Alvino: “Ecco la mia idea sul silenzio stampa” “Si punta sulla settimana tipo di allenamento”

“Ho una mia idea sul silenzio stampa e credo non sia legato ad alcuna decisione su Gattuso. In società stasera guardano la classifica e immagino che neanche la sconfitta di Bergamo faccia cambiare la linea che è ormai quella nota di voler continuare con questo allenatore. Immagino che si punti molto sulla settimana tipo di allenamento (dopo la probabile eliminazione dall’EL) ed al recupero degli infortunati per cercare di raggiungere l’obiettivo quarto posto”. Così Carlo Alvino su Twitter.

Campagna vaccinale, siglato accordo con i medici di base Speranza: “Un valore aggiunto importante”

“Grazie a tutti i medici di medicina generale del nostro Paese che hanno unitariamente sottoscritto l’intesa con governo e regioni per somministrare il vaccino covid. La loro capillarità e il loro rapporto di fiducia con le persone sono un valore aggiunto importante che ci consentirà, quando aumenteranno le dosi a disposizione, di rendere più forte la nostra campagna di vaccinazione”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Azzurri sconfitti a Bergamo L’Atalanta batte il Napoli 4-2

Napoli: Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic (78′ Koulibaly), Mario Rui (78′ Ghoulam), Fabian Ruiz, Bakayoko, Zielinski (86′ Lobotka), Politano, Elmas (53′ Insigne), Osimhen. A disp.Contini, Idasiak, Labriola, Costanzo, D’Agostino, Zedadka, Cioffi. All.Gennaro Gattuso

Atalanta: Gollini, Toloi, Romero, Djimsiti, Maehle (90′ Sutalo), De Roon, Freuler (79′ Pasalic), Gosens, Pessina (84′ Palomino), Muriel (83′ Miranchuk), Zapata (90′ Malinovsky). All. Gian Piero Gasperini

Arbitro: Di Bello di Brindisi
Marcatori: 52′ Zapata, 58′ P. Zielinski, 64′ Gosens, 71′ Muriel, 76′ Gosens (aut.), 79′ Romero
Note: ammoniti Di Lorenzo, Djimsiti, Gosens

Bergamo – L’Atalanta batte il Napoli per 4-2 e bissa il successo di Coppa Italia a Bergamo. Gli azzurri lottano, inseguono e restano in partita per un’ora, ma poi la Dea chiude il match nel finale. Primo tempo bloccato ed equilibrato. Ad inizio rirpesa segna Duvan Zapata, ormai abbonato al gol dell’ex, ma la reazione azzurra è repentina con uno splendido tiro al volo di Zielinski. L’Atalanta si rimette avanti poco dopo con Gosens e poi infila il 3-1 con una prodezza di Muriel. Il Napoli accorcia e si rimette in gara con una autorete di Gosens, fino al colpo decisivo di Romero a 10 minuti dal termine. Ancora serata amara per il Napoli a Bergamo. Si riprende giovedì in Europa League per tentare la remuntada contro il Granada allo Stadio Maradona.

Fonte Sscnapoli

Covid, 1.658 nuovi positivi in Campania Su oltre 20mila tamponi

Positivi del giorno: 1.658 (di cui 215 casi identificati da test antigenici rapidi)

di cui
Asintomatici: 1.328
Sintomatici: 115
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 20.254 (di cui 3.415 antigenici)

Totale positivi: 253.116 (di cui 4.081 antigenici)
Totale tamponi: 2.794.759 (di cui 81.944 antigenici)

Deceduti: 14 (*)
Totale deceduti: 4.120

Guariti: 702
Totale guariti: .177.702

* 9 deceduti nelle ultime 48 ore, 5 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 120
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.300

** Posti letto Covid e Offerta privata.

 

Bonomi: “Pronti ad aprire le fabbriche per le vaccinazioni” La proposta del presidente di Confindustria

“Siamo d’accordo con l’impostazione del presidente Draghi di coinvolgere i privati nel piano vaccinale. I dipendenti delle aziende aderenti a Confindustria sono circa 5,5 milioni, se consideriamo una media di 2,3 componenti per nucleo familiare potremmo vaccinare più di 12 milioni di persone. Siamo disposti a mettere le fabbriche a disposizione delle comunità territoriali nell’ambito del piano nazionale delle vaccinazioni”. Così Carlo Bonomi, presidente di Confindustria in un’intervista a Repubblica.

1 2