Pubblicato il: 2 aprile 2020 alle 8:00 am

Coronavirus, la Lega per la difesa del Cane in prima linea al servizio della popolazione colpita dalla crisi Migliaia di volontari LNDC in tutta Italia stanno assistendo, in collaborazione con gli enti locali, gli animali di persone in isolamento in totale sicurezza e nel rispetto delle norme

di Massimo Saccone.

Roma, 2 Aprile 2020 – Il coronavirus e la relativa quarantena stanno mettendo a dura prova tutta l’Italia in queste settimane. Tra tutte le persone coinvolte in vario modo dalle misure restrittive imposte dal Governo o dalla malattia vera e propria ci sono moltissimi proprietari di animali che in questo momento complicato si trovano in grande difficoltà. I volontari LNDC, nel rispetto delle norme vigenti e in collaborazione con le forze di polizia locali, stanno già facendo quanto possibile per dare assistenza a diverse persone nella gestione dei loro animali domestici, resa difficile dall’isolamento e dalle limitazioni degli spostamenti.

“Come in occasione dei terremoti che nel 2016 hanno colpito il centro Italia, anche in questa emergenza ci siamo messi a disposizione della Protezione civile per tutte le attività di supporto ai cittadini che a causa dell’emergenza coronavirus non possono accudire i propri animali – afferma Piera Rosati, presidente LNDC Animal Protection – io per prima sto aiutando famiglie che condividono la loro vita con un animale e che si trovano in quarantena, in isolamento domiciliare oppure ospedalizzate. Ai cittadini italiani e agli animali non mancherà mai il nostro sostegno e la nostra vicinanza”.

“Le attività vanno dall’accogliere animali che non possono essere accuditi a domicilio al trasporto per visita veterinaria urgente, dal supporto per la consegna di cibo all’aiuto per la semplice passeggiata all’aperto. Il tutto già viene svolto da gran parte degli attivisti LNDC e ovviamente nel massimo rispetto delle disposizioni governative per la prevenzione del contagio da coronavirus e per la sicurezza dei volontari e dei proprietari degli animali. Migliaia di risorse umane LNDC sono scese in campo, ora è importante che anche le istituzioni facciano la loro parte per garantire questa assistenza fondamentale per chi ha un animale da affezione.

“Voglio ringraziare la Protezione Civile che tanto si sta prodigando in questa emergenza, portando avanti quotidianamente un lavoro difficile e delicato – conclude la presidente Rosati – e, ancora una volta, ringrazio i volontari della nostra associazione per il prezioso lavoro che stanno continuando a svolgere nei rifugi e sul territorio nonostante le mille difficoltà e per la generosità mostrata dando la propria disponibilità ad aiutare chi ha più bisogno in questo momento difficile. Ricordo a tutti i cittadini che possono contattarci scrivendo a “emergenze@legadelcane.org” o telefonando al numero 335.6981807”.

neifatti.it ©