Covid, torna l’autocertificazione in Campania Zona rossa ad Arzano. Sulla riapetura delle scuole elementari si valuterà nei prossini giorni

Emergenza Coronavirus, nuova ordinanza della Regione Campania, che sarà pubblicata a breve, di cui vengono anticipati i contenuti.

SCUOLA
Acquisiti i dati epidemiologici sulla scuola, che attestano un continuo aumento dei casi accertati che in alcuni territori sono raddoppiati, nonché i dati relativi all’intero contesto regionale, rimangono ferme le disposizioni delle precedenti Ordinanze sulla scuola, con due nuove decisioni:
1) Avvio immediato di progetti finalizzati alla didattica in presenza per i bambini autistici e/o con disabilità;
2) Orientamento alla riapertura delle attività in presenza delle scuole elementari da lunedì 26 ottobre, subordinata a un’ulteriore verifica che sarà svolta nei prossimi giorni sull’andamento dei contagi registrato nel personale scolastico e negli alunni.
Per quanto riguarda le altre decisioni relative alla prevenzione e al contrasto dell’epidemia, la Regione ha chiesto al Ministro della Salute di condividere e disporre la sospensione di ogni attività dalle 23 alle 5 del mattino e degli spostamenti dalle 24, a partire dal prossimo fine settimana, sull’intero territorio regionale.

COMUNE DI ARZANO

Per i dati epidemiologici provenienti dall’area metropolitana di Napoli e in relazione al Comune di Arzano, sarà disposta l’istituzione della zona rossa nello stesso Comune di Arzano.

AUTOCERTIFICAZIONE

Infine, per contrastare assembramenti e ridurre comunque la mobilità, l’Ordinanza prevederà la limitazione degli spostamenti interprovinciali, se non giustificati – previa autocertificazione – da motivi di lavoro, sanitari, scolastici, socio-assistenziali, approvvigionamento di beni essenziali.

Coronavirus, stop ai visitatori al “Moscati” e al “Landolfi” La decisione della direzione sanitaria

Emergenza Coronavirus, la Direzione Sanitaria dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino ha ritenuto necessario disporre temporaneamente e a decorrere da domani, mercoledì 21 ottobre, il divieto di accesso in tutte le Unità operative della Città ospedaliera e del plesso “Landolfi” di Solofra ai parenti e ai visitatori dei degenti.

Un referente individuato per ciascuna Unità operativa provvederà a informare telefonicamente i familiari sullo stato di salute dei pazienti ricoverati. In ogni caso, sarà a disposizione degli utenti interessati un numero di telefono dedicato per ogni reparto, attivo tutti i giorni, dalle ore 13:00 alle 14:30, fatta eccezione per le seguenti Unità operative, che hanno indicato una diversa fascia oraria: Medicina d’Urgenza (14:30-15:30), Ortopedia e Traumatologia (13:30-14:30), Cardioanestesia (18:00-19:00) Chirurgia Vascolare (15:00 -17:00) e Chirurgia d’Urgenza (17:00-19:00).

 

Covid, è task force: arrivano 100 militari Saranno potenziati i controlli su tutto il territorio

“Dopo il colloquio di ieri con il ministro dell’Interno Lamorgese, questa mattina lo stesso ministro ha confermato l’invio immediato di 100 militari a supporto dei controlli sul territorio e per il rispetto delle ordinanze anti-Covid. È un segno importante di attenzione da parte del ministro, che fa seguito agli impegni assunti e mantenuti dal commissario Arcuri. Ci auguriamo che anche dalla Protezione Civile nazionale vengano risposte efficaci e proporzionate alle esigenze evidenziate”. Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in una nota ufficiale.

Covid, 1.312 nuovi positivi in Campania Effettuati più di duemila tamponi in meno

Positivi del giorno: 1.312
di cui:
– Sintomatici: 67
– Asintomatici: 1.245
Tamponi del giorno: 10.205

Totale positivi: 28.724
Totale tamponi: 789.087

Deceduti del giorno: 12 (*)
Totale deceduti: 534

Guariti del giorno: 156
Totale guariti: 8.732

Report posti letto Covid su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva complessivi: 227
Posti letto di terapia intensiva occupati: 91
Posti letto di degenza complessivi: 1100
Posti letto di degenza occupati: 946

(*) Deceduti tra il 13 e il 19 ottobre, ma registrati ieri

Napoli-Az Alkmaar, Alvino: “Potrebbe esserci un intervento dell’Asl” "Dalla Uefa nessuna comunicazione ufficiale"

“Dalla UEFA nessuna comunicazione ufficiale al Napoli sulla situazione in casa AZ. Il club resta in attesa. Potrebbe esserci anche un intervento della ASL. Il Napoli si attiene alle regole. Il Napoli!” Così Carlo Alvino su Twitter dopo i nuovi casi di positività che hanno interessato i giocatori dell’Az Alkmaar, avversario del Napoli, giovedì al San Paolo, in Europa League.

Spadafora: “Non so se finirà il campionato” "Ronaldo? Si sente al di sopra di tutto"

“Se il campionato ce la può fare? Sì, ma se si arrivi fino in fondo non lo so. E’ una situazione particolare, di questo deve essere consapevole la Lega di A e pensare ad un piano b e ad un piano C”. Così il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ospita a “L’aria che tira” su La7: “Il protocollo – ha proseguito il ministro – funziona, ma deve essere rispettato, ma se poi c’è qualcuno che lo ignora. Ronaldo? Certi campioni si sentono al di sopra di tutto. Ha violato il protocollo quando è partito per il Portogallo, tanto che è stato aperto un fascicolo alla Procura di Torino. Credo che gente così dovrebbe lanciare messaggi che invitino al rispetto delle regole”. Poi Spadafora interviene anche su Juve-Napoli: “Rispetto la decisione del giudice e comunque sono in atto ricorsi e vedremo come finirà. Il protocollo come dicevo esiste e funziona, non possiamo modificarlo all’occorrenza per la Juve o per il Napoli”.

La Campania come la Lombardia, da venerdì sarà coprifuoco Lunedì riapriranno le scuole elementari

La Campania come la Lombardia. Da venerdì sarà coprifuoco, dalle 23:00 alle 5:00. “Ci prepariamo a chiedere in giornata il coprifuoco. Il blocco di tutte attività e della mobilità da questo fine settimana in poi”. Così il governatore Vincenzo De Luca: “Volevamo partire – continua – dall’ultimo week end di ottobre ma partiamo ora. Si interrompono le attività e la mobilità alle 23:00 per contenere l’onda di contagio. Alle 23:00 da venerdì si chiude tutto anche in Campania come si è chiesto anche in Lombardia”. Poi il governatore annuncia novità anche per quel che riguarda la scuola: “Autorizziamo da subito progetti speciali per bambini disabili e autistici e da lunedì anche le attività delle elementari”.

Covid, Conte: “Prime dosi vaccino già a dicembre” "Per contenere completamente la pandemia dovremo aspettare la prossima primavera"

“Se le ultime fasi di preparazione, il cosiddetto “rolling review”, del vaccino Oxford-Irbm Pomezia-Astrazeneca saranno completate nelle prossime settimane, le prime dosi saranno disponibili all’inizio di dicembre”. Ad annunciarlo il premier Giuseppe Conte: “Già all’inizio di dicembre avremo i primi due o tre milioni di dosi. Altri milioni ci arriveranno subito dopo. La Commissione europea – ha concluso il premier – ha commissionato ad Astrazeneca e ad altre società alcune centinaia di milioni di dosi. Penso che per contenere completamente la pandemia dovremo aspettare comunque la prossima primavera”.

1 2