L’Asl segnalerà in Procura i giocatori della Juve che hanno violato l’isolamento Torino, hanno lasciato la città per raggiungere i ritiri delle rispettive nazionali

La Asl Città di Torino segnalerà in Procura i calciatori della Juventus che hanno lasciato il J Hotel o il loro domicilio privato per raggiungere i ritiri delle rispettive nazionali, violando l’isolamento a cui erano tenuti a seguito della positività della di due componenti dello staff.

Nel mirino ci sono sette atleti: Rodrigo Bentancur, Juan Cuadrado, Danilo, Paulo Dybala, Cristiano Ronaldo e, ancora, Gigi Buffon e Merih Demiral, che però sono rimasti nella loro casa torinese. I primi cinque hanno raggiunto le loro nazionali. Il resto della squadra bianconera è invece ancora al JTC, compreso Rabiot, che solo dopo il risultato del doppio tampone raggiungerà la Francia. Nessun problema invece per coloro che hanno lasciato l’albergo per continuare l’isolamento a casa.

da corriere.it

Confcooperative, Manzo confermato nel Consiglio Nazionale Il presidente della Bcc: "Sono orgoglioso"

Si è tenuta a Roma presso l’Auditorium del Massimo la 40esima Assemblea Nazionale di Confcooperative presieduta dal Presidente Maurizio Gardini , con l’intervento del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, del Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli e del Ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova.
Confcooperative, come è noto, rappresenta circa 18mila cooperative, conta oltre 3 milioni di soci ed offre lavoro a 500mila persone.
L’Assemblea Nazionale dal titolo “Costruttori di bene comune”, che ha trattato del difficile momento in cui versa il Paese, ha, altresì, visto eleggere i nuovi vertici e rappresentanti nazionali di Confcooperative.
Rieletto per un secondo mandato il Presidente della Federazione Campana delle Banche di Credito Cooperativo e della Bcc di Napoli Amedeo Manzo che così ha commentato, a valle di una giornata di testimonianze e confronti:  “In un momento di grande difficoltà per il Paese la coesione e la capacità di resilienza mostrata dalla Cooperazione può offrire un valido contributo per la ripresa. Sono particolarmente felice di essere stato confermato nel Consiglio Nazionale di Confcooperative ed estremamente grato alla Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo ed al Presidente Dell’Erba per avermi proposto. In qualità di Presidente di una cooperativa creditizia che ha solo 11 anni la rielezione è motivo di grande orgoglio.
Inoltre il fatto che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte abbia ribadito l’importanza delle Banche di Credito Cooperativo per lo sviluppo ed il sostegno delle Pmi è testimonianza di quanto le Bcc siano essenziali nel panorama creditizio.
Credo che la Cooperazione nel suo complesso, prevista e tutelata dalla Costituzione Italiana, possa essere un valido modello per combattere la crisi economica, le disuguaglianze sociali, consentendo lo sviluppo equilibrato del nostro Paese e del Mezzogiorno in particolare. Sono convinto che senza lo sviluppo del Sud, l’Italia non può essere quel Paese competitivo che ci si augura. Il Recovery Found è l’ultima chiamata per la nazione italiana”.

Sytapp, il marketplace rivoluzionario a portata di click L'app che permette ai consumatori e ai commercianti di avvicinarsi

di Valerio Chiusano

L’economia globale ha subito un contraccolpo decisivo a causa del Covid-19 e del lockdown, causando un crollo delle vendite dei maxi-mercati delle grandi imprese. Tangibile è un ritorno da parte dei consumatori all’acquisto di prossimità, nei negozi di quartiere o cittadini. In questo scenario di  trasformazione Sytapp si attesta come azienda leader e innovatrice, un marketplace capace di cementare una nuova intesa tra piccoli e grandi commercianti e i consumatori.

Sytapp, innovazione e tradizione a portata di click

“Il commercio on-line promosso da Sytapp è quello che serve alla nostra economia fatta di piccole e medie imprese che hanno necessità di produrre e vendere. La piattaforma Sytapp incentiva le produzioni locali vendute on-line, creando un connubio che mancava, edificando un ponte tra innovazione digitale e tradizione manifatturiera nostrana”.

Il progetto Sytapp è brillantemente espresso nell’intervista che il professor Angelo Paletta, docente di management al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo, ha rilasciato ai  microfoni di Neifatti.it.

Professor Paletta di cosa si occupa precisamente?

“Insegno management e finanza aziendale, nello specifico il management riguarda l’economia e la gestione dell’imprese, mentre la finanza aziendale riguarda la struttura e le soluzioni finanziarie per far funzionare le aziende italiane siano esse start up, micro imprese, piccole medie o grandi.”

Cos’è Sytapp?

“Sytapp è un’applicazione innovativa che ha la capacità di mettere insieme la domanda con l’offerta. In una situazione di  pandemia, in cui a causa del lockdown tutti i negozi hanno chiuso, Sytapp è riuscita ad unire domanda e offerta, lì dove le strutture e le filiere più grandi erano state compromesse. Sytapp, grazie ad una logistica territoriale di quartiere, è riuscita a  portare a casa dei consumatori i prodotti e i servizi offerti in maniera efficiente”.

Possiamo definire Sytapp rivoluzionaria?

“Sicuramente è un’app innovativa, ricca di contenuti che possiamo definire “distractive”, in grado di contribuire e cambiare l’economia e i mercati. Certamente, il successo di quest’app sarà dipeso sia dai commercianti e professionisti che si accrediteranno, sia dai tanti consumatori che si rivolgeranno a Sytapp come soluzione per i propri acquisti in maniera: economica, rapida e sicura”.

In questo momento di incertezza economica, molti esperti si dividono tra catastrofisti e ottimisti. Professore, lei cosa immagina per futuro? Dove possiamo posizionarci?

“Secondo me, non bisogna essere né catastrofisti, né ottimisti ma realisti. Essere realisti significa trovare soluzioni innovative per un momento così complicato, sicuramente Sytapp può offrire grandi prospettive perché si avvale di una struttura logistica decentrata a livello territoriale, consentendo alle economie locali di poter continuare a funzionare anche se le grandi filiere della logistica subiscono dei contraccolpi”.

 

 

Torna l’allerta meteo in Campania Dalle 8:00 alle 22:00 di domani

Torna l’allerta meteo in Campania. La Protezione Civile della Regione ha emanato un avviso di colore giallo valido dalle 8:00 alle 22:00 di domani su tutta la Campania ad esclusione delle zone 2 e 4. (Zona 2: Alto Volturno e Matese; Zona 4: Alta Irpinia e Sannio).
Si prevedono precipitazioni sparse anche a carattere di moderato rovescio o isolato temporale, in attenuazione dalla tarda mattinata sulle zone 5,6,7,8 (Zona 5: Tusciano e Alto Sele; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento; Zona 7: Tanagro; Zona 8: Basso Cilento) e a partire dal pomeriggio sulle zone 1 e 3 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini). Previste anche locali raffiche di vento.

Tenta il suicidio, salvato dai Carabinieri E' accaduto a Mugnano del Cardinale

Ha parcheggiato l’auto nel piazzale antistante il cimitero di Mugnano del Cardinale, in Irpinia, e ha tentato di strangolarsi con una fascetta di plastica da elettricista.

È accaduto questa mattina. Verosimilmente, alla base del gesto, una serie di problemi di natura personale. Provvidenziale l’intervento della pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Baiano.

Notata l’autovettura, i carabinieri si sono avvicinati per un controllo: a bordo del veicolo un 70enne del posto, già cianotico e in stato di incoscienza.

Dopo aver immediatamente tagliato la fascetta di plastica stretta al collo, i militari dell’Arma hanno praticato le prime manovre di rianimazione all’anziano fino all’arrivo dei sanitari del 118 che l’hanno trasportato all’ospedale di Avellino.

Lega serie A, il presidente Dal Pino positivo al Covid In isolamento volontario anche il numero uno della Figc, Gravina

Il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, è risultato positivo al Covid 19 in seguito al tampone effettuato ieri. Dal Pino, sintomatico e in isolamento presso la propria abitazione, seguirà le procedure previste dal protocollo sanitario. Intanto Gabriele Gravina, numero uno della Figc, risultato comunque negativo ad un test effettuato nel lunedì, ha deciso di mettersi lo stesso in isolamento volontario avendo nei giorni scorsi incontrato Dal Pino.

Barbiere ucciso a Pianura, arrestato il mandante L'operazione degli agenti della squadra mobile

Arrestato dopo sei anni il mandante dell’omicidio di Luca Megali, il 28enne barbiere ucciso il 6 novembre del 2014 a Pianura, a colpi di pistola. Difatti dall’alba è in corso una vasta operazione degli agenti della questura di Napoli nell’area flegrea. Gli investigatori hanno eseguito una prima ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip presso il tribunale di Napoli nei confronti del mandante dell’omicidio Megali. Mentre, una seconda ordinanza, è stata emessa per tre soggetti ritenuti indiziati di estorsione e tentata estorsione.