Coronavirus, sette nuovi positivi in Campania Nessun decesso nelle ultime 24 ore

Coronavirus, in Campania sono 7 i nuovi contagiati nelle ultime 24 ore su 530 tamponi. Il totale dei positivi sale 4.779 si 303.419 tamponi. Non si sono registrati decessi e guariti, il cui totale resta a 4.094. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione virologicamente documentata da Sars – Cov2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comportano la completa guarigione.

Orrore a Pozzuoli, trovato cadavere decapitato Si tratta di un anziano: sulla vicenda indaga la Polizia

Il cadavere decapitato di un 83enne, in avanzato stato di decomposizione, è stato trovato in un casolare abbandonato a Cigliano, a Pozzuoli. Sul posto, allertati da alcuni residenti, sono intervenuti gli agenti del locale commissariato che stanno portando avanti le indagini. L’uomo viveva in precarie condizioni igieniche a poca distanza dal luogo del ritrovamento. Sulla vicenda, come da prassi, la Procura della Repubblica, ha aperto un’inchiesta.

Controlli a tappeto nel vesuviano Operazione dei carabinieri: arresti e sanzioni

Servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli nella fascia costiera alle pendici dell’area vesuviana: presidi nella movida di Torre Annunziata, Portici ed Ercolano. Controllate complessivamente 379 persone – 121 quelle già noti alle forze dell’ordine – e 145 veicoli. 35 le contravvenzioni al codice della strada notificate, 9 i veicoli sequestrati e affidati alle depositerie.
I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, insieme a quelli del Reggimento Campania e del Nucleo Cinofili di Sarno, hanno focalizzato la loro attenzione nelle aree del centro storico cittadino e in quelle dove i giovani sono soliti aggregarsi.
In corso Umberto è stato arrestato un 59enne già noto alle forze dell’ordine, trovato in possesso all’interno della propria abitazione di 17,70 grammi di marijuana, divisi in diversi involucri e dosi pronte per la vendita al dettaglio, materiale per il confezionamento e la somma contante di 10.040 euro, ritenuta provento illecito. Determinante il contributo di “Nino”, l’unità cinofila per la ricerca di droga che ha assistito i militari durante l’intera operazione. In via Gino Alfani sono state controllate numerose persone e mezzi, concentrate nell’area della cosiddetta “curva”, oggetto di specifica attenzione da parte dei carabinieri, considerata anche la presenza di giovanissimi. 7 persone sono state segnalate al Prefetto, in quanto trovate in possesso di modiche quantità di marijuana. Complessivamente sono stati sequestrati 7,40 grammi di sostanza stupefacente.
Controlli serrati anche a Portici ed Ercolano. I militari della locale compagnia hanno concentrato i presidi nelle aree del “Granatello” e nei pressi delle strade più frequentate della cittadina porticese;  su Ercolano, invece, i controlli hanno interessato la zona di via delle mimose, corso Italia e la zona alta del Vesuvio. Non sono mancate le contravvenzioni al codice della strada: 9 quelle contestate ai motociclisti sorpresi senza casco, altrettante ad automobilisti alla guida senza la prescritta assicurazione.
Durante il servizio i militari sono intervenuti in soccorso di due anziani di Portici  che erano stati picchiati dal figlio tossico-dipendente. L’uomo – un 41enne di Portici già noto alle forze dell’ordine-  li aveva cacciati di casa e sbarrato la porta con una sedia per impedirgli di rientrare.
Ad uno dei due genitori aveva anche distrutto il cellulare per evitare che potessero chiedere aiuto.
Utilizzando un altro telefono, il padre del 41enne, anche se ferito alla mano, ha allertato il 112 e consentito loro di arrivare in breve tempo. L’uomo è così finito in manette per lesioni, maltrattamenti e rapina. Tradotto al carcere di Poggioreale, è ora in attesa di giudizio.

Ssc Napoli, presentato il ritiro a Castel di Sangro Il presidente De Laurentiis: "Mi sono innamorato di quei luoghi"

Il Napoli quest’anno andrà in ritiro in Abruzzo, a Castel di Sangro, e poi dal 2021 avrà due appuntamenti nell’agenda estiva legata alla preparazione precampionato. Prima il Trentino con Dimaro Folgarida e poi nuovamente l’Abruzzo. La SSC Napoli ha siglato, con la Regione Abruzzo, un accordo di sei anni con opzione . Le date precise ancora non si conoscono. Tutto dipenderà dal risultato del match di Champions con il Barcellona. In caso di sconfitta, si dovrebbe partire il 20 agosto. Al contrario, con una vittoria, tutto si sposterà almeno di una settimana. Il ritiro durerà un minimo di dodici giorni. Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato Aurelio De Laurentiis, il vicepresidente della Ssc Napoli, Edo De Laurentiis, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, l’assessore al bilancio della regione Abruzzo, Guido Quintino Liris e il sindaco di Castel di Sangro, Angelo Caruso. Adl ha chiarito subito i motivi della scelta: “A Castel di Sangro ci sarà un milione di napoletani che si muoverà, siamo ad un’ora e mezza da Napoli. Avevo un legame culinario con lo chef Romito e Casel di Sangro, quando sono arrivato lì mi sono detto vediamo un attimo. Ho chiamato il sindaco di Roccaraso che mi ha invitato a Castel di Sangro. Mi hanno ricevuto, sono rimasto affascinato da una bellezza che non conoscevo. C’è già uno stadio fatto apposta per il calcio, con illuminazione perfetta per le partite notturne. Quando sono entrato lì – ha proseguito De Laurentiis – e ho visto lo stadio da 7mila posti a sedere, doppio spogliatoio e palestra con uffici per tutti, mi sono detto aspetta. Neanche al San Paolo abbiamo tutta questa roba, c’è anche un altro campo da gioco ed un terzo in erba sintetica. In più c’è anche un palazzetto dello sport – ha concluso – e tantissimi campi da tennis. Così mi sono innamorato del posto”. “Siamo felici – ha rilanciato il presidente della Regione Abruzzo – di questo accordo con il Napoli. Vanta un numero di tifosi enorme. Per la nostra regione è un’occasione incredibile di promozione e marketing territoriale”. Poi il sindaco di Castel di Sangro, che ha regalato una mascherina al presidente De Laurentiis con le sue iniziali e lo stemma del comune: “La nostra città ed il nostro territorio avrà la fortuna di godere di un’attenzione straordinaria. Parliamo della squadra bandiera del Sud. Quando gioca il Napoli dalle nostre parti si fa festa e si gioisce, c’è grande piacere. L’Abruzzo oggi si attesta come una eccellenza per i ritiri delle squadre di calcio, è un onore e perciò ringrazio De Laurentiis”.

“Mare sicuro 2020”, task force in Campania Bacoli, la Guardia Costiera ha soccorso tre persone, fra cui un bambino

Anche nel secondo fine settimana di Luglio, nell’ambito dell’operazione “MARE SICURO 2020”, è stata svolta un’intensa attività di controllo in mare e sul demanio marittimo da parte del personale militare della Direzione Marittima – Guardia Costiera – della Campania a tutela dell’incolumità dei bagnanti, a difesa dell’ambiente marino ed a garanzia della sicurezza di tutti coloro che usufruiscono del mare e delle coste per scopi balneari, ricreativi o sportivi. L’operazione in parola prevede l’impiego giornaliero di circa 100 militari tra uomini e donne e un numero totale di 48 unità navali in navigazione in mare con il compito di prevenire e, quando necessario, reprimere i comportamenti pericolosi per la vita umana in mare. I controlli in mare (in totale oltre 180 in tutta la Direzione Marittima) esperiti nell’ultimo week-end fanno seguito ad un’intensa attività informativa a favore della collettività, per fornire notizie in materia di nautica da diporto, regolamentazione delle aree marine protette e regole di condotta in mare, allo scopo di ridurre al massimo il ripetersi di incidenti in mare spesso riconducibili all’imprudenza, alla negligenza, alla superficialità e, in generale, alla scarsa conoscenza delle basilari norme da osservare per andare in mare. Numerose le attività a tutela della corretta fruizione delle spiagge libere e del pubblico demanio marittimo in genere, compresi gli specchi acquei, in modo da contrastare ogni abusiva occupazione che possa comprometterne il libero uso collettivo (in totale oltre 150 in tutta la Direzione Marittima nel fine settimana). Di grande rilievo le operazioni di soccorso in mare a favore dei diportisti (in totale 10 eventi di soccorso/assistenza in tutta la Direzione Marittima a favore di oltre 40 persone ) fra i quali un cenno particolare merita il salvataggio, – grazie ad un velocissimo intervento di un’unità della Guardia Costiera – di tre persone (fra cui un bambino) che erano finite in mare a seguito del ribaltamento del natante su cui navigavano nelle acque di Bacoli.

Estorsioni ad imprenditori in Valle Caudina: 9 arresti L'operazione dei carabinieri

Dalle prime ore della mattina, i Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN), con l’ausilio di unità cinofile e con il supporto aereo dell’Elinucleo di Pontecagnano (SA), stanno dando esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip presso il Tribunale di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 9 appartenenti a un sodalizio criminale dedito a estorsioni con metodo mafioso nei confronti di commercianti e imprenditori della Valle Caudina.

 

Il Napoli domina ma non vince Al San Paolo finisce 2-2 con il Milan

Napoli: Ospina, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui, Fabian Ruiz (65′ Demme), Lobotka (65′ Elmas), Zielinski, Callejon (84′ Politano), Insigne (74′ Lozano), Mertens (74′ Milik). A disp.Meret, Karnezis, Manolas, Luperto, Ghoulam, Hysaj, Allan, Younes. All.Gennaro Gattuso

Milan: Donnarumma, Conti, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez, Kessie, Bennacer, Paquetà (46′ Saelemaekers), Rebic, Calahnoglu (61′ Bonaventura), Ibrahimovic (61′ Leao). All. Stefano Pioli

Arbitro: La Penna di Roma
Marcatori: 20′ Theo Hernandez, 34′ G. Di Lorenzo, 60′ D. Mertens, 73′ Kessie
Note: espulso Saelemaekers per doppia ammonizione. Ammoniti Mario Rui, Theo Hernandez.

 

Quattro gol e serata di calcio piacevole e intenso al San Paolo. Manca il vincitore perché Napoli e Milan si fronteggiano, si superano, si sorpassano, si riprendono e alla fine pareggiano per 2-2. Gli azzurri possono vantare un possesso superiore e un numero cospicuo di azioni da gol che soppesate su una ipotetica bilancia farebbero pendere il fulcro dalla parte napoletana. Apre la serata un gol di Theo Hernandez in contropiede, dopo che il Napoli aveva sfiorato la rete per due volte con Mertens e Callejon. Il pareggio arriva immediato e meritato con un tap in di Di Lorenzo in mischia. Dopo l’ora di gioco Mertens sposta un’altra tacca sul proprio record di bomber “all time” e griffa il 2-1. Pareggio definitivo di Kessie su rigore. Il Napoli continua la sua marcia positiva con l’ottavo risultato utile (7 vittorie e un pareggio) su 9 partite. Si ricomincia mercoledì al Dall’Ara di Bologna. L’estate azzurra è ancora vibrante.

fonte SSC NAPOLI