Al via i saldi in Campania De Luca: "Abbiamo deciso di anticipare per dare respiro al mondo del commercio"

Al via i saldi in Campania. Ad annunciarlo è stato il governatore della Campania Vincenzo De Luca. Obiettivo: aiutare il mondo del commercio dopo l’emergenza Coronavirus.  “Abbiamo deciso – commenta De Luca –  di anticipare a questa mattina l’inizio dei saldi. Abbiamo ritenuto indispensabile partire prima possibile per dare respiro al mondo del commercio. Siamo convinti che questo potrà consentire una ripresa dei consumi in un momento particolarmente difficile anche per questo comparto”.

Capri, obbligo di mascherine all’aperto: firmata l’ordinanza Come annunciato dal sindaco già nei giorni scorsi

Il sindaco di Capri, Marino Lembo, lo aveva annunciato già nei giorni scorsi e puntuale è arrivata l’ordinanza che dispone l’obbligo di mascherine anche all’aperto nei fine settimana. L’ordinanza, almeno per il momento, sarà in vigore fino al 31 luglio, dal venerdì alla domenica, dalle 18:00 alle 4 del mattino. Una scelta dettata dall’alto rischi assembramenti visto il gran numero di turisti che in queste settimane sta affollando l’isola azzurra. 

Napoli, 22 nuove spazzatrici per l’Asia I mezzi saranno in funzione da settembre

Asia Napoli ha acquistato 22 nuove spazzatrici di cui 12 elettriche grazie a 3 milioni di euro di fondi messi a disposizione dalla Città Metropolitana. Le spazzatrici elettriche in particolare hanno un basso impatto ambientale sia per quanto riguarda il ridotto utilizzo di acqua che per l’abbattimento delle emissioni in termini di rumorosità e di emissioni di polvere. Gli autisti delle nuove spazzatrici sono stati selezionati con un bando interno e sono attualmente in corso le attività di formazione. Le macchine saranno immesse in servizio a pieno regime a partire da settembre e sono in corso verifiche tecniche sul territorio per la valutazione dei migliori percorsi stradali su cui utilizzare il nuovo parco veicolare. Alla presentazione dei nuovi mezzi erano presenti il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, l’assessore all’ambiente Raffaele Del Giudice, il presidente di Asia Maria de Marco ed il consigliere comunale Francesco Vernetti.

 

 

Recovery Fund, firmato l’accordo Conte: "Ora possiamo far ripartire l'Italia"

Dopo giorni di estenuanti trattative e di polemiche, finalmente c’è l’accordo sul Recovery Fund. Dunque diventerà realtà il piano straordinario da 750 miliardi per salvare i paesi maggiormente colpiti dal Coronavirus. I soldi saranno reperiti da Bruxelles tramite gli Eurobond. “Abbiamo conseguito questo risultato tutelando la dignità del nostro Paese e l’autonomia delle istituzioni comunitarie”, sottolinea il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa:”Il governo italiano è forte: la verità è che l’approvazione di questo piano rafforza l’azione del governo italiano. Ora avremo una grande responsabilità: con 209 miliardi abbiamo la possibilità di far ripartire l’Italia con forza e cambiare volto al Paese. Ora dobbiamo correre”.

Tentata estorsione ad un imprenditore, sei arresti Gli indagati sono vicini al clan Cava del Vallo Lauro

Questa mattina, a Moschiano, Pago del Vallo di Lauro, Visciano, Marigliano e Nola, i Carabinieri della Compagnia di Baiano hanno dato esecuzione a 6 misure cautelari coercitive (di cui 2 in carcere e 4 in regime di arresti domiciliari) emesse dal Gip presso il Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia Partenopea, nei confronti di altrettanti soggetti.

Le indagini, condotte dai militari del Nucleo Operativo, avviate nel mese di ottobre 2017 e conclusesi nel mese di marzo 2018, hanno consentito di accertare che gli odierni destinatari del provvedimento cautelare sono gravati da indizi gravi ed univoci circa la pianificazione e l’organizzazione del tentativo di estorsione pluriaggravata, anche dal metodo mafioso, in danno di un imprenditore edile operante nell’area Nolana.

Le attività investigative hanno permesso di accertare che gli indagati, peraltro contigui al clan camorristico “Cava”, operante nel Vallo di Lauro e nell’hinterland napoletano, per la realizzazione del delitto in contestazione effettuavano una serie di preparativi che vanno dalla localizzazione della vittima, a ripetuti sopralluoghi ed all’individuazione di un loro complice, amico dell’imprenditore, grazie al quale, con uno stratagemma, lo attiravano in un immobile degli indagati nell’hinterland napoletano. In questo luogo, a seguito di minacce e violenze fisiche, gli indagati chiedevano a titolo estorsivo la somma di denaro di 25mila euro, nonché la vendita fittizia di un suo terreno agricolo ubicato nel Comune di Quindici, beneficiario tra l’altro di rilevanti contributi economici Regionali.

Nel corso dell’operazione, a cui hanno preso parte oltre 50 militari, unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Sarno ed un velivolo A109 Nexus del Nucleo Elicotteri Carabinieri di Pontecagnano, sono state inoltre eseguite numerose perquisizioni domiciliari e locali.

Voto di scambio, arrestato il sindaco di Marigliano Operazione dei carabinieri di Castello di Cisterna

Operazione dei carabinieri di Castello di Cisterna che hanno arrestato il sindaco di Marigliano, Antonio Carpino e Luigi Esposito, attualmente detenuto al 41 bis. L’inchiesta è stata portata avanti dalla Dda. Entrambi sono indiziati in concorso tra di loro e con tre collaboratori di giustizia di scambio elettorale politico-mafioso e di corruzione elettorale aggravata dal metodo mafioso per fatti commessi a Marigliano tra l’ottobre del 2014 e il giugno del 2015.