Pubblicato il: 25 marzo 2020 alle 8:00 am

Letture ad alta voce Il piccolo Principe, le storie di Collodi, Fratelli Grimm: il progetto “Leggere: forte!” risorsa per tutti

di Andrea D’Orta.

Firenze, 25 Marzo 2020 – Come far appassionare i più giovani alla lettura? Il tema si ripropone con forza in queste settimane in cui #restiamoacasa è la parola d’ordine per rallentare il più possibile la diffusione del #covid-19.

Ma se il primo approccio con un libro non sempre può rivelarsi agevole, la storia può cambiare se dello stesso libro si ha a disposizione un audio. Forse perché rimanda indietro alla lettura delle fiabe fatta da mamma e papà per aiutare il sonno dei bambini.

Ecco la soluzione. “Pinocchio” di Collodi, le favole dei fratelli Grimm, “Il Piccolo Principe”: sono solo alcuni dei titoli resi disponibili da oggi online dal progetto “Leggere: forte! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza” della Regione Toscana. Sono storie lette ad alta voce a disposizione di tutti coloro che vorranno utilizzarli in questi giorni di emergenza con bambini e ragazzi di fascia d’età che va dal nido alla scuola secondaria.

Un’occasione importante, per poter viaggiare stando fermi e allo stesso tempo beneficiare degli effetti positivi della lettura ad alta voce che praticata con regolarità aiuta chi ascolta a strutturare e sviluppare competenze cognitive, fondamentali per una crescita armonica.

Il team di “Leggere: forte!” ha predisposto sul canale youtube di Regione Toscana, (playlist “leggereforte”) una selezione di video e audio di letture ad alta voce realizzate dal gruppo di lavoro del progetto, coordinato da Federico Batini, docente dell’Università degli Studi di Perugia. Ricercatori, assegnisti, borsisti e volontari del movimento Laav (letture ad alta voce), assieme a educatrici e insegnanti dei nidi e delle scuole dell’infanzia regionali, hanno registrato e reso disponibile in poco tempo ottimo materiale. Un materiale più rilevante è stato messo invece a disposizione esclusivamente dei docenti come risorsa didattica per proseguire le attività con regolarità.

Dunque si allarga a tutti la possibilità di ascoltare le letture ad alta voce e beneficiare delle sue ricadute positive, quando praticata regolarmente e in modo intensivo. È già online una selezione di testi per la scuola dell’infanzia e della primaria, nei prossimi giorni saranno disponibili anche testi per la scuola secondaria.

“Il piccolo principe” di Antoine De Saint-Exupéry, “Cappuccetto Rosso” dei Fratelli Grimm, “Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino”, di Carlo Collodi, “Le scarpette rosse” di C. H. Andersen sono solo alcuni dei capolavori della letteratura per l’infanzia, storie narrate di generazione in generazione conosciute da tutti. Oltre ai grandi classici anche una storia inedita ispirata al nemico numero uno di questo periodo “COVID il Barbaro”.

Con “Leggere: forte! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza” la Regione Toscana punta a introdurre gradualmente in tutte le scuole di ogni ordine e grado la lettura ad alta voce quale strumento per lo sviluppo delle competenze cognitive di base dei bambini e dei ragazzi, del potenziamento della loro capacità intellettiva, delle abilità relazionali, delle emozioni, dello sviluppo del pensiero critico.

È un progetto di Regione Toscana realizzato con Università degli studi di Perugia, Ufficio scolastico regionale per la Toscana, Indire (Istituto nazionale documentazione innovazione ricerca educativa), Cepell (Centro per il libro e la lettura del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) e con la collaborazione di LaAV Letture ad Alta Voce.

neifatti.it ©