GODIN AL CAGLIARI, TRA MERCATO E FANTACALCIO Le trattative ad una settimana dall'inizio del campionato

di Salvatore Monaco

“C’è stato un approccio con il club e con il calciatore, che ha espresso il suo gradimento per la destinazione. Ma è una trattativa che non è facile, siamo in una fase embrionale: ci dovessero essere le condizioni, sarebbe un’ottima occasione per noi: sappiamo quanto possa rappresentare per il Cagliari”. Queste sono le parole del D.s. del Cagliari Pierluigi Carta su Diego Godin durante la presentazione dell’ormai ex Ajax Marin. Dichiarazioni che fanno presagire un arrivo in Sardegna del difensore, il quale sarebbe un ottimo acquisto sia per il Cagliari sia per il Fantacalcio. Il capitano dell’Urugay infatti garantirebbe titolarità quasi fissa e un buon apporto zona gol, date le sue note capacità nel gioco aereo. Inoltre i sardi andrebbero a migliorare il reparto in cui sono più carenti e che è apparso più in difficoltà nella passata stagione, poiché Godin sarebbe un innesto che a livello tattico potrebbe garantire molta flessibilità e duttilità (sapendo giocare sia in una difesa a 3 che a 4), e aggiungerebbe leadership e esperienza ad una squadra che è comunque giovane.

Poker del Napoli al Pescara Prima rete in azzurro per Petagna

Napoli: Meret (46′ Ospina), Di Lorenzo (46′ Hysaj), Koulibaly (46′ Manolas), Rrahmani (46′ Maksimovic), Ghoulam (46′ Mario Rui), Fabian Ruiz (57′ Ciciretti), Demme (72′ Palmiero), Zielinski (57′ Luperto), Politano (46′ Mertens), Lozano (46′ Insigne), Osimhen (70′ Petagna). A disp. All.Gennaro Gattuso

Pescara: Fiorillo, Ventola, Drudi, Scognamiglio, Masciangelo, Busellato, Omeonga, Diambo, Galano, Belloni, Bocic. All. Andrea Sottil

Arbitro: Mirabella di Napoli
Marcatori: 23′ P. Zielinski, 71′ A. Ciciretti, 74′ D. Mertens, 90’+2′ A. Petagna

Il Napoli vince la terza amichevole stagionale e bagna l’esordio al San Paolo battendo il Pescara per 4-0. Segnano Zielinski, Ciciretti, Mertens e Petagna. Proprio il nuovo attaccante azzurro al suo debutto firma due assist e un gol in 20 minuti d’ingresso e certifica il suo contributo prezioso nell’economia del bilancio di prolificità, già ben avviato dalle due triplette scorse di Osimhen. Buone indicazioni in avanti, ma dato particolarmente significativo soprattutto dietro considerando che in tre gare, ancorchè di relativo cabotaggio, il Napoli non ha subito gol. Annotazione non trascurabile e comunque sempre foriera di positività. Il tempo di affidarsi al ristoro di una notte di riposo e poi si riparte per il quarto test estivo, questa volta di cornice internazionale a Lisbona domenica contro lo Sporting.

fonte sscnapoli

Coronavirus, 140 nuovi positivi in Campania 49 sono i casi di rientro

Positivi del giorno: 140
Tamponi del giorno: 7.293

Totale positivi: 8.900
Totale tamponi: 489.060

​Deceduti del giorno: 1
Totale deceduti: 451

Guariti del giorno: 16
Totale guariti: 4.584 (di cui 4.580 completamente guariti e 4 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

* Di cui 49 casi di rientro o connessi a precedenti positivi da rientro.

19 anni fa l’attacco alle Torri Gemelle A New York la commemorazione delle 2977 vittime

Martedì 11 settembre 2001, nulla sarebbe stato come prima. Due aerei dirottati si schiantano contro le Torri gemelle, la Nord e la Sud del World trade center, a New York. Nel giro di 102 minuti entrambi gli edifici crollano. I detriti e gli incendi provocano, poi, la distruzione parziale o totale, di tutti gli altri edifici del complesso situato a Manhattan. Un terzo aereo viene fatto schiantare contro il Pentagono. Un quarto aereo, invece, viene inizialmente dirottato verso Washington ma precipita, invece, in un campo nei pressi di Shanksville in Pennsylvania, a seguito della rivolta dei passeggeri. 2977 le vittime e 6mila i feriti degli attacchi terroristici di Al-Qaida. Da allora, come ogni anno, si è svolta a New York la commemorazione delle vittime alla presenza dei familiari che hanno letto i nomi delle persone che 19 anni fa hanno perso la vita.

Covid, De Luca: “Operazione sicurezza ha funzionato” Il governatore: "Oggi 140 casi, cominiciamo a scendere"

Consueta diretta social del venerdì del governatore della Campania, Vincenzo De Luca: “Oggi abbiamo 140 casi, cominciamo a scendere. Il dato di conferma che nel giro di una settimana o 10 giorni arriveremo a regime, l’operazione sicurezza e prevenzione è stata preziosa per garantire il futuro e per garantire la serenità per le nostre famiglie. Dalle altre parti d’Italia – continua De Luca –  non hanno fatto questa scelta, vedremo fra un mese i risultati. Vedremo fra un mese cosa succede nelle regioni dove non hanno deciso di rendere obbligatorio il controllo di quelli che rientravano dall’estero. Per quello che riguarda la Campania – conclude – abbiamo deciso di seguire una linea di rigore: individuare oggi il problema per avere serenità domani. È quello che abbiamo fatto e credo con grande successo”.

A tavola con gli antichi pompeiani Curiosità sui loro piatti tipici

Di Alessandra Orabona

Correva l’anno 79 d.C. quando l’inarrestabile valanga di ceneri e lapilli si scagliava sulla civiltà pompeiana, pietrificando tutto ciò che incontrava sul suo cammino. Chi lo avrebbe mai detto che la leggenda di Medusa si sarebbe avverata e che un evento così catastrofico avrebbe dato vita al più incredibile museo a cielo aperto della storia?

Gli Scavi di Pompei detengono il merito di aver immortalato in eterno le abitudini quotidiane degli abitanti locali, comprese quelle alimentari. Dai reperti di cibo carbonizzato è emerso che la dieta seguita all’epoca non era poi tanto diversa dalla nostra.

Pare che i romani fossero soliti fare all’alba una prima colazione molto abbondante a base di carne (ientaculum), verso mezzogiorno si consumava il prandium in famiglia, un pasto piuttosto leggero (pesci, uova, legumi e frutta), mentre tra le tre e le quattro pomeridiane si ritornava a casa per la cena, il pasto principale della giornata. Questo veniva gustato in compagnia di amici, intrattenuti nell’apposita sala (triclinium) da giocolieri, danzatori, musicisti: si cominciava con la gustatio, un antipasto con uova, lattuga, ostriche innaffiate con vino e miele; poi venivano servite due o tre portate di ogni genere di carne; infine, si passava ai dolci e alla frutta. Dopo cena talvolta si beveva a volontà sotto la guida di un arbiter bibendi, eletto con il lancio dei dadi, che sceglieva i vini e stabiliva la grandezza e il numero delle coppe.

La produzione di pane

Sembrerebbe che i panettieri pompeiani sfornassero almeno dieci tipi di pane, in base alle modalità di cottura e alla farina utilizzata. Esso era diffuso già nel II secolo a.C. ma veniva lavorato dentro a macine in pietra lavica e utilizzando un frumento più raffinato rispetto al grano usato dai primitivi. Si produceva addirittura una specie di biscotto per cani.

Il pesce

Oltre alle verdure, i Pompeiani erano ghiotti di pesce fresco, destinato a tutte le classi sociali: i molluschi meno pregiati venivano riservati agli schiavi (cd. “Balorde”, cozze per gli schiavi a Napoli). Tra le varietà ittiche abbondavano orate, alici, tonni e pescespada, abitualmente conservati sotto sale, mentre venivano allevate cozze, murene e ostriche. Uno dei piatti tipici, ancora oggi ricorrente sulle tavole napoletane, erano le alicette fritte alla scapece, servite con aceto caldo.

Non mancava mai il garum, una salsa utilizzata come condimento, che veniva estratta dalla fermentazione in sale delle parti di scarto del merluzzo, delle interiora delle sardine o della ventresca di tonno, sgombro e murena.

Agguato a Castel Volturno, ucciso 30enne nigeriano Ferito un connazionale della vittima: indagano i Carabinieri

Agguato ieri sera a Castel Volturno. Un 30enne di nazionalità nigeriana è stato ucciso, un suo connazionale, 36enne, è stato ferito e ricoverato alla clinica Pineta Grande. La vicenda si è consumata in via Brescia, davanti all’abitazione della vittima. Stando ad un prima ricostruzione il killer ha fatto fuoco prima contro l’uomo rimasto ferito e poi contro il 30enne, uccidendolo. Sarebbero stati sparati almeno quattro proiettili. Probabile che si tratti di un regolamento di conti. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Napoli-Pescara, ecco i convocati Alle 18:00, al San Paolo, la terza amichevole precampionato

Terza amichevole precampionato per il Napoli, che questo pomeriggio, alle 18:00, affronterà il Pescara al San Paolo. Ecco i convocati da mister Gattuso: Ospina, Meret, Contini, Di Lorenzo, Ghoulam, Hysaj, Koulibaly, Luperto, Maksimovic, Manolas, Rrahmani, Mario Rui, Demme, Elmas, Lobotka, Fabian Ruiz, Zielinski, Palmiero, Lozano, Mertens, Osimhen, Petagna, Politano, Insigne, Ciciretti. Il match sarà trasmesso in pay per view su Sky al canale 251.

Istat, sotto il 40% il tasso di occupazione dei giovani Nel secondo trimistre mezzo milione di occupati in meno

Nel secondo trimestre del 2020 il tasso di disoccupazione è arrivato all’8,3% con un calo di 0,9 punti rispetto al primo trimestre e di due punti rispetto al secondo trimestre 2019. A rivelarlo è l’Istat. Il calo è legato all’aumento dell’inattività dovuta all’emergenza Covid e al lockdown. I disoccupati sono saliti a 2.057.000. Gli inattivi sono aumentati di 5,5 punti percentuali rispetto al primo trimestre e di 10 punti rispetto al trimestre precedente raggiungendo quota 14.183.000 unità. I più penalizzati sono stati i dipendenti con contratti non superiori ai sei mesi e i giovani con il tasso di occupazione che è sceso al 39,1%.

1 2