Fulmine di Politano, gli azzurri vincono in Spagna Real Sociedad-Napoli 0-1

Napoli: Ospina, Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui, Demme (89′ Fabian Ruiz), Bakayoko, Politano (61′ Di Lorenzo), Lobotka (61′ Mertens), Insigne (22′ Lozano), Petagna (61′ Osimhen). A disp.Meret, Contini, Rrahmani, Manolas, Ghoulam, Zielinski, Elmas. All.Gennaro Gattuso

Real Sociedad: Remiro, Gorosabel (78′ Muguruza), Sagnan, Le Normand, Monreal, Merino (78′ Zubimendi), Guevara, David Silva, Portu (68′ Bautista), Oyarzabal (86′ Guridi), Isak (68′ Jose). All. Imanol Alguacil

Arbitro: Pawson (Inghilterra)
Marcatori: 55′ M. Politano
Note: espulso Osimhen al 92′ per doppia ammonizione. Ammoniti Lozano, Le Normand.

L’urlo azzurro si leva più alto dell’orgoglio basco. Il Napoli vince in terra iberica con un gol di Politano poco prima che scocchi l’ora di gioco. Un “golazo”, come amano definirlo nel gergo spagnolo, che si infila terra-aria sotto la traversa. E’ un Napoli che risponde alla pervicacia basca con carattere ed intensità che tengono alto il vigore fisico alimentando il tasso tecnico di cui gli azzurri sanno fare bella mostra nei momenti topici della serata. Un successo di personalità e di tecnica che restituisce al Napoli la prima vittoria in Europa League dopo la sfida di esordio tutta possesso e poca sorte contro gli olandesi atipici. Adesso si ritorna in campionato in questo rutilante itinerario senza soste. Domenica al San Paolo c’è il Sassuolo per una sfida che ha il gusto avvincente e suggestivo dell’alta quota…

fonte sscnapoli

Covid, in Campania oltre 3mila nuovi positivi Record di contagi e di tamponi nelle ultime 24 ore

Positivi del giorno: 3.103 (*)
di cui:
Asintomatici: 2.861
Sintomatici: 242
Tamponi del giorno: 17.735

Totale positivi: 48.885
Totale tamponi: 919.318

​Deceduti: 20 (**)
Totale deceduti: 644

Guariti: 265
Totale guariti: 10.537

* Il dato è comprensivo dello screening su Arzano
** Deceduti tra il 24 e il 28 ottobre

​Report posti letto su base regionale:

Posti letto di Terapia intensiva complessivi: 580

Posti letto Covid:

Posti letto di terapia intensiva attivabili: 227​
Posti letto di terapia intensiva occupati: 164
Posti letto di degenza attivabili: 1.500
Posti letto di degenza occupati: 1.297

Il prefetto di Napoli: “Coesione tra le istituzioni e collaborazione dei cittadini” Valentini: "La strada da seguire è soltanto una"

“La strada da seguire è soltanto una: quella della coesione tra le istituzioni e la consapevolezza dei cittadini di coadiuvare, attraverso i loro comportamenti e le loro condotte, nell’osservare le prescrizione che vengono date dalle autorità sanitarie. Non ci sono altre possibilità”. Così il prefetto di Napoli, Marco Valentini, intervenendo a “Che giorno è” in onda su Radio Rai: “Seguendo queste due linee di condotta parallele – ha concluso il prefetto – istituzioni che devono lavorare alla prevenzione da parte dei cittadini, credo che vedremo la luce in fondo al tunnel”.

Napoli-Sassuolo sarà diretta da Mariani Al Var è stato designato Forneau

Sarà l’arbitro Mariani di Aprilia a dirigere Napoli-Sassuolo, il match in programma domenica alle 18:00 al San Paolo. Assistenti: Di Iorio-Scatragli. IV Uomo: Pezzuto. VAR: Forneau-De Meo

Dieci i precedenti in Serie A del Napoli con Mariani con gli azzurri che hanno collezionato nove vittorie ed un pareggio.

Covid, Conte: “Serve una risposta coordinata in Europa” Il premier alla Camera: "Serve far partire al più presto i fondi del Recovery fund"

Il premier Giuseppe Conte ha parlato alla Camera, spiegando le nuove misure adottate per contenere l’emergenza Covid 19: “L’impegno del governo si dispiega sin dall’inizio della pandemia, anche in sede Ue. Senza una risposta coordinata dell’Europa e sul piano globale nessuno Stato può superare la crisi sia sul piano sanitario che economico, Serve far partire al più presto i fondi del Recovery fund, si tratta di un obbligo morale verso i cittadini. Tutti i governi Ue – continua Conte –  con i loro meriti e demeriti, e ciò riguarda anche il nostro governo, sono stati costretti a fare un passo indietro. La scorsa settimana il presidente Mattarella ci ha ricordato che tutte le articolazioni dell’ordinamento democratico sanno di dover operare sempre con spirito di unità e coesione. Questo, se mi permettete, è davvero il momento di restare uniti”.

Lo strano caso di Eriksen: come gestirlo al fantacalcio Consigli utili

di salvatore monaco
Da quando il danese è arrivato in Italia non si è mai espresso ai livelli visti in Olanda prima e al Tottenham poi, la domanda che sorge spontanea è: perché? Per alcuni i motivi sono di adattamento al nostro calcio, per altri è il rapporto con Conte ed invece per altri ancora è una motivazione tattica. Fatto sta che questo Eriksen è solo il fantasma del numero 10 che il mondo conosce, e di conseguenza ne risente anche chi ha deciso di puntare su di lui al fantacalcio.

Come gestirlo?

Quando gioca va sempre messo. Infatti un calciatore con le sue qualità può infiammare la partita con giocate estemporanee che ha nelle corde, anche se ancora non si sono viste nella sua avventura nero-azzurra. La speranza è che si possa vedere in tempi brevi il vero Eriksen, se così non fosse già si parla di un suo addio a gennaio che porterebbe nelle casse dei Fantallenatori una somma tale da investire in un altro centrocampista. Quindi il consiglio è di aspettare, se il danese non esplode è giusto svincolarlo anche prima di gennaio soprattutto se c’è qualcuno nella lista svincolati che sta facendo molto bene.

Tapis roulant a prezzo conveniente, 55enne nei guai per truffa La donna, dopo aver incassato i soldi, si era resa irreperibile

I Carabinieri della Stazione di Bagnoli Irpino hanno denunciato una 55enne della provincia di Milano ritenuta responsabile del reato di “Truffa”.

L’indagine prende spunto dalla denuncia sporta dalla vittima che, in cerca di un buon affare, veniva attratta dal prezzo oltremodo conveniente di un tapis roulant in vendita su un noto sito di annunci on-line: non esitava quindi a contattare l’inserzionista sia per avere maggiori chiarimenti sia per ridurre al minimo il dubbio che potesse trattarsi di una truffa.

Venivano così fornite dettagliate spiegazioni che conquistavano la fiducia dell’acquirente il quale non esitava ad effettuare il pagamento di 350 euro mediante accredito su conto corrente.

Ma, ricevuto il denaro, la fittizia venditrice si rendeva irreperibile sui contatti forniti.

Le indagini condotte dai Carabinieri consentivano di risalire all’identità della presunta responsabile: si tratta di una 55enne della provincia di Milano che, alla luce delle evidenze emerse, è stata deferita in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

Si ricordano ancora una volta gli utili consigli riportati con l’iniziativa “Difenditi dalle truffe”, nata per forte volontà dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino ed attuata in modo capillare sul territorio da parte di tutti i reparti dipendenti, per la specifica prevenzione di tale reato predatorio. È importante saper riconoscere le situazioni più a rischio e, di conseguenza, i comportamenti da assumere, diffidando sempre degli acquisti oltremodo convenienti, trattandosi verosimilmente di una truffa o di prodotti rubati. 

5mila euro per restare nell’alloggio popolare, blitz contro il clan De Luca Bossa Operazione di carabinieri e polizia: sette arresti

Blitz di carabinieri e polizia, a Napoli, contro il clan De Luca Bossa. Le forze dell’ordine hanno eseguito due decreti di fermo nei confronti di sette persone legate al cartello accusate di estorsione aggravata dal metodo mafioso e al fine di agevolare l’organizzazione di appartenenza. I due provvedimenti riguardano un’estorsione commessa nell’ambito della gestione delle abitazioni di edilizia popolare e un tentativo di estorsione continuata nei confronti di un imprenditore. Il primo provvedimento coinvolge tre degli indagati che hanno chiesto ad una donna 5000 euro per conservare l’alloggio popolare in cui viveva a Ponticelli assieme al figlio minore. Il secondo decreto, invece, riguarda altri quattro indagati per un tentativo di estorsione nei confronti di un imprenditore.

Attacco nella cattedrale di Nizza: due morti Una donna è stata decapitata, fermato l'aggressore

Entra armato di coltello nella cattedrale Notre-Dame, situata nel centro di Nizza, in Francia, e uccide due persone: una donna ed un pensionato di 70 anni. L’aggressore ha agito questa mattina. Secondo quanto riferiscono fonti di polizia l’assalitore è stato fermato. Ferito, è stato trasportato in ospedale. Gli agenti l’hanno arrestato dopo aver fatto irruzione sparando. Le forze dell’ordine non escludono la presenza di complici.