Agenti del commissariato di Aversa promossi per meriti straordinari Si tratta di Antonio Margiore e Mimmo Vitale

Antonio Margiore e Mimmo Vitale, rispettivamente assistente capo coordinatore e assistente capo, agenti del commissariato di Aversa, diretto dal primo dirigente dott. Vincenzo Gallozzi che, mostrando notevoli capacità professionali, sprezzo del pericolo e spirito d’iniziativa non comuni, hanno ricevuto giusto riconoscimento dal capo della Polizia, direttore generale della Pubblica sicurezza, la promozione per merito straordinario.

I FATTI:

In qualità di Operatori di Volante, in data 24.02.2018, l’Ass.c.c. Antonio MARGIORE e l’Ass.c. Mimmo Vitale, si portavano in Frignano ove era stata segnalata l’esplosione di diversi colpi d’arma da fuoco in una strada del centro cittadino.

Giunti in pochissimo tempo sul posto, fin da subito i due Operatori di Polizia notavano la presenza di un gran numero di persone residenti nei pressi di uno stabile di tre piani. I cittadini riferivano ai Poliziotti che era appena stato commesso un omicidio ed indicavano l’inquilino del primo piano, tale RECCHIMURZI Vito, quale autore materiale dell’azione delittuosa commessa nei confronti del suo datore di lavoro per futili motivi.

Gli stessi riferivano che l’omicida si era barricato in casa gridando a voce alta” IO NON VADO A NASCONDERMI DA NESSUNA PARTE, SE TENGONO CORAGGIO, I POLIZIOTTI VENISSERO SOPRA”.

Immediatamente,gli operatori di Polizia decidevano di accedere all’interno dello stabile, rinvenendo nella tromba delle scale il corpo esaminedel datore di lavoro del RECCHIMURZI, tale Nicola SABATINO, il quale era stato attinto da diversi colpi di pistola.

Nonostante il pericolo evidente di un uomo armato che aveva appena ucciso una persona, i coraggiosi Poliziotti salivano le scale giungendo sull’uscio della porta del RECCHIMURZI, chiusa a chiave.

Senza esitare, sfondavano la porta e,pistole in pugno, accedevano all’interno dell’abitazione, perlustrando, con le cautele del caso, ogni stanza.

Dopo poco, individuavano il RECCHIMURZI con l’arma ancora in pugno, attimi frenetici nei quali all’uomo veniva intimato a gran voce di posare la pistola in quanto ormai non aveva scampo.

Quest’ultimo abbassava l’arma e veniva così tratto in arresto per il reato di omicidio volontario pluriaggravato.

La pistola aveva matricola abrasa  e 6 colpi, di cui uno inesploso.

Tutto ciò premesso, la condotta descritta ha sicuramente denotato un’indubbia perizia, professionalità e competenza in un contesto socio -ambientale molto problematico, legato al fatto che era in pericolo la vita dei Poliziotti operanti.

Con la promozione per merito straordinari dei due Poliziotti, giusto plauso e riconoscimento del Superiore Ministero, il Commissariato di Aversa ottiene altri due collaboratori, ora Sovrintendenti della Polizia di Stato, oltre ad un altro già in precedenza scrutinato, che assicureranno impegno e dedizione con compiti e responsabilità più elevate.

Covid, 119 positivi in Campania 50 casi legati al rientro dalle vacanze

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 119 (*)

Tamponi del giorno: 6.841

Totale positivi: 7.768

Totale tamponi: 449.451

​Deceduti del giorno: 1

Totale deceduti: 448

Guariti del giorno: 5

Totale guariti: 4.476 (di cui 4.471 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

* Di cui 18 casi dalla Sardegna, 11 da estero, 21 connessi a rientri.

Allan: “Napoli è una città speciale” “I miei figli parlano e sognano in napoletano”

Ormai è ufficiale, Allan è un giocatore dell’Everton. Il centrocampista ha voluto ringraziare su Instagram Napoli e i tifosi: “Napoli è una città speciale. Per me e per la mia famiglia sono stati cinque anni fantastici: i miei figli parlano, pensano e sognano in napoletano. Sono grato, perciò, al presidente De Laurentiis che mi ha dato la possibilità di indossare una maglia gloriosa. In questo club sono cresciuto come professionista e come uomo e ho potuto lavorare con allenatori e professionisti a cui dovrò essere sempre riconoscente. Sono stato fortunato a trovare sul mio cammino dei compagni di squadra che sono stato dei fratelli. L’ultima stagione è stata difficile. Ma la vittoria della Coppa Italia è stato il migliore dei modi, il più giusto, per chiudere una storia di cui mi sono sentito protagonista. Un grazie speciale ai tifosi: è stato un privilegio e un orgoglio essere, in questi anni, il loro mastino napoletano. A loro, il mio abbraccio più grande”.

Napoli: riaperto il pronto soccorso del Cardarelli L’azienda ospedaliera aveva chiuso il reparto per sanificazione

di Valerio Chiusano

Il pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli ha riaperto la scorsa notte, dopo esser stato chiuso nel pomeriggio di ieri per l’arrivo di una decina di pazienti, ricoverati per alcune patologie,  risultati, successivamente, positivi al Covid.

Sanificazione e riapertura nella notte

In una nota dei vertici del Cardarelli si legge:

“Al fine di evitare di generare allarmismi, si precisa che le operazioni di sanificazione delle aree del pronto soccorso non sono state dettate da un elevato numero di pazienti risultati positivi al Covid-19, ma dall’esigenza di garantire la massima sicurezza dei degenti e degli operatori sanitari a causa del passaggio, come in questo caso, di un paziente risultato successivamente positivo negli ambienti del pronto soccorso”.

Nella nota si ribadisce ancora l’impegno dell’azienda ospedaliera dall’inizio della pandemia: “la linea del management dell’Azienda ospedaliera Antonio Cardarelli di Napoli è stata quella di porre in essere protocolli di massima prudenza, necessari a prevenire e contrastare eventuali occasioni di contagio”.

Verde in città, De Magistris: “Pianteremo nuovi alberi per 5,5 milioni” Napoli, il sindaco: “Al via un grande progetto”

Verde a Napoli, in arrivo cinque milioni. Ad annunciarlo sui social, il sindaco Luigi De Magistris: “Abbiamo programmato lavori di sostituzione e impianto ex novo di alberature sul territorio del Comune di Napoli per un importo complessivo pari a 5 milioni e mezzo di euro!

Tutti i quartieri saranno protagonisti del piano di piantumazione, dal centro alle periferie.

Dopo decenni da un piano di piantumazione così vasto, si avvia quindi un grande progetto in grado di mettere al centro il miglioramento delle condizioni ambientali e di salubrità dell’aria in città, nella piena consapevolezza di quanto la presenza delle alberature ad alto e basso fusto contribuiscano al raggiungimento di tale obiettivo.

Ovviamente – continua Dema – le strade più colpite dalle tempeste di questi ultimi anni, dalle conseguenti messe in sicurezza e dagli abbattimenti naturali come quelle di Posillipo, saranno particolarmente attenzionate, sia per la rimozione delle ceppaie che per le relative nuove piantumazioni.

Quello di questo prossimo autunno e della prossima primavera è quindi un piano che ridisegna il verde cittadino non solo di questa generazione, ma delle prossime due generazioni di napoletani.

Con tutte le difficoltà del caso e con il personale ridotto all’osso, vogliamo comunque puntare sul verde pubblico accessibile a tutti. Per questo abbiamo anche investito 14 milioni di euro della Città Metropolitana per la riqualificazione dei parchi, e in queste ore stiamo selezionando progettisti per la valorizzazione dei nostri parchi comunali attraverso uno stanziamento di oltre 196.000 euro.

Infine, per quanto riguarda la manutenzione e la riqualificazione dei parchi di competenza delle Municipalità, che spesso rappresentano piccoli e grandi spazi attraversati e vissuti dai giovani e meno giovani della nostra città – conclude il sindaco – abbiamo raggiunto con una delibera di agosto un accordo con la Regione Campania di 15 milioni di euro.

Viale Augusto, viale Virgilio, via Boccaccio e via Manzoni parte bassa, invece, sono oggetto di progetti a parte, già finanziati, e che coinvolgono anche il rifacimento delle strade”.