Covid, 1.436 nuovi casi in Campania 17 decessi nelle ultime 48 ore

Positivi del giorno: 1.436 (di cui 328 casi identificati da test antigenici rapidi)

di cui
Asintomatici: 1.008
Sintomatici: 100
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 15.061 (di cui 4.209 antigenici)

Totale positivi: 255.754 (di cui 4.491 antigenici)
Totale tamponi: 2.820.917 (di cui 87.322 antigenici)

Deceduti: 38 (*)
Totale deceduti: 4.179

Guariti: 2.117
Totale guariti: 181.042

* 17 deceduti nelle ultime 48 ore, 21 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 132
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.327

** Posti letto Covid e Offerta privata.

 

Ssc Napoli, intera seduta in gruppo per Mertens Osimhen osserverà alcuni giorni di riposo

Seduta mattutina per il Napoli al Training Center.

Gli azzurri preparano il match contro il Granada per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League in programma giovedì allo Stadio Maradona alle ore 18:55.

Il gruppo si è allenato sul campo 1. Dopo una prima fase di torelli ed esercitazione tecnica la squadra ha svolto possesso a tema e partita a campo ridotto.
Ospina ha svolto lavoro personalizzato in campo. Hysaj e Demme hanno svolto parte lavoro personalizzato e parte in gruppo. Petagna personalizzato in campo. Manolas terapie e lavoro personalizzato in campo e palestra. Terapie e lavoro personalizzato in campo palestra per Lozano. Mertens ha svolto l’intera seduta in gruppo.
Victor Osimhen in mattinata si è sottoposto ad esami clinici e ad accertamenti diagnostici presso la Clinica Pineta Grande con il Dottor Alfredo Bucciero e il Dottor Elpidio Pezzella che hanno dato esito negativo. Il giocatore osserverà alcuni giorni di riposo e riprenderà in maniera graduale gli allenamenti. Le condizioni del calciatore verranno valutate quotidianamente.
fonte sscnapoli

Zona arancione “rinforzata” nella provincia di Brescia: chiuse le scuole L'annuncio dell'assessora Moratti

“Oggi il presidente Fontana firmerà un’ordinanza per l’istituzione in tutta la Provincia di Brescia e nei comuni di Viadanica, Predore San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Caleppio, Credaro e Gandosso in provincia di Bergamo e Soncino, in provincia di Cremona, una zona arancione rafforzata, che preveda oltre alle normali misure della zona arancione, anche la chiusura delle scuole d’infanzia, elementari e medie, il divieto di recarsi nelle seconde case, l’utilizzo dello smart working dove possibile e la chiusura della attività in presenza”. Così l’assessora al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti.

Scarpe griffate a prezzo conveniente ma è una truffa, denunciato 50enne L'uomo è stato identificato dai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Baiano hanno denunciato un 50enne di Bari, ritenuto responsabile del reato di Truffa.

L’indagine prende spunto dalla denuncia sporta da un giovane del luogo che, in cerca di un buon affare, veniva attratto da un annuncio per la vendita di un paio di scarpe di una nota griffe di moda, pubblicato su un sito online: considerato il prezzo, non esitava a contattare l’inserzionista sia per avere maggiori chiarimenti sul prodotto sia per ridurre al minimo il suo dubbio che potesse trattarsi di una truffa.

Venivano così fornite dettagliate spiegazioni che conquistavano la fiducia dell’acquirente il quale non esitava ad effettuare il pagamento di 200 euro mediante ricarica su carta prepagata.

Ma, ricevuta la somma pattuita, il fittizio venditore ometteva la consegna di quanto acquistato e si rendeva irreperibile sui contatti forniti.

Le indagini condotte dai Carabinieri hanno consentito di risalire all’identità del presunto responsabile che, alla luce delle evidenze emerse, è stato deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

Si ricordano ancora una volta gli utili consigli riportati con l’iniziativa “Difenditi dalle truffe”, nata per forte volontà del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino ed attuata in modo capillare sul territorio da parte di tutti i reparti dipendenti, per la specifica prevenzione di tale reato predatorio. È importante saper riconoscere le situazioni più a rischio e, di conseguenza, i comportamenti da assumere, diffidando sempre degli acquisti oltremodo convenienti, trattandosi verosimilmente di una truffa o di prodotti rubati.