Basket, la Gevi Napoli balza in vetta Azzurri non belli ma efficaci, blitz esterno (51-65) sul parquet della Giorgio Tesi Pistoia

di Elio De Falco

Non è bella, ma piace. Segna pochissimo, ma vince. 

La GeVi Napoli batte in trasferta la Giorgio Tesi Pistoia e supera Forlì, in attesa che questa recuperi le gare rinviate causa covid-19, in vetta al girone rosso di serie A2. 

Successo importantissimo, quello azzurro, anche per dimenticare il brutto passo falso fatto in quel di Cento al cospetto dell’ex Brandon Sherrod; la vittoria arriva dopo un match controllato dall’inizio alla fine, dando sempre l’impressione di poter cambiare passo qualora lo si fosse voluto, anche quando una volenterosa Pistoia ha profuso il massimo sforzo per riaprire i giochi. 

Gli uomini di coach Sacripanti hanno la meglio grazie ad una granitica difesa, capace di concedere solo 20 punti agli avversari nella prima metà di gara, ed ai punti di Parks (doppia doppia 18+11r) e del redivivo Mayo (15), partito per la prima volta in quintetto e decisivo con la tripla che spegne le residue speranze dei padroni di casa. 

Non è una GeVi bella da vedere: troppi errori al tiro, anche ai liberi, che permettono ai padroni di casa, scivolati addirittura a -19 dopo un parziale di 15-2, di rientrare fino al -8 nel finale; tuttavia il playmaker azzurro, molto discusso dai tifosi negli ultimi tempi, decide di chiudere la partita con una serie di giocate, tanto in fase di realizzazione come di rifinitura, che spezzano l’inerzia avversaria e puniscono la coperta assai corta del roster a disposizione di coach Michele Carrea. 

Buona, nelle file azzurre, anche la prestazione del solito Eric Lombardi: l’ala forte ex Biella mette a referto anch’essa una doppia doppia (11+11r); in evidenza anche il lavoro a rimbalzo offensivo del pivot Andrea Zerini, bravo a battagliare nel pitturato avversario contro Deshawn Sims ed inflessibile come un posto di blocco della polizia nello stoppare (4 “blocks” per lui) gli avversari. 

Tra i padroni di casa è proprio il lungo americano il migliore con 13 punti; delude, invece, l’altro USA Tre Shaun Fletcher, precocemente uscito per falli ed a tratti deleterio per l’economia del gioco della Giorgio Tesi. 

Proprio i falli mettono in evidenza il peccato originale della nobile decaduta toscana: le poche rotazioni a disposizione di coach Carrea si assottigliano ulteriormente con i due playmaker – Saccaggi e Della Rosa – che sono carichi di quattro infrazioni già nel finale del terzo quarto, non potendo più difendere con la necessaria intensità. 

Gli azzurri, agli ordini di coach Sacripanti, scenderanno nuovamente in campo sul parquet amico del Pala Barbuto domenica, ore 20.30, contro l’OraSí Ravenna di Cinciarini e Givens.

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA – GEVI NAPOLI  51-65

PISTOIA: Sims 13, Fletcher 9, Saccaggi 8, Wheatle 7, Poletti 6, Della Rosa 5, Zucca 3, Riismaa, Querci. Ne: Dei. 

Rimbalzi: Wheatle, Poletti 10
Assist: Fletcher 4

NAPOLI: Parks 18, Mayo 15, Lombardi 11, Marini 8, Monaldi 7, Uglietti 4, Zerini 2, Sandri, Klacar. Ne: Aldi. 

Rimbalzi: Parks, Lombardi 11
Assist: Mayo 4

Prossima gara: domenica 28/2, ore 20.30, GeVi Napoli – OraSí Ravenna al Pala Barbuto.

foto pagina facebook Napoli Basket

Governo, ok del Cdm alla lista dei sottosegretari Completata la squadra

Nomine dei sottosegretari, il Consiglio dei ministri ha dato il via libera alla lista: sono 39 di cui 19 donne e 20 uomini. Sarà successivamente assegnato il sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega allo sport. Al capo della Polizia, Franco Gabrielli, dovrebbe andare la delega ai servizi segreti.

Il Movimento Cinque Stelle avrebbe 11 sottosegretari, la Lega 9, Democratici e Forza Italia 6, 2 a Italia Viva, 1 a Leu ed un altro a Cambiamo.

Covid, continuano a crescere i contagi in Campania 2.185 nuovi positivi nelle ultime 24 ore

Positivi del giorno: 2.185 (di cui 303 casi identificati da test antigenici rapidi)

di cui
Asintomatici: 1.763
Sintomatici: 119
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 21.366 (di cui 3.568 antigenici)

Totale positivi: 257.939 (di cui 4.794 antigenici)
Totale tamponi: 2.842.283 (di cui 90.890 antigenici)

Deceduti: 40 (*)
Totale deceduti: 4.219

Guariti: 848
Totale guariti: 181.890

* 17 deceduti nelle ultime 48 ore, 23 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 130
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.319

** Posti letto Covid e Offerta privata.

 

Covid, Speranza: “Non ci sono le condizioni per allentare le misure” “Cinque regioni con terapie intensive sopra la soglia critica”

“Le varianti si fanno strada con un tasso di contagiosità elevato. Dire la verità al Paese è un obbligo che dobbiamo avvertire forte, anche quando queste verità sono scomode. I dati, come sempre, sono più chiari delle parole: siamo a un contagiato su 10 abitanti in Europa. Nel mondo 112 milioni di casi confermati e 2,5 milioni di morti. E’ fondamentale mantenere un approccio di grande prudenza. Con questo livello di incidenza di casi abbiamo 5 regioni con terapie intensive sopra la soglia critica e l’Rt medio è 0.99, secondo ultimo rilevamento. Quindi l’Rt si avvia con le misure attualmente in vigore a superare la soglia di 1”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, che stamane ha riferito alla Camera sull’emergenza Covid.

Gattuso: “Più fatti e meno parole” Meret: “Sarà importante la fase difensiva”

Gennaro Gattuso e Alex Meret hanno parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Europa League contro il Granada. Il tecnico degli azzurri ha iniziato facendo il punto sugli infortunati: “Koulibaly e Ghoulam erano a disposizione a Bergamo, lo sono domani, abbiamo perso Osimhen, per il resto non recuperiamo nessuno. Hysaj e Demme lavorano sul campo, ma non sono pronti per essere disponibili”. Mertens? “Ieri ha fatto 25 minuti di allenamento, verrà in panchina ma è fermo da tanto e avrà 10-20 minuti di autonomia, ha dato disponibilità ma non è al meglio. Vedremo se ci sarà bisogno di lui, come poter fare”.
Poi Gattuso si è soffermato sul momento della squadra: “Stiamo facendo prestazioni al di sotto delle possibilità, senza continuità, indossiamo una maglia storica, rappresentiamo una città fantastica e tutti si devono assumere le responsabilità, io per primo e c’è da parlare poco e migliorare le prestazioni ed i risultati. C’è poco da chiacchierare, ciò che facciamo non basta, abbiamo problemi di infortuni, bisogna parlare meno possibile e fare più fatti”.
Cosa si aspetta domani: “Mi aspetto di partire meglio rispetto all’andata, sapevamo bene le loro caratteristiche, ci siamo fatti sorprendere sulla profondità, in questo momento la squadra deve reggere bene, è successo pure a Bergamo con 4 gol evitabili. Dobbiamo annusare il pericolo, facciamo fatica, prima sentivo parlare della difesa con la Juve, abbiamo difeso più bassi ma ci è andata anche bene, come voglia serve di più”.
Poi è toccato Meret: “Quello che dobbiamo fare è sempre lo stesso, sia in fase difensiva che in costruzione, non cambia in base agli uomini. Servirà la stessa attenzione avuta con la Juve, prendere gol complicherebbe ancora di più il passaggio. Sarà importante la fase difensiva”.

E l’atmosfera negli spogliatoi: “Buona, il periodo è quello che è, ma lavoriamo bene, ci crediamo, passare domani ci darebbe una grossa spinta per le prossime partite”.

foto sscnapoli

Violenza sessuale e minacce, condannato 60enne I fatti accaduti a Vallata

I Carabinieri della Stazione di Vallata hanno tratto in arresto un 60enne del posto, in esecuzione di un provvedimento di espiazione pena definitiva, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Benevento per i reati di “Violenza sessuale”, “Violazione di domicilio”, “Minaccia” e “Violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale”, commessi qualche anno fa a Vallata.

Dopo le formalità di rito l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Ariano Irpino per l’espiazione di 4 anni e 2 mesi di reclusione.

Riciclaggio e corruzione, 16 arresti nel napoletano Maxi operazione di Guardia di Finanza e Polizia

I finanzieri del Comando Provinciale e gli agenti della Questura di Napoli, coordinati dalla Procura della Repubblica, stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 16 persone e a 2 misure interdittive nei confronti di altrettante persone accusate di corruzione, riciclaggio, inquinamento ambientale, emissione di fatture per operazioni inesistenti e trasferimento fraudolento di valori.
Contestualmente, sono in corso sequestri di immobili, società e denaro contante per un valore di oltre 4 milioni di euro.

Auto si ribalta, 27enne salvata da Vigile del Fuoco L'incidente a Pietradefusi

La squadra dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Grottaminarda, questa mattina, è intervenuta a Pietradefusi in località Vertecchia, sulla SP 50, per un incidente stradale che ha visto coinvolta una sola autovettura la quale sbandava e si ribaltava. La ragazza di 27 anni alla guida, originaria del posto, è stata soccorsa da un Vigile del Fuoco libero dal servizio, il quale ha allertato anche i soccorsi. La stessa è stata affidata ai sanitari del 118 I quali ne disponevano il trasporto presso l’ospedale Moscati di Avellino per le cure del caso. Il veicolo incidentato è stato messo in sicurezza.

Covid, cresce la variante inglese Oggi il ministro Speranza riferirà alla Camera

Le varianti spingono la diffusione del Covid, oltre il 30% delle infezioni in Italia è dovuto a quella inglese e a metà marzo sarà predominante in tutto il Paese, così gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità e Comitato tecnico scientifico al premier Mario Draghi, durante l’incontro di ieri.

E intanto, in giornata, il ministro della Salute, Roberto Speranza, riferirà alla Camera.

1 2