Emergenza Covid, alle 21:00 il Consiglio dei Ministri Saranno adottate nuove misure in vigore dal 7 gennaio

E’ stato convocato per questa sera alle 21:00 il consiglio dei ministri per le nuove misure anti-Covid che entreranno in vigore dal 7 gennaio. Il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, a La vita in diretta su Rai1, ha ribadito che ci sarà “un inasprimento delle soglie”.

“Gli interventi fatti a Natale – ha dichiarato – hanno evitato che ci fosse in Italia il liberi tutti. La revisione della soglia del Rt è stata condivisa da tutte le Regioni perché tutti condividiamo la necessità di far scattare immediatamente le misure più restrittive quando si va oltre l’1”.

Rider derubato, Fares: “La vicenda mi ha particolarmente colpito” “Ho deciso di agire in prima persona”

A Napoli un rider è stato derubato del proprio scooter da sei persone che, dopo averlo accerchiato e malmenato, sono scappate con quanto sottratto. L’aggressione è approdata sui social network. Mohamed Fares, esterno biancoceleste ha contribuito alla raccolta fondi istituita per aiutare il rider donando una somma di denaro.

“Ho visto su Instagram un post di un mio amico di Napoli e sono venuto a conoscenza di questo episodio”, ha dichiarato Mohamed Fares ai microfoni di sslazio.it. “La vicenda mi ha particolarmente colpito ed ho deciso di agire in prima persona. Ho notato un link tramite il quale era possibile effettuare una donazione e l’ho voluta effettuare in forma anonima perché non volevo che questo mio gesto suscitasse clamore mediatico. Ciò, però, è accaduto, la mia intenzione era quella di aiutare una persona in difficoltà”.
fonte sito ufficiale Lazio 

Covid, 747 nuovi positivi in Campania Oltre mille i guariti

Positivi del giorno: 747

di cui:
Asintomatici: 669
Sintomatici: 78
Tamponi del giorno: 6.743

Totale positivi: 193.165
Totale tamponi: 2.072.185

Deceduti: 31 (*)
Totale deceduti: 2.942

Guariti: 1.044
Totale guariti: 112.726

* 7 deceduti nelle ultime 48 ore e 24 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 96
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.377

** Posti letto Covid e Offerta privata

Aggredito operatore del 118, l’Asl: “Atto gravissimo” La vicenda è accaduta a Mercogliano

A Mercogliano, in provincia di Avellino, è stato aggredito un operatore del 118. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Intanto la direzione strategica dell’Asl esprime la propria solidarietà all’uomo.

“Si tratta di episodi gravissimi che non possono essere tollerati – afferma il Direttore Generale, Maria Morgante – nei confronti di chi ha sempre operato in prima linea per il bene della comunità, risorsa preziosa soprattutto in questa emergenza sanitaria”.

Riparte il calciomercato, tutti vogliono gli attaccanti Juve, Inter e Milan: ecco i nomi caldi per le big

di Paolo Bargiggia

Quattro settimane di trattative, riparte il calciomercato che per il Covid aveva chiuso soltanto due mesi fa. Ma che mercato sarà? Interessante sicuramente ma non con i botti da premio Oscar. Un po’ per la crisi economica che sta piegando i club di tutta Europa, un po’ perché questo è comunque il classico mercato di riparazione invernale. Vediamo nel dettaglio gli scenari più importanti.

MILAN –  Sul mercato la priorità è proprio quella di trovare un vice/futuro Ibra.  Il mirino è sul giovane Scamacca del Genoa ma di proprietà del Sassuolo. Profilo ideale per la filosofia del club, valutazione tra i 15 e i 20 milioni. Per un posto in difesa in testa al del gradimento c’è  Mohamed Simakan dello Strasburgo , classe 2000, in grado di giocare sia al centro della difesa che sulla corsia di destra.

INTER – Una doccia gelata sulle ambizioni di Antonio Conte è arrivata nel corso dell’ultimo summit di mercato con la proprietà: austerity assoluta, riduzione del monte ingaggi e autofinanziamento. Quindi solo attraverso degli scambi i neroazzurri potranno fare mercato. Intanto hanno ceduto ancora in prestito Nainggolan al Cagliari e riabilitato Vecino. Pinamonti è destinato anche lui a partire e a Conte non dispiacerebbe si concretizzasse lo scambio di prestiti col Parma per GervinhoPinamonti è stato offerto anche all’Udinese in cambio del prestito di Lasagna ma per ora la risposta è stata negativa. Ma è chiaro che l’attenzione è alta sul futuro di Eriksen, bocciato dall’allenatore e sul mercato dove, per ragioni contabili può sostanzialmente partire solo in prestito: l’Inter spera fino all’ultimo nel Psg del nuovo allenatore Pochettino per poter fare uno scambio con Paredes. Alternative per il danese,  il ritorno in Premier  o il Real Madrid: in Spagna scrivono di uno scambio possibile con l’attaccante Mariano Diaz e il centrocampista Dani Ceballos attualmente in prestito all’Arsenal. Altre alternative  per l’attacco: Origi del Liverpool e Pellè al rientro in Italia e seguito anche dalla Juventus. Ma a sparigliare le carte potrebbe invece arrivare il colpo Papu Gomez: se l’Atalanta scende dall’attuale richiesta di 10 milioni si può fare. Per Gomez è in corsa anche la Lazio.

JUVENTUS – Proprio a cavallo del nuovo anno ha acquistato il centrocampista del Genoa Nicolò Rovella, nato nel 2001, pagato 10 milioni anche se in scadenza di contratto. Rovella resterà almeno fino a fine stagione in rossoblù per la gioia di Preziosi. In ogni caso Pirlo gradirebbe poter rinforzare almeno il reparto offensivo con l’ingaggio di un attaccante.  Il tecnico ha dato il suon gradimento per Olivier Giroud in scadenza di contratto con il Chelsea.  Alternative: Llorente dal Napoli o Pellè di rientro dalla Cina. Da segnalare la caccia al  talento Ansu Fati del Barcellona, trattato ma senza esito attraverso l’inserimento di Dybala nella trattativa. Probabile invece che la Juventus metta le mani sul difensore americano Bryan Reynaold dell’Fc Dallas ma bisogna prima trovargli una squadra per parcheggiarlo dato il suo status di extracomunitario.

ROMAFonseca vuole un attaccante esterno. Molto probabile il ritorno di El Shaarawy, attualmente tesserato per  lo Shangai Shenua, ma pronto a ridursi sensibilmente lo stipendio. Un terzino destro come alternativa a Karsdorp doveva  essere l’americano classe 2001 Bryan Reynolds dell’Fc Dallas sul quale ultimamente si è messa in corsa con una certa convinzione la Juventus insieme al Bruges. L’argentino Montiel del River Plate è una pista da seguire.

FIORENTINAPrandelli ha chiesto un attaccante e messo sul mercato Cutrone e Kouamè. Ci sono stati contatti con la Lazio per Caicedo ma il tema ingaggio non è da sottovalutare. Negli ultimi giorni sta prendendo quota un po’ sottotraccia l’idea Azmoun, l’iraniano dello Zenit San Pietroburgo, trattato in estate anche dal Napoli. Per 10 milioni si potrebbe chiudere. Intanto il club di Commisso ha bloccato per l’estate il centrocampista del Venezia e dell’Under 21 Youssef Maleh, classe ‘98.

NAPOLI – Al massimo un esterno difensivo se usciranno Hysaj in scadenza o almeno uno tra Ghoulam e Malcuit. Gattuso sarebbe felice di poter allenare Emerson Palmieri con il contratto al Chelsea in scadenza nel 2022. Ma solo a certe condizioni come il prestito senza diritto potrebbe indurre De Laurentiis a valutare l’operazione. Sempre dalla eventuale volontà del patron del Napoli passa una ghiotta opportunità per un rinforzo di primo livello, ovvero l’attaccante esterno del Marsiglia Thauvin in scadenza di contratto. I marsigliesi lo hanno proposto al Napoli in uno scambio con Milik ma il club campano al momento vuole soltanto soldi.

Scuola, in Campania riapre l’11 gennaio Tornano in aula infanzia e prime due classi della primaria

L’Unità di Crisi della regione Campania si è riunita per un’analisi dettagliata dei dati epidemiologici in relazione alla possibilità di un ritorno in presenza a scuola al termine delle vacanze natalizie. Sulla base di tale analisi e della relazione che confluirà in un’ordinanza entro la mattinata di domani, è stato deciso che le scuole in Campania riapriranno lunedì 11 gennaio 2020. In tale data potranno tornare in classe gli alunni della scuola dell’infanzia e delle prime due classi della scuola primaria, esattamente com’era prima della chiusura delle scuole per la pausa natalizia. A partire dal 18 gennaio sarà valutata dal punto di vista epidemiologico generale, la possibilità del ritorno in presenza per l’intera scuola primaria, e successivamente, dal 25 gennaio, per la secondaria di primo e secondo grado.

Rapina al rider, De Luca: “Vicini a lui e alla sua famiglia” "Gesto vigliacco e di inaudita violenza"

“La rapina ai danni del rider a Calata Capodichino è un gesto vigliacco e di inaudita violenza che condanniamo con forza. Siamo vicini a lui e alla sua famiglia. La risposta dello Stato è stata immediata nei confronti dei responsabili di questa azione criminale. Un gesto gravissimo contro chi, con grande difficoltà, sta affrontando la crisi. Il lavoro resta la priorità che ci impegna tutti anche all’inizio di questo nuovo anno”. Così il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca.

Il rider aggredito: “Voglio avere solo una vita normale” Intanto la Polizia ha fermato alcuni sospettati per la rapina avvenuta a Napoli

E’ stato trovato presso l’abitazione di un minorenne il motorino del 50enne rider aggredito la scorsa notte a Calata Capodichino. Le indagini, condotte dalla Polizia, hanno portato anche al fermo di alcuni sospettati. Intanto questa mattina, l’uomo, vittima della rapina, ha incontrato la stampa facendo un appello: “Facevo il macellaio, ora sono disoccupato, vorrei solo tornare a fare il mio mestiere: voglio lavorare, pagare le tasse ed essere una persona onesta, avere una vita normale”.

Sulla vicenda, che ha messo in moto la macchina della solidarietà con decine di donazioni per riacquistare lo scooter al rider, è intervenuto anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris:

“L’aggressione al rider avvenuta al Napoli è una pagina indegna e criminale in un momento così terribile. Solidarietà della città di Napoli al lavoratore aggredito e vicinanza a tutti quelli che non si fermano, nonostante, di rado, lavorino in condizioni davvero inaccettabili”.

Covid, pronte le nuove misure: vertice in giornata Dovrebbe essere confermato il divieto di spostamento tra le regioni

Si stringe sui nuovi provvedimenti da adottare, forse già questa sera, dopo il 7 gennaio per contenere l’emergenza Covid. In giornata è previsto un nuovo vertice di governo.

Dovrebbe essere confermato il divieto di spostamento tra le regioni, ristoranti e bar solo da asporto nel prossimo week-end e la possibilità di ospitare non più di due persone a casa, tra parenti e amici.

Per quel che riguarda la scuola si dovrebbe iniziare in presenza per le elementari e le medie dal 7 gennaio, per quel che riguarda le superiori i governatori chiedono di aspettare l’esito del monitoraggio dei dati.

1 2