Mercato musicale: il revival dei vinili Il vintage non passa mai di moda

Di Alessandra Orabona

Nell’epoca digitale, dove i contenuti multimediali e l’intrattenimento fluttuano nell’invisibile spazio di file e streaming, il settore musicale sta attraversando uno strano periodo di rinnovamento forzato. Ormai, gli antiquati CD hanno lasciato posto ai video su Youtube ed ai brani su Spotify. La possibilità di ottenere tutto e subito con un semplice click si traduce in una minore affluenza nei negozi di dischi e, di conseguenza, in un netto calo delle vendite per le case discografiche e gli artisti, costretti ormai a guadagnare esclusivamente con i live.

Uno scenario inimmaginabile pochi anni fa, quando i dischi erano all’ordine del giorno, mentre attualmente sono relegati a mero supporto fisico destinato ai pochi collezionisti nostalgici. Paradossalmente se i Compact Disc sono considerati obsoleti, i vinili sono tornati di moda, soprattutto nel Regno Unito e in America. Non è raro, infatti, trovarvi negozi di musica specializzati nella vendita di vinili, spesso degli artisti più famosi. Ma a cosa si deve questo ‘revival’?

In parte al genere DJing, una disciplina che crea brani innovativi attraverso il “mix” di altri preesistenti. Da qui il ritorno dei vinili, spesso utilizzati con le turntable dei DJ. Un’altra ragione può essere rinvenuta nella moda ‘vintage’. Eppure, il motivo principale resta il gusto per il romantico e la miglior qualità del suono, arricchito dal piacere estetico che può regalare la visione del braccio che accompagna la puntina sulla lacca nera del disco roteante. E se in precedenza il vinile aveva raggiunto prezzi proibitivi, al giorno d’oggi sono disponibili diversi modelli alla portata di tutti, come quelli a forma di valigetta portatile.

Il ritorno al passato non è, però, sempre un bene. Le tecniche di produzione e le macchine che stampano vinili, infatti, sono rimaste le stesse adoperate negli anni ’70, per cui producono il medesimo impatto ambientabile, insostenibile per il nostro pianeta all’epoca come adesso. Ma gli stessi dischi sono quanto di più anti-ecologico possa esistere, essendo ancora fatti in PVC, un composto chimico che potrebbe essere riciclabile, se non fosse che farlo ha dei costi molto elevati, e metalli pesanti, polveri sottili, o addirittura diossina, che, se sprigionati, possono provocare gravi rischi per la salute di chi viene a contatto con queste sostanze.

Crisi di Governo, Conte incontra Mattarella: “Chiarimento politico in Parlamento” Accettate le dimissioni della ministra Bellanova

Il premier Giuseppe Conte nel pomeriggio ha incontrato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. L’incontro è durato circa un’ora. Il capo dello Stato ha firmato il decreto con il quale vengono accettate le dimissioni rassegnate da Teresa Bellanova dalla carica di ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali. L’interim è stato assunto dal presidente del Consiglio.

Conte ha illustrato, inoltre, a Mattarella l’attuale situazione politica sottolineando “la volontà di promuovere in Parlamento l’indispensabile chiarimento politico mediante comunicazioni alle Camere”, Così ha riferito in una nota il Quirinale.

Covid, 1.294 nuovi casi in Campania Dieci decessi nelle ultime 48 ore

Positivi del giorno: 1.294

di cui: Asintomatici: 1.167
Sintomatici: 127
Tamponi del giorno: 13.728

Totale positivi: 203.846
Totale tamponi: 2.194.673

Deceduti: 41 (*)
Totale deceduti: 3.298

Guariti: 760
Totale guariti: 127.766

* 10 deceduti nelle ultime 48 ore e 31 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 104
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.365

** Posti letto Covid e Offerta privata

Silvio Berlusconi ricoverato a Monaco Zangrillo: "Problema cardiaco"

Silvio Berlusconi è stato ricoverato al Centro cardiotoracico di Monaco. A decidere per il ricovero è stato Alberto Zangrillo, suo medico di fiducia: “Lunedì – ha dichiarato il professore all’Ansa – sono andato d’urgenza dove risiede temporaneamente il presidente, nel Sud della Francia, per un aggravamento e ho imposto il ricovero ospedaliero a Monaco perché ho ritenuto prudente non affrontare il trasporto in Italia”.

Napoli, in primavera aprirà la stazione Duomo Fondamentale per il collegamento al centro storico

La stazione Duomo di Napoli è ormai prossima all’apertura. La nuova fermata della metropolitana linea 1 sarà inaugurata entro questa primavera, dopo quasi 20 anni dall’inizio dei lavori. Difatti il cantiere fu aperto il 14 novembre 2001. Un passaggio importantissimo per il collegamento al centro storico. Durante i lavori ci sono stati numerosi ritrovamenti archeologici. Ma, finalmente, ci siamo. A breve Napoli avrà la stazione Duomo. Un’opera futuristica progettata dall’architetto Massimiliano Fuksas e sua moglie, Doriana Mandrelli.

400 euro per la mediazione del fitto di un appartamento, ma è una truffa Denunciato un 50enne

I Carabinieri della Stazione di Monteforte Irpino, a termine di un’indagine scaturita da una denuncia presentata da un giovane nigeriano, hanno denunciato per truffa un 50enne originario del Camerun e residente ad Avellino.

Quest’ultimo si è fatto consegnare dalla vittima la somma di 400 euro quale corrispettivo per l’intermediazione affittuaria di un appartamento nel capoluogo irpino.

Ma, ricevuto il denaro, il 50enne faceva perdere le proprie tracce e si rendeva irreperibile.

Solo a questo punto il malcapitato non aveva più alcun dubbio del raggiro in cui era incappato e non indugiava a denunciare l’accaduto ai Carabinieri.

Le indagini condotte dai militari dell’Arma hanno consentito di risalire all’identità del soggetto, già noto alle Forze dell’Ordine, che, alla luce delle evidenze emerse, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Da sabato il nuovo Dpcm: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio Sarà inserita anche la zona bianca

Da sabato 16 gennaio entrerà in vigore il nuovo Dpcm. Dunque l’Italia tornerà ad essere suddivisa in fasce, con una novità, la zona bianca, per quei territorio dove l’Rt, è sotto 1 e il tasso di incidenza di contagi ogni 100mila  abitanti non superiore a 50. Il divieto di spostamento tra le regioni è stato confermato fino al 15 febbraio. Resterà in vigore il coprifuoco dalle 22:00 alle 5:00 per tutte le fasce, tranne che per le regioni in zona bianca.

 

1 2