Dimaro, Menghini: “Già al lavoro per riavere di nuovo i tifosi azzurri” L'assessore allo sport: "Le parti ne stanno parlando per cercare un'intesa di massima"

Il Napoli, si è riscatto in campionato, battendo in rimonta il Benevento ed è già proiettato già alla sfida di giovedì prossimo contro la Real Sociedad in Europa League. Nel frattempo si guarda anche al ritiro del prossimo anno e torna in auge quella di Dimaro-Folgarida. Ilnapolionline.com ha intervistato l’ex sindaco e Assessore allo Sport Romedio Menghini.

Com’è la situazione nel Trentino per quanto riguarda la pandemia Covid-19? “Purtroppo neanche da noi ci sono buone notizie, i dati non sono confortanti tra positivi e persone decedute. L’auspicio è che arrivi quanto prima il vaccino per poter tornare alla vita di prima. So che dovrebbe essere pronto per la Primavera del 2021, ma nel frattempo dovremo tutti limitare i danni e far scendere questa curva pandemica”.

Si prenderanno anche in Trentino delle misure drastiche come sta accadendo in altre Regioni d’Italia? “Mi dispiace che in Italia, da noi compreso, le persone non hanno percepito la situazione. Il Covid-19 purtroppo è davvero una pandemia che colpisce tutti indistintamente dall’età, ma non ci sono stati dei comportamenti esemplari, anzi. Mi auguro che la gente se ne cominci a rendere conto e la situazione inizi a migliorare quanto prima”.

Parliamo del Napoli e del possibile ritiro per i prossimi due anni a Dimaro-Folgarida. A che punto è la situazione? “Vorrei sottolineare che i tifosi napoletani ci sono mancati davvero tantissimo, per il calore che trasmettono alla squadra e perché si presentano davvero in massa. Le parti ne stanno parlando per cercare un’intesa di massima e con l’auspicio di poterli riavere da noi in Trentino. Ovviamente l’auspicio è che la curva pandemica possa scendere in quel periodo, altrimenti ci saranno le limitazioni del protocollo del Covid-19 e che faremo ovviamente rispettare”.

Quest’anno non avete avuto l’occasione di conoscere dal vivo mister Gennaro Gattuso. Cosa ne pensi a livello caratteriale dell’allenatore degli azzurri? “Purtroppo non ho mai avuto il piacere di conoscerlo personalmente, se non solo ammirarlo nel corso delle partite. E’ una persona che ha un grande carattere, come lo si vede nelle sue squadre. Mi auguro che possa il Napoli venire da noi e poterlo conoscere da vicino. Credo che possa fare bene anche questa stagione e che porterà a casa importanti risultati”.

In un campionato anomalo come quello di quest’anno, dove potranno arrivare gli azzurri in classifica? “Lo hai detto, è una stagione particolare, la pandemia sta colpendo anche a livello professionistico e non solo, perciò non è semplice fare previsioni. Ovviamente mi auguro che il Napoli possa lottare fino all’ultimo per la zona Champions, ma perché no anche per conquistare quel traguardo che tanto sognate da molti anni. Le squadre comunque sono forti, ci sarà molto equilibrio, perciò sarà tanto equilibrio”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco – ilnapolionline.com

Covid, 1.981 nuovi positivi in Campania 16 decessi nelle ultime 48 ore

Positivi del giorno: 1.981
di cui:
Asintomatici: 1.832
Sintomatici: 146
Tamponi del giorno: 11.569

Totale positivi: 40.594
Totale tamponi: 871.772

​Deceduti: 16 (*)
Totale deceduti: 587

Guariti: 10
Totale guariti: 9.332

* Deceduti tra il 23 e il 25 ottobre

​Report posti letto Covid su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva attivati: 227​
Posti letto di terapia intensiva occupati: 123
Posti letto di degenza attivati: 1.500
Posti letto di degenza occupati: 1.191

Ssc Napoli, domani la ripresa degli allenamenti Gli azzurri attesi dalla sfida di Europa League contro la Real Sociedad

Giornata di riposo per il Napoli dopo la vittoria di ieri nel derby contro il Benevento. Gli azzurri si ritroveranno domani al training center di Castel Volturno per iniziare a preparare la sfida di Europa League di giovedì, alle 21:00, contro la Real Sociedad. Un match importantissimo per il Napoli che è chiamato al riscatto dopo la sconfitta casalinga rimediata all’esordio europeo contro l’Az.

foto sscnapoli

Campania, sì al cibo d’asporto fino alle 22:30 Rettificata l'ultima ordinanza della Regione

Sì all’asporto in Campania ma fino alle 22:30. All’indomani dell’ordinanza numero 85, la Regione Campania rettifica: «Si comunica che, per mero errore materiale,, nel punto 1.4, primo periodo, del dispositivo dell’ordinanza indicata in epigrafe – pubblicata sul Burc n. 212 del 26 ottobre 2020 – prima delle parole “è fatto divieto”, risultano omesse le parole “dalle ore 22,30”».

Covid, 15 milioni dalla Regione per gli operatori dello spettacolo Partito il nuovo bando in Campania

La Regione Campania stanzia 15 milioni di euro per gli operatori dello spettacolo. Incrementato da 10 a 15 milioni il finanziamento destinato a contributi per gli Enti dello spettacolo. Parte un nuovo bando per un contributo 1000 euro ad attori, tecnici operatori del mondo dello spettacolo, dal cinema al teatro alle attività culturali, particolarmente colpito dalla crisi in questi mesi. Altri fondi per due milioni saranno destinati a questo settore.

De Luca: “Il nuovo Dpcm? Non basta” Il governatore: "Serve subito un piano socio-economico"

Ieri sera il governatore della Campania è stato ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa”. Il presidente, tra le altre cose, ha parlato anche del nuovo Dpcm:  “Non è sufficiente, è un passo in avanti ma non basterà. Potevamo fare più scelte o chiudere tutto per un mese oppure prendere ancora misure intermedie. Il governo ha scelto la seconda strada. Serve subito – ha continuato –  nel giro di una settimana un piano a livello nazionale di aiuti socio economici. Oggi la priorità sarebbe questa: varare come governo italiano un piano di aiuti socio economici alle categorie colpite sul modello di quello campano. Un investimento – conclude – di 10-20 miliardi di euro perché questo problema lo avremo per i prossimi sei, dieci mesi e la gente deve avere il pane”.

Vomero, centinaia di commercianti in piazza: “Libertà, libertà” A Salerno alcuni manifestanti bloccati mentre tentavano di raggiungere l'abitazione di De Luca

“Libertà, libertà”. Una protesta pacifica quella messa in campo ieri sera dai commercianti del Vomero e non solo. In centinaia contro le chiusure anticipate e il coprifuoco. La manifestazione dal titolo “Due metri di dissenso,  prima sostegno e poi lockdown” si è svolta tra piazza Vanvitelli e via Scarlatti. Ma non solo a Napoli, manifestazione di protesta anche a Salerno. Decine di persone hanno bloccato la circolazione in via Roma sedendosi al centro della strada. Altre, invece, sono stati fermate dalle forze dell’ordine mentre tentavano di raggiungere l’abitazione del presidente De Luca.