Israele, il Paese sempre in guerra, piegato alle ragioni del coronavirus La Pasqua ebraica si celebra in un’atmosfera surreale al punto che tutti i tradizionali appuntamenti sono saltati. Per la cena di Seder, che dà inizio e chiude la festa di Pesach, gli smartphone e i computer erano al centro della tavola, eccezionalmente autorizzati dai rabbini

da Gerusalemme, Nello Del Gatto*.

20 Aprile 2020 – E’ una Pasqua silenziosa e strana quella che sta vivendo Gerusalemme. La città del libro, dei tre libri (considerando il Vangelo uno di questi), delle tre religioni e numerose fedi, la città di Davide, di Gesù e di Maometto da giorni vive, come il resto del mondo, in un tempo sospeso. Continua a leggere