Ssc Napoli: “Le motivazioni della sentenza Juve-Napoli reintegrano pienamente la dignità e l’immagine della società” “Rispettata la normativa”

“Il Collegio di Garanzia dello Sport ha pubblicato oggi le motivazioni della sentenza dello scorso 22 dicembre, relative al ricorso presentato dalla SSC Napoli, in riferimento alla gara Juventus-Napoli.

Le motivazioni della decisione reintegrano pienamente la dignità e l’immagine della SSC Napoli, con accoglimento dei tre motivi proposti dalla Società, assistita dagli avvocati Enrico Lubrano e Mattia Grassani.

Il Collegio di Garanzia, in particolare, accogliendo il primo motivo di ricorso, ha riconosciuto che la preclusione alla trasferta si era già verificata con l’emanazione dei tre provvedimenti di sabato 3 ottobre 2020, di isolamento domiciliare dell’intero gruppo-squadra, che imponevano non solo l’obbligo di dimora, ma anche il divieto di trasferimenti e di viaggi, come previsto dalla normativa vigente.

Di conseguenza, la decisione in questione ha confermato che la SSC Napoli ha agito in piena buona fede e nel rispetto nella normativa emergenziale e dello stesso Protocollo FIGC (costituito, allora, da un mero rinvio alla Circolare del Ministero della Salute 18 giugno 2020), in quanto – laddove fosse partita con il volo del sabato sera – la stessa avrebbe violato i provvedimenti dell’Autorità Sanitaria e avrebbe posto in essere un illecito penale, ai sensi dell’art. 650 c.p..

La SSC Napoli ringrazia gli avvocati Enrico Lubrano e Mattia Grassani, che hanno fatto valere le giuste ragioni della Società e ottenuto il pieno accoglimento delle stesse, con piena reintegrazione non solo degli interessi sportivi, ma anche della propria dignità e immagine”. Così con una nota la SscNapoli.

Covid, 1.052 nuovi positivi in Campania Quasi 12mila i tamponi effettuati

Positivi del giorno: 1.052

di cui:
Asintomatici: 937
Sintomatici: 115
Tamponi del giorno: 11.930

Totale positivi: 196.271
Totale tamponi: 2.108.752

Deceduti: 39 (*)
Totale deceduti: 3.033

Guariti: 997
Totale guariti: 116.879

* 8 deceduti nelle ultime 48 ore e 31 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 96
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.385

** Posti letto Covid e Offerta privata

Campania, 350mila test antigenici per il personale scolastico Arriveranno nel fine settimana

“In relazione al programmato ritorno in presenza nelle scuole, compatibilmente con la situazione epidemiologica, la Regione Campania ha chiesto e ottenuto l’invio di 350.000 test antigenici, che arriveranno alla fine di questa settimana. In tempi brevi sarà definito un programma di screening a tappeto per il personale scolastico, e anche per i lavoratori del trasporto pubblico”. Così in una nota la Regione Campania.

Arrestato esponente del clan Mallardo L'uomo dovrà scontare sette anni di reclusione

I carabinieri di Giugliano in Campania hanno tratto in arresto Domenico Micillo, 48enne, affiliato al clan Mallardo, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Napoli.
L’uomo, associato presso la casa circondariale di Secondigliano, dovrà scontare 7 anni, 5 mesi e 20 giorni di reclusione per associazione per delinquere di stampo camorristico.

Coppia maltrattata dal figlio, allontanato 30enne L’intervento dei carabinieri

I Carabinieri della Compagnia di Solofra hanno notificato ad un trentenne del posto la misura di Allontanamento dalla casa familiare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Avellino.

Il giovane avrebbe posto in essere nei confronti dei genitori, azioni di maltrattamenti: la coppia si rivolgeva quindi ai Carabinieri che avviavano l’attività d’indagine.

Grazie agli elementi di reità raccolti a carico del trentenne, la magistratura irpina, concordando con le tesi degli investigatori, emetteva il provvedimento cautelare con il quale gli veniva imposto di lasciare la casa familiare.

Operaio di Afragola travolto sui binari Tragedia a Jesi, muore 55enne

Un 55enne operaio di Afragola, stamattina, è morto nei pressi della stazione ferroviaria di Jesi, in provoincia di Ancora. L’uomo, stando alle prime informazioni, è stato travolto e ucciso da un carrello mentre stava lavorando in prossimità del binario 4. La vittima, lavorava per una ditta che sta eseguendo lavori di restyling nella zona e abbattimento di barriere architettoniche per conto di Rfi.

Usa: dopo gli scontri, ipotesi rimozione per Trump Quattro le vittime a Washington

Sale il numero delle vittime a Washington dopo l’assalto al Congresso dei sostenitori di Trump. Quattro i morti e diversi i feriti. Intanto la polizia ha rinvenuto numerosi esplosivi. Dopo gli scontri Camera e Senato sono tornati a riunirsi per la proclamazione del nuovo presidente, Joe Biden. Intanto alla Casa Bianca circola sempre più insistente la voce di un’ipotesi di rimozione immediata di Donald Trump.

1 2