Il Cts dice sì alla riduzione dei tamponi per i calciatori Spadafora: "I giocatori dovranno sottoporsi ai test nelle 48 ore precedenti le competizioni"

Sì alla riduzione dei tamponi per i calciatori. La notizia è arrivata pochi minuti e a comunicarla è stato il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora: “Ho appena comunicato al presidente Gravina – dichiara Spadafora – che il Comitato tecnico scientifico, che ringrazio, ha valutato positivamente la nostra proposta sulla riduzione dei tamponi, andando anche oltre la richiesta della Figc. Da oggi infatti, come già previsto per le competizioni internazionali, i giocatori dovranno obbligatoriamente sottoporsi al tampone solo nelle 48 ore precedenti le competizioni”.

Ufficiale: al San Paolo mille spettatori per Napoli-Genoa Ordinanza firmata da De Luca: pubblico anche per Benevento-Inter di mercoledì prossimo

Ora è ufficiale, al match di domenica prossima, in programma al San Paolo alle ore 15:00, tra Napoli e Genoa, potranno assistere 1000 spettatori. Stesso discorso per la sfida di mercoledì prossimo, tra Benevento e Inter. L’ordinanza numero 73 del 25 settembre firmata dal presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca: “Consente la partecipazione del pubblico alle partite di calcio professionistico di serie A in programma sul territorio campano il 27 e il 30 settembre entro il limite massimo di 1000 spettatori a condizione del pieno rispetto, da parte delle società, dei gestori e degli utenti, delle seguenti disposizioni:

la presenza di pubblico è consentita esclusivamente nei settori degli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, per l’intera durata dell’evento, nel rispetto del distanziamento interpersonale, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro, ad eccezione delle persone che, in base alla disciplina vigente, non sono soggette a distanziamento interpersonale. Dette persone potranno sedere accanto, salvo l’obbligo di mantenere il distanziamento di almeno un metro dagli altri spettatori;

obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e divieto di ingresso ove la temperatura sia superiore a 37,5 C°; obbligo di utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie, anche all’aperto;
nonché delle seguenti ulteriori prescrizioni:
obbligo di assicurare la presenza di dispenser di gel e/o soluzioni igienizzanti, subordinando l’accesso alla previa igienizzazione delle mani; divieto di assistere all’evento da postazioni in piedi; vendita di biglietti esclusivamente on-line e/o in prevendita per evitare code e assembramenti alle biglietterie che dovranno essere chiuse al momento dell’evento.

Covid, De Luca: “Se la curva dei contagi si aggrava, chiudiamo tutto” Il presidente della Regione: "Il picco dei contagi tra fine ottobre e inizio novembre"

La curva dei contagi è in crescita e il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, è pronto ad attuare nuovi provvedimenti: “Se fra tre-quattro giorni  – dichiara De Luca – coi nostri esperti constatiamo che la curva si aggrava chiudiamo tutto. O accettiamo la convivenza col virus, e questo prevede il rispetto di regole rigorosissime, oppure l’alternativa è semplice, la chiusura”.

Maltempo, disagi in tutta la Campania Cade un albero al Vomero. Tromba d'aria a Salerno


24 ore di passione in Campania a causa del maltempo. Danni e disagi in tutta la regione dalle prime ore della mattina. Paura al Vomero, in via Scarlatti, dove il tronco di un grosso albero si è spezzato colpendo alcune auto in sosta. Illesi, fortunatamente, i passanti. In tutta la città si è registrata la caduta di alberi e rami. A Salerno vento e pioggia con una tromba d’aria in mare, il cui video è già diventato virale sui social. Disagi anche in Alta Irpinia, sulla strada provincia 143 che collega Bagnoli Irpino ad Acerno, a causa di una frana. L’allerta meteo continuerà fino a domani alle 6:00.

Covid, De Luca a Lamorgese: “Più forze dell’ordine per i controlli” Il governatore chiede un piano straordinario

In relazione all’ordinanza relativa all’uso obbligatorio delle mascherine anche all’aperto in Campania, il governatore Vincenzo De Luca ha scritto al Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, chiedendo di definire un piano di impegno straordinario delle forze dell’ordine per garantire il rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza sanitaria.

“Sollecitiamo il Ministro – ha scritto De Luca nella lettera inviata il 23 settembre – a comunicare il piano, in quanto come più volte segnalato, ogni misura sarà vana se non sarà assicurato un capillare controllo sul territorio in ordine all’osservanza delle prescrizioni volte al contenimento dei contagi. Si rinnova pertanto la richiesta di un impegno straordinario delle Forze dell’Ordine in campo e di un incremento numerico delle stesse, indispensabili all’efficacia delle attività di controllo inerenti all’emergenza”.

In relazione all’avvio dell’anno scolastico, il Presidente De Luca ha inoltre di nuovo segnalato al Governo, con una lettera inviata al Presidente del Consiglio e al Ministro per l’Istruzione, Lucia Azzolina, la necessità di approntare un piano per evitare spostamenti interregionali degli insegnanti e per sopperire alla mancanza di docenti di sostegno.

“Si insiste – scrive De Luca – nella richiesta di adozione di ogni atto necessario ad implementare le unità di sostegno da destinare alle scuole della Campania, anche in deroga al regime ordinario, per garantire la continuità didattica degli alunni con disabilità, e si segnala la pressante esigenza – nel contesto epidemiologico che si registra sul territorio regionale e a livello nazionale – di evitare la mobilità interregionale del corpo docente per i rischi di diffusione del contagio ad essa connessa”.

Amedeo Manzo professore alla Pontificia Università Antonianum Prestigioso riconoscimento per il presidente della Bcc di Napoli

La Pontificia Università Antonianum affida il Corso di Analisi Economica, Patrimoniale e Finanziaria programmato nella Facoltà di Filosofia nel biennio di Antropologia Organizzativa per l’anno accademico 2020/2021 ad Amedeo Manzo, Presidente della Banca di Credito Cooperativo di Napoli nonché della Federazione Campana delle Banche di Credito Cooperativo.
La cerimonia di consegna del Decreto di conferimento del prestigioso incarico, con relativa attribuzione del titolo di Professore, è stata effettuata  presso la sede dell’università a Roma e alla presenza del Rettore Magnifico della Pontificia Università Antonianum Prof. Augustin Hernàndez Vidales.
“Sono particolarmente felice ed emozionato per questo importante riconoscimento che premia l’importante lavoro che il Credito Cooperativo a Napoli ed in Campania sta sviluppando in questo difficile momento a favore delle famiglie, piccole e medie imprese,  delle start up e dei giovani. L’ analisi scientifica del modello del Rating Umano è sempre più attuale e centrale nell’agenda di tutti coloro che hanno la responsabilità di costruire un futuro sostenibile per i territori e per le nuove classi dirigenti formate dai nostri giovani.
Proprio nel senso della formazione dei manager del futuro và l’iniziativa del Credito Cooperativo, StudioSi, che vuole consentire la possibilità a tutti i giovani del Mezzogiorno di finanziare a costo zero i propri studi universitari e post universitari. La democrazia di opportunità, in questo modo, finalmente si afferma, andando verso un’economia efficiente,che usa la testa, ma che ha al centro le persone, non lasciando il cuore e le emozioni casa” ha dichiarato Amedeo Manzo.

A Roma il primo congresso nazionale “Eco Sisma Bonus 110%” Focus su un tema di grandissima attualità con esperti a confronto

Primo congresso nazionale sull’Eco Sisma Bonus 110%. L’evento si svolgerà domani e domenica presso l’Hotel The Hive a Roma. Un focus importantissimo che vedrà la partecipazione di professionisti ed esperti di grande spessore. Si partirà con un tavolo tecnico, poi il confronto si sposterà sugli investimenti e sul commerciale. Teoria e pratica unite in 48 ore di aggiornamento e dibattito. Il congresso è stato organizzato dal Consorzio Sgai che è la Business Unit rivolta a chi opera nella riqualificazione e valorizzazione degli edifici. L’obiettivo è sempre la persona, al centro di tutto, inserita in una rigenerazione urbana integrata e sostenibile. Il congresso servirà a chiarire meglio il concetto di Eco Sisma Bonus e come affrontare i vari passaggi burocratici ed esecutivi. Un pool di professionisti attraverso i quali sarà possibile guardare al futuro con una rinnovata fiducia di assistenza e collaborazione anche perché sono sempre di più, in questo periodo, le persone che fanno richiesta dell’Eco Sisma Bonus e di altri strumenti di nuova interpretazione. Il congresso servirà a preparare i prossimi mesi e ad affrontare la sfida dell’innovazione non solo tecnica ma anche burocratica.

Alzheimer, recuperare le abilità esecutive con la stimolazione del midollo spinale Una ricerca della Fondazione Santa Lucia IRCCS di Roma in collaborazione con la Federico II

Un nuovo trial clinico, effettuato dai ricercatori della Fondazione Santa Lucia IRCCS e dell’Università Federico II di Napoli ha evidenziato i vantaggi di supportare il training cognitivo in pazienti con Alzheimer moderato con la Stimolazione Transpinale a Corrente Diretta (TsDCS).

Lo studio ha coinvolto 16 persone con Malattia di Alzheimer con sintomi di media gravità e difficoltà cognitive nelle abilità esecutive. Il trattamento cognitivo computerizzato è stato somministrato in due condizioni sperimentali: una durante la stimolazione del midollo spinale (tsDCS), e una condizione placebo nella quale la stimolazione veniva interrotta dopo pochi secondi e il paziente proseguiva il solo training cognitivo. In entrambe le condizioni, il trattamento è durato 15 giorni, con una seduta al giorno della durata di un’ora.

I risultati hanno evidenziato un maggiore recupero delle abilità esecutive nei pazienti in cui la stimolazione del midollo spinale avveniva realmente rispetto alla condizione placebo. Tale miglioramento persisteva a distanza di un mese dalla fine del trattamento ed è stato evidenziato anche dai test neuropsicologici in funzioni che non erano state oggetto specifico di trattamento come la memoria e l’attenzione.

Il risultato è stato pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease, a firma dei ricercatori della Fondazione Santa Lucia IRCCS del Laboratorio di Ricerca sull’Afasia in collaborazione con il Laboratorio di Neuropsicologia della Memoria.

“Lo studio parte dalla teoria dell’Embodied Cognition o ‘conoscenza incarnata’ ormai consolidata in ambito neuroscientifico. Secondo questa prospettiva – spiega la Prof.ssa Paola Marangolo, Responsabile del Laboratorio di Ricerca sull’Afasia della Fondazione Santa Lucia IRCCS e Professore Ordinario di Psicobiologia, Psicologia Fisiologica e Neuroscienze Cognitive all’Università Federico II di Napoli –  esiste una relazione tra il sistema cognitivo e il sistema sensorimotorio: linguaggio, memoria, attenzione, funzioni esecutive sono in parte controllati dal sistema motorio, in quanto mediati da azioni motorie”.

Il nostro lavoro – afferma Marangolo – apre la strada a nuove frontiere neuroriabilitative. Il midollo spinale, infatti, è una struttura molto ricca di fibre nervose che inviano informazioni in parti diverse della corteccia: la stimolazione midollare risolverebbe quindi il problema di dover decidere a priori quale parte del cervello debba essere direttamente stimolata. Inoltre, a differenza di quella corticale, essendo di facile applicazione, consentirebbe al paziente di eseguire simultaneamente esercizi cognitivi senza l’impedimento degli elettrodi applicati sulla testa”.

Infine – conclude Marangolo – considerata la vastità delle lesioni che spesso si riscontrano a livello cerebrale sia nelle persone con patologie neurodegenerative come l’Alzheimer che nelle persone colpite da ictus, la stimolazione midollare potrebbe rappresentare una nuova strada di accesso al recupero cognitivo”.

Nel 2017 lo stesso team di ricerca aveva dimostrato che nei pazienti colpiti da ictus la stimolazione del midollo spinale determinava un miglioramento del linguaggio, con uno studio pubblicato su Frontiers of Neurology.

 

Camorra, blitz nella notte a Torre Annunziata: 12 arresti Decapitato il nuovo clan Sauriello-Scarpa

Blitz nella notte a Torre Annunziata, nel mirino il clan Sauriello-Scarpa. Dodici le persone finite in manette nell’operazione congiunta di polizia e carabinieri. Tutti i soggetti coinvolti sono indiziati, a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, danneggiamento, porto e detenzione di materiale esplodente, tutti aggravati dal metodo mafioso e dalla finalità di affermare la supremazia di un nuovo clan in Torre Annunziata, denominato “Quarto sistema” o “Sauriello – Scarpa”.

1 2