martedì, Luglio 5, 2022
HomeFoodAvocado, in cucina ma non solo...

Avocado, in cucina ma non solo…

Di Alessandra Orabona

Frutto tropicale morbido ed insapore, l’avocado è sicuramente uno degli ingredienti che stuzzica di più la fantasia in cucina. Grazie alla sua versatilità, infatti, si presta facilmente sia per la preparazione di piatti salati, come toast, insalate e salse (si pensi al famoso guacamole), sia in pasticceria: non mancano ricette online in cui viene impiegato come sostituto del burro. L’unico limite sta nel fatto che l’avocado si utilizza prevalentemente a crudo: se riscaldato, tende, infatti, a rilasciare sostanze amare che sovrastano il gusto naturale degli alimenti accompagnati.

In realtà, il suo utilizzo va ben oltre quello che possiamo immaginare. Non tutti sanno che l’avocado è ampiamente impiegato per produrre olio: non soltanto di tipo commestibile, molto simile a quello extravergine d’oliva, ma anche come protagonista di molti prodotti cosmetici, ideali per combattere la pelle secca.

Il termine, tradotto dallo spagnolo “aguacate“, deriva dal sostantivo originale azteco “ahuacat” che significa testicolo, poiché il frutto nasce e cresce in coppia. La sua scoperta da parte delle popolazioni europee è avvenuta solo durante la perlustrazione spagnola nelle Americhe.

L’avocado è ricco di fibre e di fitosteroli (beta sitosterolo), mentre al contrario non contiene colesterolo,  lattosio né glutine. Potassio, magnesio, zinco, manganese e fosforo sono presenti in abbondanti quantità. È sorprendente il livello di vitamina B5 (acido pantotenico), di vitamina B6 (piridossina), di folati, vitamina K, di vitamina E (alfa tocoferolo) e di vitamina C (acido ascorbico). Le sue caratteristiche nutrizionali lo rendono abbastanza simile alla frutta secca (noci, nocciole, mandorle, arachidi, anacardi, macadamia, pinoli, pecan ecc.) per cui può costituire una valida alternativa ai semi oleosi.

Recenti studi hanno, inoltre, dimostrato che il suo consumo quotidiano da parte delle donne favorisce una riduzione benefica del grasso addominale viscerale. Ecco perché non dovrebbe mai mancare nel carrello di tutte le signore!

 

ARTICOLI CORRELATI

I più recenti