Ospina: “Dobbiamo tornare in Champions e lottare per il titolo” Il portiere azzurro: "Io e Meret abbiamo una grande amicizia"

Il portiere della Ssc Napoli, David Ospina, ha parlato ai microfoni di radio Kiss Kiss Napoli: “E’ importante sempre iniziare con una vittoria, questo ti dà più fiducia per continuare. Sappiamo che ci sono tantissime partite ma è ottimo iniziare così. Abbiamo fatto una bella preparazione e lavorato tantissimo. Abbiamo la possiblità di cambiare sistema di gioco nel corso della stessa partita, come a Parma. Il pensiero di tutti è di vincere le partite e di fare le cose per bene. Penso che abbiamo i giocatori per fare un grandissimo campionato“. Ospina poi si è soffermato sulla coppia di difesa, Koulibaly-Manolas: “Avere questi difensori di grandissima qualità davanti al portiere è importantissimo. Lavoriamo sempre per non subire gol e sappiamo che davanti abbiamo giocatori di qualità che possono segnare in qualsiasi momento“.

Il portiere azzurro ha spostato la sguardo sui prossimi obiettivi: “Abbiamo grandi giocatori e un grande allenatore, dobbiamo avere sempre il pensiero di vincere. Dobbiamo tornare in Champions e poi lottare per il campionato. Ora testa al Genoa”.

Infine Ospina ha parlato di Meret: “Abbiamo una grande amicizia. Sono sempre pronto ad aiutarlo quando ha bisogno, è un grandissimo portiere. E’ un bene per l’italia avere uno  come lui“.

foto sscnapoli

Il Napoli prepara la sfida contro il Genoa Il report dell'allenamento

Seduta mattutina per il Napoli al Training Center di Castel Volturno. Gli azzurri preparano il match contro il Genoa al San Paolo per la seconda giornata di Serie A, in programma domenica alle ore 15:00. La squadra si è allenata sui campi 1 e 2 iniziando la sessione con riscaldamento a secco. Successivamente esercizi finalizzati alla velocità, poi esercitazione tattica prima divisa per reparti e poi con l’intero gruppo. Chiusura con partitina a campo ridotto.

fonte sscnapoli

Morata torna alla Juve: cosa fare al Fantacalcio? Il mercato entra nel vivo, tutti i consigli utili

 

 

 

di Salvatore Monaco

Nè Dzeko né Milik, alla corte di Pirlo arriva Alvaro Morata. L’attaccante 27enne arriva in prestito dall’Atletico Madrid e percepirà 5 milioni di euro all’anno più bonus che potrebbero far arrivare lo stipendio a 7,5 milioni.

COSA FARE AL FANTACALCIO?

Morata non ha mai nascosto il desiderio di tornare a Torino e questo è sicuramente un punto a sua favore. Infatti, nelle sue esperienze post Juve non ha mai raggiunto i livelli che aveva toccato in maglia bianconera e di conseguenza potrebbe essere un’ottima occasione per ritornare su quegli standard. Non aspettatevi però un bomber da prima fascia, infatti la maggior parte delle occasioni da gol le avrà comunque Ronaldo, ma Alvaro è comunque un attaccante che può far bene e arrivare facilmente in doppia cifra. Non è quindi sconsigliato un suo acquisto, perché, come già detto, la via della rete la troverà, ma non puntateci come primo slot, lo spagnolo è il giocatore ideale da affiancare ad un bomber da 20 o più gol stagionali (es. Ronaldo, Immobile, Lukaku).

 

Fermate tre truffatrici del web L'operazione dei carabinieri, dopo una denuncia

I Carabinieri della Stazione di Chiusano San Domenico, in Irpinia, hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria tre donne della provincia di Napoli, di età compresa tra i 30 ed i 50 anni, ritenute responsabili di “Truffa” nonché “Indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e di pagamento”.

L’attività d’indagine condotta dai Carabinieri prende spunto dalla denuncia sporta dalla vittima che qualche giorno prima aveva ricevuto una mail da un sedicente incaricato di un istituto di credito il quale, con l’invito ad utilizzare un link per aggiornare credenziali e dati personali, si procurava fraudolentemente le credenziali della sua carta di pagamento. Con l’accesso abusivo nella home banking della vittima venivano così effettuate spese per centinaia di euro.

Attraverso una serie di accertamenti i Carabinieri sono risaliti all’identità delle presunte responsabili, due di loro già note alle Forze dell’Ordine per analoghi reati portati a termine dopo essersi appropriate di dati e password delle vittime residenti in svariati comuni dell’Italia.

Molti avranno certamente ricevuto qualche strano SMS o mail con richiesta di comunicare i dati per favorire una pseudo “verifica” in atto da parte della banca o dalle Poste.

L’Arma invita a diffidare da queste mail poiché certamente si tratta di tentativi subdoli di rubare letteralmente i dati personali.

Questa tipologia di mail è detta “Phishing”, termine che tradotto dall’inglese in italiano vuol dire letteralmente “pescare”. Ed è quello che i truffatori tentano di fare per accaparrarsi i dati segreti che i correntisti detengono.

In Italia i tentativi di raggiro sono stati effettuati verso i clienti di Poste Italiane e dei maggiori gruppi e Istituti Bancari, per cui è importante che tutti gli utenti prestino la dovuta attenzione.

Queste comunicazioni hanno l’aspetto di una vera e propria mail che la banca o Poste Italiane potrebbe inviare a favore di una “verifica” dei dati: l’obiettivo del testo è quello di invogliare l’utente a comunicare i propri dati che, però, non giungono al proprio istituto, ma a criminali che sfruttano le informazioni per prosciugare i risparmi.

Quindi è molto importante prestare le dovute attenzioni: le Banche e le Poste Italiane non effettuano mai la richiesta di dati sensibili tramite mail perché optano per vie di comunicazione dirette e meno soggette a truffe.

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, invita i cittadini a sporgerne immediata denuncia qualora si ricevi tale tipo di mail.

Tenta di lanciare droga dalla finestra, bloccata La donna è stata denunciata assieme al suo compagno

Detenzione di stupefacente ai fini di spaccio”: è il reato di cui dovrà rispondere una coppia del serinese, in Irpinia, denunciata dai Carabinieri della Compagnia di Solofra.

Nella mattinata di ieri, a San Michele di Serino, durante l’esecuzione di mirati servizi finalizzati a prevenire e reprimere reati in materia di stupefacenti, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa hanno eseguito una perquisizione nell’esercizio commerciale dove lavora un giovane del posto, noto alle Forze dell’Ordine, nonché presso la sua abitazione.

Nel corso delle operazioni di ricerca è stata rinvenuta sostanza stupefacente di tipo marijuana, in parte occultata nello spogliatoio del negozio ed altra custodita nell’abitazione dove convive con la sua compagna, prontamente bloccata dagli operanti nel vano tentativo di disfarsi dalla droga lanciandola dalla finestra.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e per i due giovani, entrambi sulla trentina, è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Avellino, incidente in centro: quattro feriti Tutti trasportati all'ospedale Moscati

Incidente, ieri sera, in pieno centro ad Avellino, nei pressi di via Roma. Due le auto coinvolte, di cui una, a seguito del violento impatto, si è ribaltata. A bordo dei due mezzi otto persone. Una di loro è rimasta incastrata tra le lamiere rendendo necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco. Quattro i feriti, trasportati all’ospedale Moscati. Sul posto oltre ai caschi rossi, gli operatori del 118 e le forze dell’ordine.

Napoli e Salerno, slitta l’apertura delle scuole al 28 settembre Per tutti gli istituti sede di seggio elettorale

A Napoli e Salerno, le scuole che sono state sede di seggio elettorale, non apriranno domani ma il 28 settembre. Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha firmato l’ordinanza:”Al fine di garantire la disinfezione dei locali scolastici e il ripristino degli spazi didattici per consentire l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico anche alla luce delle prescrizioni per il contenimento del rischio di contagio da COVID – 19″.
Stessa decisione del sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli: “Accogliendo le istanze avanzate dai dirigenti scolastici degli istituti cittadini, ho ordinato – afferma Napoli – il rinvio dell’inizio delle attività didattiche al prossimo lunedì 28 settembre. La decisione si è resa necessaria per consentire il completamento delle operazioni di rimozione dei seggi elettorali e la successiva igienizzazione e sanificazione degli ambienti”.