mercoledì, Settembre 22, 2021
HomeEconomiaBonus mobili ed elettrodomestici 2021: detrazioni fiscali senza vincolo di reddito

Bonus mobili ed elettrodomestici 2021: detrazioni fiscali senza vincolo di reddito

Di Alessandra Orabona

Da tempo avete intenzione di conferire un tocco di modernità alla vostra casa a basso costo? Allora il bonus mobili ed elettrodomestici 2021 potrebbe fare al caso vostro!

Si tratta di una delle ultime novità introdotte dal Governo per favorire coloro che abbiano realizzato recentemente lavori di ristrutturazione edilizia e che intendano acquistare nuovi elettrodomestici e mobili. Il contributo è elargito sotto forma di detrazione Irpef fino a € 8.000 su una spesa massima di € 16.000, distribuita in 10 anni tramite quote annuali dello stesso valore. Per beneficiare del contributo le spese dovranno essere portate in detrazione nella dichiarazione dei redditi, mediante modello 730 oppure nel modulo Redditi PF.

L’agevolazione fiscale, a differenza di altri benefit simili, sarà erogata a prescindere dal reddito del richiedente, purché lo stesso coincida con la persona che si è fatta carico delle spese per i lavori di ristrutturazione. Inoltre, è cumulabile sia con il bonus verde che con il bonus casa.

Non rimane molto tempo per poter richiedere il contributo: la scadenza dello stesso è fissata al 31 dicembre 2021 e sono scandite alcune specifiche tempistiche. Se i beni sono stati acquistati nell’anno in corso (2021) è indispensabile avere realizzato la ristrutturazione dopo il 1°gennaio dello scorso anno (2020), mentre se la spesa fosse stata sostenuta nell’arco di tutto il 2020 la ristrutturazione dovrà essere stata avviata dopo il 1°gennaio 2019. In quest’ultimo caso, però, varia il tetto massimo di spesa detraibile che si attesta sui 10.000 euro.

I beni comprati usufruendo del benefit possono essere collocati anche in un’area differente rispetto a quella sottoposta a ristrutturazione, sempre che rientri nella stessa unità immobiliare, comprese le pertinenze.

Nell’elenco dei mobili acquistabili sono compresi: letti, librerie, scrivanie, sedie e divani, poltrone, divani, apparecchi d’illuminazione, materassi e comodini; all’opposto, sono esclusi dal bonus  tende e tendaggi di qualsiasi genere, le porte, i pavimenti ed altri beni d’arredamento. Quanto agli elettrodomestici, rientrano nel novero tutti i dispositivi appartenenti alla classe energetica A+ o superiore nonché i forni e le lavasciuga appartenenti alla classe A.

 

ARTICOLI CORRELATI

I più recenti