Pubblicato il: 20 ottobre 2020 alle 11:22 am

Sequestra l’ex compagna, arrestato 32enne La vicenda è accaduta a Montoro, nell'avellinese

Aveva violato il divieto di avvicinamento alla persona offesa, era rientrato nell’abitazione coniugale dalla quale era stato allontanato, aveva maltrattato nuovamente e sequestrato l’ex compagna: alla fine per l’uomo si sono aperte le porte del carcere di Salerno Fuorni. Una storia drammatica, fatta di maltrattamenti nascosti per anni. Alla fine la vittima aveva trovato il coraggio e la forza di denunciare e i Carabinieri della Stazione di Montoro avevano allontanato l’uomo dalla casa familiare. Ma nonostante la misura coercitiva cui era sottoposto, l’ex compagno ha persistito nella sua condotta persecutoria nei confronti della donna, violando le prescrizioni impostegli. Nei giorni scorsi l’uomo era entrato nell’abitazione della sua ex, l’aveva aggredita, rinchiudendola nella camera da letto e privandola del suo telefono cellulare. Solo dopo qualche ora, dopo averle intimato di non parlare con alcuno, le ha consentito di andare a prendere i bambini a scuola. E la donna, in preda al panico, approfittando di quell’attimo di libertà, ha rivolto la sua disperata richiesta di aiuto ai Carabinieri che, proprio in quel momento stavano transitando in quella zona, impegnati in un servizio di perlustrazione del territorio. Prontamente intervenuti presso l’abitazione segnalata, i carabinieri hanno sorpreso il 32enne nascosto nella camera da letto. Bloccato e condotto in caserma, è stato tratto in arresto in quanto ritenuto responsabile dei reati di sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia e violazione del divieto di avvicinamento alla persona offesa e successivamente sottoposto ai domiciliari. Stamane, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, in esecuzione di ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Tribunale Irpino, che ha concordato con le ipotesi investigative dei Carabinieri, l’uomo è stato definitivamente arrestato.