Riapertura delle scuole, si decide lunedì "Autonomia ai Comuni"

“Si è svolta oggi a Palazzo Santa Lucia – si legge in una nota della Regione Campania –  la riunione periodica convocata dal Presidente De Luca con i Direttori Sanitari delle Asl e l’Unità di Crisi per la valutazione della situazione COVID-19 in Campania.

I Direttori Sanitari hanno fornito le informazioni relative alle aree e alle strutture di loro competenza. È stata verificata la piena tenuta del sistema sanitario regionale nel suo complesso in particolare per quanto riguarda i posti letto, sia ordinari, sia di terapia intensiva. È stata, a questo riguardo, sottolineata l’importanza dei trasferimenti dei pazienti presso le strutture private. Questo ha consentito, soprattutto negli ultimi giorni, di decongestionare gli ospedali pubblici, in particolare, per quanto riguarda la città di Napoli, il Cardarelli e il Cotugno.

È stato rilevato, nel corso della riunione, come il sistema sanitario regionale, nonostante il grande impegno nell’affrontare l’emergenza COVID-19, continui ad effettuare prestazioni ed interventi di grande complessità in tutti i settori dell’assistenza. Ad esempio, il Cardarelli ha effettuato 26 trapianti di fegato e ha fronteggiato le numerose richieste assistenziali dell’area medica e chirurgica relative all’oncologia e all’ematologia. L’ospedale Monaldi, da gennaio ad oggi, ha eseguito 550 interventi di chirurgia toracica, il 95% dei quali su pazienti oncologici con tumori riesco-polmonari. Di questi interventi oncologici, 230 sono lobectomie polmonari effettuate con chirurgia mininvasiva.

Sono stati poi presi in esame specifici punti che riguardano la gestione dell’epidemia:
È stata effettuata la verifica sull’andamento dei tamponi, rilevando l’elevata crescita del numero medio dei test giornalieri, più che triplicati negli ultimi 90 giorni, nonché il netto miglioramento nella riduzione della tempistica di comunicazione ai cittadini dell’esito dell’esame, che oggi viene normalmente trasmesso entro 24 ore nella quasi totalità dei casi.
Si è affrontato il tema relativo alla distribuzione e somministrazione del vaccino COVID-19. A partire da lunedì prossimo inizierà il lavoro di definizione del Piano regionale, sia con riferimento alla logistica, sia con riferimento alle modalità di erogazione dei servizi.

A margine della riunione è stata, quindi, affrontata con l’Unità di Crisi regionale la questione relativa alla ripresa delle attività didattiche in presenza per la scuola dell’infanzia e della prima classe della scuola primaria, secondo quanto prospettato dall’Ordinanza n.90/2020. Si è preso atto  – conclude la nota – delle attività di screening svolte sul territorio e si è convenuto che nella giornata di lunedì prossimo le Asl comunicheranno formalmente i risultati delle operazioni effettuate. Sulla base dei dati e delle relazioni presentate, verranno assunte le decisioni in merito alla riapertura delle attività in presenza delle classi scolastiche prese in esame, fatta salva, in ogni caso, la possibilità per i singoli Comuni di decidere in autonomia in relazione a situazioni di specifica criticità eventualmente presente sui singoli territori. Nel frattempo, è stato stabilito che proseguiranno anche nelle prossime settimane le operazioni di screening estese alle fasce della popolazione studentesca di età più elevata rispetto a quelle coinvolte finora”.

Covid, in Campania 3.554 nuovi casi Su quasi 25mila tamponi effettuati

Positivi del giorno: 3.554
di cui:
Asintomatici: 3.192
Sintomatici: 362
Tamponi del giorno: 24.692

Totale positivi: 133.056
Totale tamponi: 1.407.796

​Deceduti: 32 (*)
Totale deceduti: 1.249

Guariti: 1.379
Totale guariti: 30.672

* Deceduti tra il 15 e il 20 novembre

​Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 198
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)
Posti letto di degenza occupati: 2.260

* Posti letto Covid e Offerta privata

Paura a Fuorigrotta, albero cade su un marciapiede Prorogata fino alle 18:00 di domani l'allerta meteo

Attimi di paura a Fuorigrotta dove un albero si è abbattuto su un marciapiede a causa del forte vento delle ultime ore. E’ accaduto in via Giulio Cesare. Immediato è scattato l’allarme lanciato da alcuni residenti. Sul posto le forze dell’ordine. Il fusto ed i rami hanno bloccato parte della carreggiata.

Intanto l’allerta meteo in Campania è stata prorogata fino alle 18:00 di domani.

 

Litiga in piazza con l’ex moglie e aggredisce i carabinieri Arrestato un 36enne

I Carabinieri della Stazione di Lioni, in Irpinia, hanno tratto in arresto un 36enne di Sant’Angelo dei Lombardi, ritenuto responsabile dei reati di “Lesioni personali” e “Resistenza a Pubblico Ufficiale”.

È accaduto nella serata di ieri a Lioni, nella centralissima Piazza della Vittoria: l’uomo avvicinata l’ex moglie, alla presenza di alcuni cittadini inscena con la stessa un’animata lite.

Sul posto prontamente interviene una pattuglia della locale Stazione, già presente in quell’area nell’ambito della capillare attività di controllo del territorio, quotidianamente svolta dalla Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi al fine di garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Invitato dai Carabinieri a mantenere la calma, da subito l’uomo non ha fatto mistero di non gradire la loro presenza e, per tutta risposta, in una rapida escalation, ha inveito verbalmente anche nei confronti dei militari per poi repentinamente passare, senza soluzione di continuità, alle vie di fatto, scagliandosi fisicamente contro di loro.

È stato solo grazie alla prontezza di riflessi del carabiniere fatto segno dell’aggressione – che comunque è stato colpito e ferito in modo lieve – e dell’immediato intervento del collega, che l’azione non ha prodotto più gravi conseguenze.

Con non poca fatica l’uomo è stato bloccato e condotto in Caserma.

Il 36enne è stato poi dichiarato in arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari, in attesa di comparire davanti al Tribunale per essere giudicato con la formula del rito direttissimo.

La Federico II ricorda la professoressa Maria Adalgisa Nicolai La donna assassinata dal suo ex compagno

In occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne, martedì 24 novembre, alle 9.30, l’Ateneo Federico II ricorda la professoressa Maria Adalgisa Nicolai, barbaramente assassinata il 27 luglio 2020 dal suo ex-compagno, dedicandole una panchina rossa e piantando un albero di Jacaranda nel bosco della Reggia di Portici del Dipartimento di Agraria di cui faceva parte.

Alla cerimonia nel bosco saranno presenti il Rettore della Federico II, Matteo Lorito, il Direttore f.f. del Dipartimento di Agraria, Francesco Villani, la Presidentessa della Commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio, Valeria Valente, e la Presidente del CUG Federico II, Concetta Giancola.

Secondo i dati del dossier Viminale 2020, i femminicidi sono quasi triplicati in Italia nel periodo di lockdown, con una donna uccisa in ambito familiare ogni due giorni. Questi dati terribili mostrano che il cammino della società per eradicare la violenza, e in particolare quella domestica è ancora molto lungo.

“Un’altra donna sottratta alla vita è un colpo inferto all’intera comunità. Continueremo a scalare i sentieri impervi dell’esistenza con i cuori che battono forte per le donne che non siamo riusciti a proteggere, per l’aiuto sussurrato che non abbiamo ascoltato, per le ferite stratificate sulla pelle che abbiamo fatto finta di non vedere. A nome e per conto delle tante Maria Adalgisa Nicolai, dobbiamo avviare tutte le azioni possibili per sconfiggere le modalità di relazioni interpersonali basate su violenze e sopraffazioni. L’Università, in quanto massima istituzione di alta formazione, deve fare la sua parte. La panchina sarà posizionata alla Reggia di Portici, vera casa del sapere che giorno dopo giorno Maria Adalgisa contribuiva a far crescere, con la linfa vitale dell’intelligenza e della curiosità della ricercatrice. Questi simboli concreti costituiranno un monito alle nostre coscienze e uno stimolo per combattere l’offuscamento della ragione, l’aggressione violenta della volontà di dominio, le discriminazioni e le disuguaglianze di genere.- sottolinea Concetta Giancola, Presidente del CUG, che conclude – Dire che non debba più accadere non basta, ognuno faccia la sua parte per sconfiggere arretratezze culturali e sociali, disuguaglianze di genere e discriminazione”.

Alla giornata in ricordo di Maria Adalgisa, promossa dal CUG e dal Coordinamento Donne nella Scienza, prenderanno parte il Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica Gaetano Manfredi, già Rettore dell’Università di Napoli Federico II, la Presidentessa della Commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio, Valeria Valente, e la Presidente del CUG, Concetta Giancola. Apriranno la cerimonia il Rettore della Federico II, Matteo Lorito, e il Direttore f.f. del Dipartimento di Agraria, Francesco Villani.

Ai ricordi dei tanti colleghi, amici e studenti della professoressa Nicolai, seguirà una piece teatrale dell’attrice Cristina Donadio, che evocherà con parole cariche di patos una tragedia che ha radici lontane nei secoli ma che continua a opprimere il nostro presente.

Scoperta a Pompei, ritrovati due corpi intatti Il direttore Osanna: "Eccezionale"

Eccezionale scoperta a Pompei: ritrovati i corpi intatti di due uomini, un quarantenne e il suo giovane schiavo. “Una scoperta davvero eccezionale – dichiara il direttore Massimo Osanna, all’Ansa – perché per la prima volta dopo più di 150 anni dal primo impiego della tecnica è stato possibile non solo realizzare calchi perfettamente riusciti delle vittime, ma anche indagare e documentare con nuove tecnologie le cose che avevano con sé nell’attimo in cui sono stati investiti e uccisi dai vapori bollenti dell’eruzione”.

Pioggia e freddo in Campania Allerta meteo prorogata fino a questa sera

Pioggia, vento e freddo intenso. La Campania è avvolta nella morsa del maltempo da 24 ore. Dalle 9:00 di questa mattina e fino alle 18:00 di questa sera, il livello di allerta è giallo per tutto il territorio a causa di residue precipitazioni che potrebbero avvenire anche in zone già fragili per effetto della saturazione dei suoli. Sono previsti venti forti o molto forti, con raffiche e mare agitato o molto agitato con possibili mareggiate lungo le coste.