Covid, chiuso il pronto soccorso del Cardarelli Registrati diversi positivi

Il pronto soccorso dell’Ospedale “Cardarelli” di Napoli è stato chiuso a causa del numero di pazienti risultati positivi al coronavirus. Tutti giunti al Pronto soccorso per patologie diverse, e risultati positivi al Covid 19. Il Pronto soccorso è stato sottoposto immediatamente a sanificazione e riaprirà quando tutto le operazioni saranno completate.

Gattuso: “Osimhen deve lavorare tanto” “Lozano? Ora lo vedo bene”

Dopo la vittoria contro il Teramo, Gattuso ha parlato ai microfoni di radio Kiss Kiss Napoli: “Osimhen? Victor è un ragazzo tranquillo che deve lavorare tanto per riuscire a giocare a grandissimi livelli. Non si può accontentare, deve stare sempre sul pezzo. I gol che fa ora non contano nulla, sta bene nel gruppo: scherza, sta allo scherzo e ci darà una grossa mano. Lozano? È un giocatore forte se lo metti nelle condizioni di esprimersi al massimo. So quello che cerco dagli attaccanti,  ora lo vedo bene e ha capito che è a Napoli. Nei primi giorni pensava di stare altrove, ora è sorridente ed è sul pezzo”. Poi Gattuso ha parlato anche del modulo: “Non possiamo dimenticare quello che abbiamo fatto con il 4-3-3, bisogna vedere cosa accadrà con il 4-2-3-1: e’ importante avere due moduli”.

foto sscnapoli

Spettacolo Osimhen, tripletta per l’attaccante Napoli-Teramo 4-0, a segno anche Lozano

Napoli: Ospina (65′ Contini) Malcuit (83′ Mezzoni), Koulibaly (86′ Labriola), Luperto (46′ Manolas), Ghoulam (86′ Bifulco), Gaetano, Demme (80′ Palmiero), Politano (75′ Tutino), Lozano (83′ Zerbin), Younes (65′ Ciciretti), Osimhen (75′ Llorente). All.Gennaro Gattuso

Teramo: Valentini, Diakite, Tentardini, Arrigoni, Cristini, Mungo, Ilari, Bombagi, Piacentini, Cianci, Viero. All. Paci

Arbitro: Claudio Petrella
Marcatori: 3′ V. Osimhen, 13′ H. Lozano, 60′ V. Osimhen, 65′ V. Osimhen

CASTEL DI SANGRO – La prima come “entree” di benvenuto, la seconda per assaporarne ancora meglio il gusto. Per Osimhen le triplette sono come le ciliegie: una tira l’altra. Dopo i tre gol all’Aqulila nella prima uscita stagionale, Victor ne segna altri 3 al Teramo. Una “par condicio” che, in tempi di seggi politici, elegge Osimhen quale nuovo bomber azzurro e lo colloca ben alto nel fervido entusiasmo del popolo napoletano. E’ certamente lui l’uomo patinato di questa anticamera estiva che prelude alla nuova stagione. Risultati che in questo periodo contano come un venticello leggero e fugace, ma le qualità e le virtù di questo ragazzo esplosivo si notano all’orizzonte anche in controluce. Il Napoli vince il secondo test stagionale contro il Teramo, dopo il triangolare di esordio in Abruzzo, e mette in agenda anche un bellissimo gol di Lozano che implementa la quaterna di giornata. Finisce così il suggestivo e produttivo ritiro di Castel di Sangro. L’appuntamento nello splendido consesso abruzzese, che strizza anche l’occhio ad un ambiente bucolico e affascinante, è per la prossima estate. Il Napoli ora riprende il cammino dal Centro Tecnico di Castelvolturno per poi affrontare tra una settimana la terza amichevole col Pescara al San Paolo.

Fonte sscnapoli

 

 

Napoli: al Vomero con 500 kg di sigarette di contrabbando Arrestato 46enne di Nocera Inferiore

di Valerio Chiusano

Un’operazione del commando della Guardia di Finanza ha arrestato un 46 enne di Nocera Inferiore, già noto precedentemente alle autorità, per contrabbando di sigarette. L’operazione è stata diretta dai Baschi verdi del Gruppo Pronto Impiego, che hanno visto sfrecciare ad alta velocità un furgone nei pressi di Via Cilea, nel quartiere Vomero.

La pattuglia è intervenuta immediatamente, fermando il furgone e scoprendo, attraverso un’accurata ispezione, nascosti in un vano coperto da plastica nera, un carico di  circa 500 chili di sigarette di contrabbando: 350 kg erano del marchio “Regina rosse” e 150 kg  “Regina blu”.

Il contrabbandiere è stato condannato alla pena di due anni di reclusioni.

Covid, 171 casi in Campania Un decesso e 19 guariti nelle ultime 24 ore

Positivi del giorno: 171 (*) 

Tamponi del giorno: 6.211

Totale positivi: 7.649
Totale tamponi: 442.610

Deceduti del giorno: 1
Totale deceduti: 447

Guariti del giorno: 19
Totale guariti: 4.471 (di cui 4.466 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

* Di cui 10 casi dalla Sardegna, 15 da Paesi esteri, 7 connessi a rientri.

De Luca: “Impossibile la riapertura delle scuole il 14 settembre” Il governatore sui social: "Grave errore del Governo non stabilizzare il personale precario"

Mancava solo l’ufficialità ed è arrivata oggi nella consueta diretta social del venerdì del presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca: “La situazione oggi non ci consente di aprire in tranquillità le scuole il 14 settembre. Abbiamo valutato il personale, le aule, i trasporti, la misura della temperatura”. Le scuole in Campania riapriranno il 24 settembre.
Ma ci sono ancora diversi punti interrogativi, come il personale scolastico: “Il governo ha fatto – continua De Luca – un grave errore nel non stabilizzare il personale precario che già da anni lavora nella scuola. Ad oggi – prosegue De Luca – non sappiamo quanti sono gli insegnanti fragili. Occorrono scelte che diano serenità a tutto il personale scolastico e alle famiglie degli studenti. Considero inoltre sbagliato l’orientamento del Governo sulla misurazione della temperatura a casa: è una cosa fuori dal mondo. Per questo la nostra Regione si muoverà in maniera diversa. Abbiamo deciso di stanziare un bonus di 3mila euro per gli edifici scolastici per dotarsi di misuratori di temperatura. Le famiglie devono mandare negli istituti i figli in totale sicurezza. Servono test più rapidi che diano risultati nel minor tempo possibile”. De Luca, poi, si è soffermato anche sui trasporti: “Come Regione Campania abbiamo chiesto e ottenuto dal governo l’autorizzazione a integrare i nostri mezzi pubblici con quelli delle società private autorizzate ai trasporti”.

Grazzanise, consacrata la nuova chiesa aeroportuale La cerimonia si è svolta presso il 9° stormo "F. Baracca"

Si è tenuta, ieri, presso il 9° Stormo “F. Baracca” di Grazzanise, in provincia di Caserta, in linea con le prescrizioni Covid, una solenne cerimonia di consacrazione della nuova Chiesa Aeroportuale, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, il generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, di autorità locali e con una funzione liturgica officiata dall’Ordinario Militare per l’Italia, Monsignor Santo Marcianò.

Alla celebrazione hanno preso parte anche il Vicario Episcopale per l’A.M., Don. Antonio Coppola, l’Arcivescovo di Capua, Monsignor Salvatore Visco, il Cappellano Militare del 9° Stormo, Don Salvatore Varavallo e alcuni Cappellani Militari degli enti e reparti della Regione Campania.
La cerimonia ha avuto quali momenti salienti l’apertura inaugurale della porta d’ingresso della chiesa, la sua benedizione e la consegna simbolica delle chiavi al Comandante di Stormo, Colonnello Pilota Nicola Lucivero che, a chiusura della celebrazione eucaristica, ha declinato la Preghiera dell’Aviatore e dedicato un pensiero agli aviatori caduti nell’adempimento del dovere.

 

Vertenza Dema, scatta lo sciopero: lavoratori sul tetto della fabbrica La Fim Cisl: "Disperazione più totale"

“I lavoratori di Dema della provincia di Napoli sono ormai giunti alla disperazione più totale.
Da ieri sono in sciopero permanente e sono saliti sul tetto della fabbrica per avere certezze sul  proprio futuro occupazionale”.
È quanto afferma Raffaele Apetino, segretario generale della Fim Cisl Campania.
“La vertenza Dema che interessa oltre il sito di Napoli anche il sito di Benevento, investe circa 500 lavoratori oltre l’indotto. È necessario che la politica, sia regionale che nazionale non si giri dall’altra parte preoccupandosi solo di fare campagna elettorale.
Le vertenze già da mesi stanno mettendo in ginocchio il tessuto industriale campano e di
conseguenza stanno colpendo i lavoratori – prosegue Apetino-  Adesso per un contenzioso tra azienda Dema, Inps e Ministero non possiamo permettere che si chiuda un altro stabilimento al Sud ed in particolare in Campania.
Il Presidente Inps Tridico, il Ministro dello sviluppo economico Patuanelli e il Ministro del
lavoro Catalfo, sanno bene che per situazioni eccezionali servono soluzioni eccezionali, così
come le abbiamo ricercate e trovate in tante vertenze.
È necessario – conclude Apetino – ricercarle e normarle anche per la delicata questione Dema in tempi brevi e aprire  un tavolo di confronto con i Ministeri competenti, così da poter mettere al sicuro il futuro industriale e occupazionale dei siti campani”.

Cilento destination propone un tour alla scoperta di un territorio unico Tra montagna, archeologia, natura e gastronomia

In viaggio nelle meraviglie del Cilento alla scoperta di un territorio fantastico perchè capace di abbinare storia e natura, gastronomia e relax, montagna e mare, architettura e un ambiente da favola. Questo territorio posto in Campania, in provincia di Salerno, già dichiarato patrimonio dell’Unesco per le sue unicità riconosciute a livello mondiale, sarà infatti al centro della seconda edizione di Cilento Destination, l’educational ideato daLla cooperativa di operatori turistici locali Vivicilento, che lavora a 360 gradi per la promozione del territorio, delle sue ricchezze ed attrazioni.

Dal 6 al 13 sono in programma workshop per far entrare in contatto tour operator ed agenzie di viaggio con le strutture ricettive locali per creare opportunità di collaborazioni. Ogni giorno sono previsti tour turistici in diverse e suggestive tappe, ideali per vivere intense e inaspettate esperienze di vacanza. Il tutto immersi nella natura selvaggia e incontaminata dei borghi, delle montagne con le relative proposte turistiche che animano questo territorio: tra queste escursioni a cavallo, in kayak, acqua trekking, visite a musei e gioielli naturali e architettonici patrimonio della storia locale.  I dettagli su www.vivicilento.it.

Impossibile non rimanere affascinati da un territorio capace di abbinare il fascino della storia grazie ai monumenti di Paestum, con il suo imponente ed emozionante parco archeologico nazionale, a vere e proprie vette montane da dove si possono ammirare panorami mozzafiato, ai borghi antichi e abbandonati, sono alle spiagge marine che costellano una costa conosciuta in tutto il mondo.

“Con Cilento Destination – spiega Emanuel Ruocco, presidente di Vivicilento e ideatore dell’educational – si percorreranno a piedi sentieri con scorci che affacciano su vedute paradisiache. Si visiteranno Castelli con le loro torri pittoresche e le cui mura racchiudono segreti e storie di grandi uomini e donne che ivi hanno vissuto o soggiornato. E nella terra della dieta mediterranea non potevano mancare degustazioni quotidiane di prodotti tipici ovvero di eccellenze culinarie abbinati a vini unici e pregiati. La prima edizione di Cilento destination è nata lo scorso anno con un atto di coraggio, a titolo quasi sperimentale e rivelatasi poi un vero successo. Quest’anno sarà arricchita da tante esilaranti novità grazie anche alle sinergie e alla collaborazione nate con la Sottosezione Cai Montano Antilio con Andrea Scagano e La Via Silente con la presidente Simona Ridolfi. Grazie al loro contributo – conclude Ruocco – si sono organizzati anche importanti momenti legati all’outdoor nel Cilento in aree per molti ancora sconosciute, curando scrupolosamente la parte relativa ai sentieri e alle tappe di ciclo escursionismo”.

Ma a quelle che si possono definire le tradizionali opportunità inserite normalmente negli Educational si aggiungono momenti speciali che permetteranno di ammirare esposizioni museali, incantevoli ed anche delle aree archeologiche non ancora conosciute dal grande pubblico ma non per questo meno affascinanti. Ci si potrà incantare davanti alla magia di tramonti mai visti, percorrendo vecchie ciucciovie insieme agli asinelli, incrociando frantoi, mulini e sorgenti con acque cristalline. E in un periodo storico in cui si è percepito il valore del relax e del ritmo Detox Cilento destination prevede nel programma anche momenti di meditazione e suggestione in incantevoli santuari incastonati tra monti oppure in grotte o cave.

L’evento è patrocinato dal Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e dai comuni aderenti e tutta l’organizzazione è stata studiata minuziosamente per assicurare una sei giorni adrenalinica all’insegna della conoscenza del Cilento in tutta sicurezza e garantendo le distanze richieste dalla normativa Anti-Covid.  La partecipazione è a numero limitato ma le adesioni sono ancora aperte. Ci saranno dirette quotidiane, storytelling ed un video racconto finale che permetteranno a tutti di condividere le emozioni targate Cilento Destination 2020.

Attrezzatura richiesta: Zainetto, scarpe da Trekking e da acqua, borraccia Antivento-antipioggia, cappellino.

Luana Rainone trovata morta in un pozzo La donna è stata accoltellata

È di Luana Rainone, originaria di Sarno e scomparsa poco più di un mese fa, il cadavere rinvenuto all’alba dai carabinieri, nel territorio tra San Valentino Torio (Salerno) e Poggiomarino (Napoli).
Il suo corpo è stato ritrovato dai militari dell’Arma in un pozzo, avvolto in una coperta. La vittima sarebbe stata accoltellata. C’e’ un sospettato che è stato portato in caserma, si tratta di un 34enne.
Le indagini sono condotte dal pm Viviana Vessa, coordinata dal procuratore di Nocera Inferiore, Antonio Centore.

1 2