Gattuso: “Interpretazione sbagliata della gara” “Ora dobbiamo reagire”

“Abbiamo sbagliato interpretazione della gara”. Gennaro Gattuso commenta la sconfitta del Napoli a Verona.

“Mi assumo le mie responsabilità e se ci sono stati errori, vuol dire che ho sbagliato anche io. Il piano partita era quello che abbiamo preparato in settimana, ma non siamo riusciti a metterlo in atto in campo.

Ci sono stati troppi errori in uscita e il Verona ci ha punito. Loro giocano uomo su uomo, il contatto fisico alimenta la loro strategia, pertanto rubando palla si trovavano subito nella nostra metà campo.

Nel primo tempo siamo stati capaci di imporre la nostra idea, però non siamo riusciti a concretizzare le occasioni dopo il vantaggio. Con il passare del tempo ci siamo snaturati e non siamo riusciti più a tenere palla.

Non è una questione di modulo, ma di atteggiamento, perché continuiamo a regalare tanto agli avversari. Adesso però dobbiamo reagire e stare compatti. Il campionato è lungo e la classifica è tutta concentrata in pochi punti. L’obiettivo è entrare in Champions e dobbiamo darci una mossa se vogliamo raggiungere la posizione che è nelle aspettative nostre e in quelle della Società”.

fonte sscnapoli

Alvino: “La confusione totale vista oggi è un dato molto preoccupante” “Gattuso dalla panchina ha trasmesso insicurezza”

“Ho sempre difeso Gattuso perché troppi infortuni hanno segnato la stagione, tante volte il risultato negativo non ha rispecchiato la prestazione offerta e l’anomalia del calcio ai tempi del Covid porta ad alti e bassi ma la confusione totale vista oggi è un dato molto preoccupante. Dalla panchina oggi ha trasmesso insicurezza e non certezze. Si riesce a rimettere in piedi la situazione in tempi brevi? Il calcio non aspetta nessuno”. Così Carlo Alvino.

Azzurri sconfitti a Verona Napoli battuto 3-1

Napoli: Meret, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj, Bakayoko (83′ Lobotka), Demme (65′ Politano), Lozano, Zielinski (83′ Elmas), Insigne (60′ Insigne), Petagna (65′ Osimhen). A disp.Ospina, Contini, Rrahmani, Manolas, Mario Rui, Ghoulam, Llorente. All.Gennaro Gattuso

Hellas Verona: Silvestri, Dawidowicz, Gunter (76′ Lovato), Di Marco (56′ Magnani), Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic, Barak, Zaccagni (83′ Bessa), Kalinic (56′ Di Carmine). All. Ivan Juric

Arbitro: Fabbri di Ravenna
Marcatori: 1′ H. Lozano, 34′ Di Marco, 62′ Barak, 79′ Zaccagni
Note: ammonito Demme, Di Lorenzo, Magnani, Koulibaly, Zaccagni

Verona – Comincia forte il Napoli, finisce fortissimo il Verona. Gli azzurri perdono al Bentegodi, vince l’Hellas che sorpassa il pur velocissimo gol iniziale di Lozano. Il Chucky segna in volata dopo 10 secondi dal fischio d’avvio. Poi il Napoli ha un paio di volte l’occasione per infilare il colpo del 2-0 e contingentare la partita in una cornice solida. Però dopo la prima mezzora condotta con autorelvolezza è il Verona che cambia l’inerzia col pareggio di Di Marco. Nella ripresa l’accelerazione gialloblù con il sinistro vincente in penetrazione di Barak e il colpo di testa di Zaccagni che blinda il 3-1. Il Napoli può rimpiangere sull’incipit della gara, allorquando avrebbe potuto chiudere e indirizzare dalla propria parte il match. Si ricomincia giovedì in Coppa Italia, contro lo Spezia, per la rivincita di campionato allo Stadio Maradona…

Fonte Sscnapoli

Covid, 1.069 nuovi casi in Campania Su oltre 16mila tamponi effettuati

Positivi del giorno: 1.069 (di cui 104 casi identificati da test antigenici rapidi)

di cui
Asintomatici: 914
Sintomatici: 51
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 16.219 (di cui 2.156 antigenici)

Totale positivi: 214.022 (di cui 682 antigenici)
Totale tamponi: 2.331.532 (di cui 12.675 antigenici)

Deceduti: 12 (*)
Totale deceduti: 3.598

Guariti: 525
Totale guariti: 147.439

* 9 deceduti nelle ultime 48 ore e 3 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 112
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.448

** Posti letto Covid e Offerta privata

Campania, prorogata allerta meteo Fino alle 18:00 di domani

Nuova allerta meteo dalle 6:00 alle 18:00 di domani lunedì 25 gennaio per vento forte e mareggiate

E’ in atto sull’intero territorio regionale una allerta meteo con criticità idrogeologica di livello Giallo valevole fino alle 23.59 di stasera.
Proseguiranno infatti per tutta la giornata precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio e temporale. Venti forti con possibili raffiche, temporaneamente anche molto forti. Mare agitato o molto agitato con possibili mareggiate lungo le coste esposte ai venti su tutto il litorale.

La Protezione civile della Regione Campania, in base alle elaborazioni dei modelli matematici effettuate dal centro Funzionale, ha intanto emanato una nuova allerta meteo per venti forti e mare agitato con mareggiate anche per la giornata di domani, sull’intero territorio regionale.

Il livello di allerta per il dissesto idrogeologico, quindi derivante da piogge e temporali, per domani è verde.
Entra in vigore, invece, la nuova allerta meteo per “Venti forti, con possibili raffiche. Mare agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte”.

Si raccomanda alle autorità competenti di mantenere in essere tutte le misure atte a prevenire, mitigare e contrastare i fenomeni previsti sia in ordine al rischio idrogeologico (per oggi) che in ordine ai venti forti o molto forti e al moto ondoso che potrebbe determinare mareggiate, anche in linea con i Piani comunali di protezione civile, fino alle 18 di domani. Si segnala la necessità di attivare il monitoraggio del verde pubblico e delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del mare.

Incendio in casa, muore giovane padre La tragedia a Castel Volturno

Tragedia a Castel Volturno, in provincia di Caserta. Un uomo di nazionalità nigeriana è morto a in seguito ad un incendio divampato nell’abitazione in cui viveva con la moglie e la figlia piccola. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco di Caserta. I caschi rossi sono riusciti a mettere in salvo la donna e sua figlia mentre l’uomo ha perso la vita.

Bloccati nella neve, i Vigili del Fuoco salvano tre giovani Sul monte Terminio

La squadra dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Montella, alle prime luci dell’alba, è intervenuta sul monte Terminio, in località Campo Laspierto, per il recupero di tre giovani rimasti bloccati nella neve dalla tarda serata di ieri. I ragazzi originari di Mercato Sanseverino nel Salernitano, sono stati raggiunti anche con l’aiuto di uno spazzaneve dell’ANAS, recuperati seppur infreddoliti in discrete condizioni di salute, e rimessi in condizioni di poter ritornare a casa dopo una notte all’addiaccio.

Scarichi nel torrente Solofrana, imprenditore nei guai L’operazione dei Carabinieri

I Carabinieri della Stazione Forestale di Monteforte Irpino hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino il responsabile legale della industria conciaria di Solofra, ritenuto responsabile di gestione illecita di rifiuti pericolosi e scarico abusivo.

A seguito di segnalazione al 112 per delle acque di colore scuro che si immettevano nel torrente denominato “San Vito” (affluente del “Solofrana), i Carabinieri hanno accertato che le stesse erano provenienti dalla sovrastante industria conciaria.

Nello specifico, dallispezione visiva delle aree esterne allopificio e di pertinenza dello stesso, i Carabinieri costatavano che una delle vasche a cielo aperto adibite ad una prima raccolta delle acque reflue del ciclo industriale, risultava piena di liquido di colore nero che, attraverso due fori presenti nel muro perimetrale di confine dellinsediamento produttivo, venivano scaricate nel sottostante vallone in forza dellimmissione nella stessa vasca di acque verosimilmente chiare, atte a provocare la tracimazione e la fuoriuscita delle acque reflue in essa presenti, ossia la miscelazione/diluizione ed il consequenziale sversamento nellalveo del vallone.

Pertanto i Carabinieri hanno proceduto al sequestro del sistema di scarichi abusivi nonché al campionamento istantaneo con il prelievo delle acque reflue presenti nella vasca per i successivi accertamenti analitici a cura dell’ARPAC competente.

1 2