovativo che permette agli utenti di ricevere, in tempo reale, notizie certificate sull’emergenza coronavirus, evitando di intasare i call center e le linee telefoniche di autorità e strutture sanitarie.

L’auspicio è quello di agganciare il chatbot Minerva ai siti e alle pagine Facebook istituzionali dei ministeri, delle autorità preposte alla gestione dell’emergenza e di tutti quelli che vorranno supportare questa iniziativa di innovazione sociale.

“L’utente in cerca di informazione – ci spiega Francesco Paolo Russo, coordinatore del team dei giovani innovatori –  può chattare tramite questo sistema e recuperare ciò di cui ha bisogno, le informazioni sono tutte certificate poiché provengono da siti o fonti istituzionali, sfatando anche le numerose fake news che circolano in rete”.

 

La base di conoscenza del chatbot è stata elaborata attingendo dalle informazioni presenti sul sito del Ministero della Salute, in particolar modo attraverso le FAQ estratte dal link:    http://www.salute.gov.it/portale/malattieInfettive/dettaglioFaqMalattieInfettive.jsp?lingua=italiano&id=228

Il chatbot è già operativo al link m.me/minervaanticorpi e può essere agganciato a qualunque pagina Facebook o sito web.

Sostenitori dell’iniziativa, insieme all’ex Ministro Alfonso Pecoraro Scanio e al sociologo Domenico De Masi, sono: il Prorettore alle Politiche Energetiche della Sapienza Università di Roma, Livio De Santoli; il Direttore dell’Ufficio Europeo di Jeremy Rifkin, Angelo Consoli; il Presidente del Centro Consumatori Italia, Rosario Trefiletti; la Prof.ssa Enrica Amaturo, Coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale in Sociologia Digitale e Analisi del web all’Università degli Studi di Napoli Federico II; la Prof.ssa Elena dell’Agnese, Coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale in Turismo, Territorio e Sviluppo Locale all’Università Bicocca di Milano; l’ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori, l’agenzia di stampa Italpress e altre personalità e realtà.

Chiunque volesse supportare l’iniziativa può contattare il team all’indirizzo e-mail: infominervabot@gmail.com

neifatti.it ©