Nuovo Dpcm, coprifuoco dalle 21:00 solo se deciso dai sindaci Palestre e piscine, una settimana per adeguare i protocolli

Esattamente alle 21:35, il premier Giuseppe Conte, ha parlato alla nazione illustrando le misure anti-Covid contenute nel nuovo Dpcm: “Non possiamo perdere tempo, dobbiamo scongiurare un nuovo lockdown”. Così ha esordito Conte prima di presentare i provvedimenti.

Decisioni dei sindaci

Possibilità per i sindaci di chiudere strade e piazze particolarmente frequentate alle 21:00, dunque “coprifuoco” locali.

Sport

Sì all’attività sportiva e motoria all’aperto, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza. Stop agli sport da contatto, anche dilettantistici. L’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni. Sono altresì sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale. Sono consentiti soltanto gli eventi e le  competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra riconosciuti di interesse nazionale o regionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP).

Palestre e piscine

Il governo ha dato una settimana a tutti i gestori di adeguarsi alle normative vigenti, altrimenti le palestre e le piscine saranno chiuse.

Scuola

Alle superiori sì alla didattica a distanza alternata però a quella in presenza e unita a una più marcata diversificazione degli orari di entrata ed uscita degli alunni.

Bar e ristoranti

Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 sino alle ore 24.00 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18.00 in assenza di consumo al tavolo. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24.00, la ristorazione con asporto. È fatto obbligo per gli esercenti di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti. Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo le autostrade.

Sale giochi e scommesse

Le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo sono consentite dalle ore 8.00 alle ore 21.00.

Sagre e fiere

Sono vietate le sagre e le fiere di comunità. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale.

Congressi e riunioni

Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza. Nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni di interesse pubblico.

Schianto sull’Avellino-Salerno, muore 52enne La donna era a bordo di una moto

I Vigili del Fuoco di Avellino sono intervenuti sul raccordo autostradale Avellino Salerno, al Km. 22,600 in direzione Salerno,  all’ingresso della galleria del monte Pergola, nel territorio del comune di Serino, per un incidente stradale che ha visto coinvolta una motocicletta con alla guida una donna di 52 anni residente ad Avellino ed originaria di Ariano Irpino, la quale, nel violento impatto contro la parete della galleria ha perso la vita. L’area dell’incidente è stata messa in sicurezza.

Covid, 1.376 nuovi positivi in Campania Due decessi nelle ultime 24 ore

Positivi del giorno: 1.376

di cui:
– Sintomatici: 55
– Asintomatici: 1.321
Tamponi del giorno: 14.256

Totale positivi: 25 819
Totale tamponi: 766.187

​Deceduti del giorno: 2
Totale deceduti: 501

Guariti del giorno: 199
Totale guariti: 8.453

​Report posti letto Covid su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva complessivi: 113
Posti letto di terapia intensiva occupati: 78
Posti letto di degenza complessivi: 904
Posti letto di degenza occupati: 849

L’era dei ristoranti a km 0 Qualità e genuinità non passano mai di moda

Di Alessandra Orabona
Chi non si è mai imbattuto in un ristorante a km 0, ne avrà sicuramente sentito parlare in qualche programma televisivo di cucina. Una dicitura moderna per esprimere un concetto già familiare al sentire comune. Si tratta di locali che prediligono solo ingredienti a “filiera corta”, prodotti, coltivati e raccolti nelle immediate vicinanze.
Sinonimo di freschezza, qualità e genuinità, la frontiera del km 0 consente di assaporare piatti più gustosi a basso prezzo. Vengono, infatti, eliminati i costi aggiuntivi di trasporto, lavaggio industriale e intermediazione commerciale, dal momento che è lo stesso produttore ad occuparsi di vendita e produzione.
In più, in questo modo non solo si riduce l’inquinamento ma si valorizza anche il lavoro dei piccoli agricoltori e allevatori locali, sempre più schiacciati dal meccanismo della grande produzione di massa.
Questa filosofia ha anche il pregio di esaltare le tradizioni culinarie, grazie all’uso di ingredienti stagionali per inventare nuovi piatti dai sapori unici. Nel panorama nazionale esistono luoghi in cui questa mentalità non è stata mai abbandonata, come l’isola d’Ischia, oasi del km 0: qui servire ai tavoli materie prime coltivate ed allevate nei propri orti domestici e nelle tenute di famiglia rappresenta la normalità per la maggior parte dei ristoratori, i quali possono contare anche su una vasta fornitura di prodotti ittici freschi durante tutto l’anno grazie al lavoro dei pescatori locali.
La globalizzazione ormai mette a nostra disposizione ogni genere di prodotto, persino esotico, in ogni momento. Eppure, il bisogno di ritornare alle origini e all’agricoltura tradizionale, responsabile e sostenibile si fa sempre più forte. La ragione probabilmente sta nel fatto che assaggiare i piatti di un’altra cultura è entusiasmante ma a lungo andare può stancare, anche perché non sempre gli ingredienti importati mantengono la loro freschezza iniziale. Da qui il desiderio spontaneo di riaffermare le nostre tradizioni con materie prime locali per far tornare in auge quello che un tempo era la normalità.
In fondo è proprio vero: siamo quello che mangiamo!

Covid, sospesi ricoveri programmati in Campania Stop anche alle attività ambulatoriali

Sospesi, da oggi, i ricoveri programmati in Campania a causa dell’aumento dei contagi da covid, sia medici che chirurgici nelle strutture ospedaliere pubbliche. Stesso provvedimento è stato deciso dall’Unità di Crisi per le attività ambulatoriali negli enti del Servizio sanitario nazionale (ad eccezione di quelle urgenti, nonchè di quelle di dialisi, di radioterapia e
oncologiche-chemioterapiche).

Donna travolta e uccisa da camion dei rifiuti La tragedia si è verificata a Pozzuoli

Una 72enne è stata travolta e uccisa da un camion utilizzato per la raccolta dei rifiuti mentre stava attraversando la strada. Il conducente del mezzo è scappato via senza prestare soccorso. La tragedia si è verificata questa mattina in località Lucrino, a Pozzuoli. Immediato l’intervento dei carabinieri che dopo qualche ora sono riusciti ad intercettare e bloccare l’autista del camion.

Vende accessori sui social, nei guai 25enne truffatore A cadere nella trappola una giovane

I Carabinieri della Stazione di Aquilonia, in provincia di Avellino, hanno denunciato un 25enne della provincia di Bari, ritenuto responsabile di truffa.

A cadere nella sua trappola una ragazza del posto, attratta dal prezzo conveniente di vari accessori d’abbigliamento di note maison di moda, in vendita su un noto social network: non esitava quindi a contattare l’inserzionista, anche per ridurre al minimo il suo dubbio che potesse trattarsi di una truffa.

Venivano così fornite rassicuranti spiegazioni che conquistavano la fiducia dell’acquirente la quale non esitava ad effettuare il pagamento di 150 euro mediante ricarica su carta prepagata.

Ma, ricevuta la somma pattuita, il fittizio venditore si rendeva irreperibile sui contatti forniti, omettendo la consegna dei prodotti acquistati.

A questo punto la vittima, non avendo più alcun dubbio del raggiro in cui era incappata, sporgeva denuncia ai Carabinieri che, all’esito delle indagini, sono risaliti al presunto responsabile della truffa.

Alla luce delle evidenze emerse, il 25enne, già noto alle Forze dell’Ordine per reati portati a termine con lo stesso “modus operandi”, è stato deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

Si ricordano ancora una volta gli utili consigli riportati con l’iniziativa “Difenditi dalle truffe”, nata per forte volontà dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino ed attuata in modo capillare sul territorio da parte di tutti i reparti dipendenti, per la specifica prevenzione di tale reato predatorio. È importante saper riconoscere le situazioni più a rischio e, di conseguenza, i comportamenti da assumere, diffidando sempre degli acquisti oltremodo convenienti, trattandosi verosimilmente di una truffa o di prodotti rubati.

 

In arrivo il nuovo Dpcm: smart working al 75% A scuola ingressi scaglionati

Arriverà questa sera il nuovo Dpcm, con misure anti covid, firmato dal premier Conte. In queste ore si sta ragionando sulla chiusura anticipata di bar e ristoranti e su massimo sei persone per tavolo, sul blocco totale degli sport da contatto, sulle limitazioni per palestre e piscine, sull’inizio delle lezioni alle 11:00 per gli alunni delle scuole superiori, sullo smart working al 75% e sull’abbassamento della capienza consentita nel trasporto pubblico.